martedì 3 maggio 2011

I ricercatori di Tokyo




Non oso immaginare i prossimi sviluppi o meglio gli immagino fin troppo bene di questo dispositivo. L'unico inconveniente che i ricercatori tuttavia dovranno affrontare, sarà dare un sapore e una certa dose di umidità non solo alle labbra.

14 commenti:

Anonimo ha detto...

che razza di mondo...
bleah
non mi avranno mai
WW

AlterEgo ha detto...

un giorno inventeranno il buco con il computer intorno...

Tess ha detto...

ma che tristezza

Alberto ha detto...

Non ci posso credere, proprio non ci posso credere.

flyhigh ha detto...

non e' possibile...i baci non si toccano!!!

Gians ha detto...

Ww, te lo auguro, ma prova a pensare una copia di innamoratini distanti mille miglia. :)

Gians ha detto...

Alter, in quel momento brevetterò il condom virtuale: ho già pronto lo "schizzo" del progetto.

Gians ha detto...

Tess, sorridi, non volevo abbacchiarti in questo modo.

Gians ha detto...

Alberrto, a me stupisce anche la metodologia di ricerca dei giapponesi. Nel mio immaginario gli volevo tutti concentrati alla soluzione nucleare.

Gians ha detto...

Fly, approvo, sia i baci che altre fantasie erotiche constano di carne.

Maraptica ha detto...

Tristemente sintetico, un bacio che tutt'è, tranne un bacio :)

Arci ha detto...

la forma a cannuccia dei giapponesi è abbastanza deludente, la tua aprirebbe il campo a interessanti applicazioni.

Gians ha detto...

Maraptica, ma il tuo bacio è come un rock?

Gians ha detto...

Arci, questi giapponesi hanno una strana visione delle anatomie umane. :)