lunedì 26 luglio 2010

Eucarestia ai cani: non è la prima volta.




Sono giorni d'estate in cui la calura raccontata da Guccini pare nulla in confronto. Ma che ci siano persone pronte a scatenarsi contro un parroco che ha concesso l'eucarestia a un cane meticcio è segno evidente che a scaldare gli animi, più che le temperature estive, ci pensano i chierici. Trapper è un buon cane, non ha mai morso nessuno, mai divorziato, mai abortito, insomma un cane fedele.

13 commenti:

wildestwoman ha detto...

prete animalista...citrullo, sì, ma animalista
è proprio vero...la realtà supera sempre la fantasia
mondaccio cane...

rip ha detto...

come linea difensiva potrebbe usare "mica era un cane gay"

Tess ha detto...

gli anglicani sono troppo avanti

sam ha detto...

Almeno spero non gli abbia dato il vino al povero meticcio...

AlterEgo ha detto...

tra un cane e le solite pecore non vedo quale sia la differenza...

Arci ha detto...

una mia amica dice:"tanto più conosco gli umani più amo i cani"

Gians ha detto...

Ww, nell'atto di questo chierico anglicano io ci vedo una non velata protesta ma una chiara frecciata, contro la chiesa cattolica romana, altro che fantasia.

Gians ha detto...

Rip, andrebbe benissimo, anche se non mi è parso di sentire che la polemica abbia montato.

Gians ha detto...

Tess, avanti non saprei di certo non dietro a Ratzinger.

Gians ha detto...

Alterego, almeno la prima specie ha il coraggio di abbaiare anche da sola, la seconda bela in gruppo. Grazie per la visita.

Gians ha detto...

Sam, mai visto un prete offrire il suo vino. ;)

rossaura ha detto...

Non ho ben capito se ha fatto scandalo aver dato l'eucarestia ad un cane oppure averla data ad un cane bastardo?
Credo che la differenza sia sostanziale :-)

nicbellavita ha detto...

Uahuhauhaahua: al mio Thiago darebbero la scomunica, altrochè...