mercoledì 7 aprile 2010

Poco attendibie pure io; sono a rischio




In una convention segretissima, convocata tramite rintocchi di campane dalle basiliche di tutto il mondo e tenutasi nella foresteria del vaticano, i pochi cardinali presenti hanno affrontato la grave situazione determinata dall'ascesa irresistibile della libido in numerosi sacerdoti sadomaso. Gridando fortissimo per coprire il coro a cappella, appunto nella cappella di fianco mentre i sagrestani in un angolo contavano carriole di monete, Tarcisio Bertone si è chiesto con franchezza se lo sforzo di modernizzazione della chiesa cattolica non stia subendo qualche ritardo. L'egemonia dell'associazione no profit Stupratori&Killer s.a.s è vissuta con crescente fastidio. Mentre a Sodoma, le inculate le si dava via come il pane. Sentite queste parole, l'affiliato di Milwaukee monsignor Rembert Weakland si alza in piedi piccato e in uno slang tipicamente statunitense dice: "the Italian usuals that cry, we with the deaf-mute go very well". Bertone entusiasta abbraccia l'affiliato e sussurra, si trovino altre categorie di persone poco attendibili, il mondo ne è pieno.

18 commenti:

enne ha detto...

Cos'è la stretta sorveglianza spirituale?
Tutte parole vuote di senso, a me pare.
La morte per cause naturali di Murphy potrebbe non essere stata poi così naturale, no?

metropoleggendo ha detto...

che i drogati, i pregiudicati e gli instabili stiano attenti e si tengano alla larga dai banchi di chiesa

Arci ha detto...

cappella ? in che senso ?

Gians ha detto...

Enne, converrai con me che sono vuote ma la farcitura implicita del "volemosse bene" è sempre presente. ;)

Gians ha detto...

Metro, eppure una certa schiera di pregiudicati io la vedrei bene a confrontarsi con alcuni sacerdoti esagitati. ;)

Gians ha detto...

Arci, in senso architettonico. ;)

Lucien ha detto...

"Sordomuti poco attendibili"... la pietas vaticana.
Io intanto alla larga ci ho tenuto mio figlio.

amatamari© ha detto...

E' nel modo politico di affrontare questo letamaio per renderlo infine quasi plausibile che si svela l'atemporalità del potere ecclesistico. Non è cambiato niente dai tempi descritti da Magni nel film "In nome del Papa Re" se non l'orientamento sessuale - ma non è detto, eh!
Poi, a voler pignoleggiare, la trasformazione della sofferenza del Cristo in potere che si nutre di violenza fisica e psichica è anche precedente ma mi taccio e non entro nel merito per non tediare ulteriormente.
:-)

enne ha detto...

Wow: in tv c'è padre Amorth in collegamento. E Odifreddi in studio.
:)

Gians ha detto...

Lucien, solo oggi a pranzo con una collega ho sentito di una sua zia divenuta suora, cresciuta in una famiglia di atei. Diciamo che a non non piacciono i pregiudizi, cerchiamo di stanne alla larga ma contemporaneamente ci pariamo il culo. ;)

Gians ha detto...

Ama, non tedi anzi rimembri fatti che cascano a fagiolo. Il "vizietto" sessuale è insito nel genere umano, che, come scopo principale ha quello di evolversi tramite la procreazione. La forzatura del celibato ha creato certo degli scompensi anche se secondo me, con i fatti di pedofilia e killeraggio nei confronti dei nativi d'america poco ha a che vedere.

Gians ha detto...

Enne, ma dici Odifreddi o Siffredi (Rocco) sai non vorrei stesse a chieder consigli. :)

Zelda ha detto...

Che schifo...
La pedofilia non ha a che vedere con la cosa del celibato;però credo che non per niente una persona illuminata coem il cardinale Martini abbia levato quel grido:quella del celibato per i preti è una cosa insostenibile.

impollinaire ha detto...

vedrai come ti divertirai quando comanderanno gli iman, ma forse te l'ho già scritto, noi veggenti soffriamo spesso di arteriosclerosi, non so perché, ciao

Gians ha detto...

Zelda, conosco alcuni preti che si son fatti una famiglia, altra cosa è la perversione. ;)

Gians ha detto...

Imp, con loro avrei materiale in più su cui scrivere. ;)

Efesto ha detto...

ANCHE IO SONO INATTENDIBILE!
Può essere una nuovo slogan - visto che ora si parla solo così - per segnalare la nostra riprovazione per i silenzi delle gerarchie.

Gians ha detto...

Efesto, sul nuovo post parlo ancora di silenzi, e tu in quanto donna sei implicata. ;)