martedì 2 febbraio 2010

Oh Grisù




“Le donne siano soggette ai loro mariti come al Signore, perché il marito è capo della donna, come Cristo è capo della Chiesa, del cui corpo egli è il Salvatore. Come la Chiesa è soggetta a Cristo, così le donne stiano soggette in tutto ai loro mariti.” Paolo di Tarso lettera agli Efesini 5, 22. Nel 2004, il cardinale che sarebbe diventato Papa Benedetto XVI scrisse un documento del tutto simile, in cui si invitavano le donne ad essere partner sottomesse, evitando di assumere qualsiasi ruolo contrastante con quello svolto dagli uomini e coltivando "valori femminili" come la disponibilita' " ad ascoltare, ad accogliere, all'umilta' , alla fedelta', all'apprezzare e all'attendere". Ora a distanza di anni, mi spiego la passione per i caschi da pompiere.



65 commenti:

metropoleggendo ha detto...

c'è la fila qui...
http://tg24.sky.it/tg24/politica/fotogallery/berlusconi_antisismico_incontro_con_anziana_sopravvissuta_fotogallery_popup.html?p=1

Ugolino Stramini ha detto...

È un periodo che la Chiesa non mi va proprio giù, e tu non aiuti!

(ma tutti i dipendenti dei VVF o solo quelli con il casco?)

Gians ha detto...

Metro, cazzarola non ho fatto in tempo a leggere, la pagina non era più disponibile, fai una cosa raccontamela a colori e in 3D.

Gians ha detto...

Ugolino, non ricordo il giorno in cui ti andasse giù, in ogni modo il peggio non è passato, figurati che sono solo i pompieri d'azione a suscitare certe voglie. :)

metropoleggendo ha detto...

gians funziona, un bel copia e incolla e vedi... non si può spiegare le sensazioni che dà

Gians ha detto...

Metro, eppure nulla si muove, ora mi incuriosisci trovami un'altro link, o fai come ti dicevo prima.

metropoleggendo ha detto...

prova questo
http://www.laquilanuova.org/wp-content/uploads/2010/01/berlusconi-casco-terremoto-300x198.jpg

Gians ha detto...

Metro, il post potevo scriverlo quai tale e quale per lui, in ogni modo sapevo che il link portava a questa immagine, ma speravo di ridere con la tua descrizione. ;)

metropoleggendo ha detto...

con quali parole si può descrivere il brivido di (com)passione che ti attraversa di fronte a un energumeno di cotanta (im)potenza, che arriva capello al vento, virile (!) a salvarti dal pericolo imminente?

Arci ha detto...

sottomesse ... ecco la parola.
Però qualcuno dovrebbe spiegare loro che la cosa non vale per sagrestani e chierichetti.

Quanto ai pompieri è evidente che gli amministrativi non esercitano un fascino maggiore di quello di Fantozzi, invece i capi della Protezione Civile ....

Gians ha detto...

Metro, in realtà non ci sarebbero parole.. ma visto che mi piace impegnarmi provo a farne una: "opportunismo" ?

Gians ha detto...

Arci, il tuo giro di parole mi pare un netto riferimento ad affini, insomma amanti o fedifraghi. Vorrei capirti meglio prima che le ire "femministe" possano cucirti addosso un cilicio.

metropoleggendo ha detto...

Gians sei poco romantico, non mi sembri sensibile alle dinamiche più profonde e inconfessabili dell'erotismo. esiste la perversione!

Gians ha detto...

Metro, sono perversissimo figurati che, uno specchio collocato sul soffitto della camera da letto, mi è crollato rovinosamente addosso. Non ti dico delle ferite.

Tess ha detto...

fare sesso con il casco da pompiere è eroticissimo :-D

Cleide ha detto...

E se avesse ragione? Pensa che le unioni un tempo duravano una vita proprio perchè basate su questi principi. I tempi sono cambiati e le donne pure, ma possiamo leggere queste parole come un invito alla sacralità di un unione. E parlo di sacralità in termini laici sia chiaro. No sto impazzendo. Sto solo rivalutando alcune cosine.Pure gli idraulici :))

Mk ha detto...

...E sì stat furtunat che coccurun nun te l'ha scassat 'ncuoll 'o specchio:))))
Qualcuno traduca please:)))

Mk ha detto...

Ehm buonasera.:DDD

metropoleggendo ha detto...

arriva la traduttrice: ma lei è stato invero fortunato che non sia stata una qualche sua frequentazione a infrangerle il vetro riflettente addosso.
e buonasera Mk

Gians ha detto...

Tess, invece per il papa fare sesso col casco è da donne pervertite. :)

Mk ha detto...

Grazie Metro:)))
E sei stata alquanto civile e forbita tiè a proposito di parole:)))

Gians ha detto...

Cleide, capisco le tue rivalutazioni, sia chiaro che concordo con te nel farle. Chi rimane sempre uguale a se stesso, probabilmente non riesce a guardare il suo interno. Tu non mi pari grave, figurati, io ho saltato l'ostacolo che sta tra destra e sinistra e ora mi sono collocato in quell'area che più mi rappresenta. Detto questo no sono d'accordo con quanto dici ed esattamente sulla base del fatto che per la chiesa, la donna, continua ad essere una costola dell'uomo, una espressione davvero per me infelice, e tu da donna dovresti sottolineare.

Gians ha detto...

Moni, ma non sai delle mie frequentazioni partenopee? ho capito tutto.. :)

Gians ha detto...

Metro, gentilissima, all'occasione sarai in lista alla cima. :)

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

La verità é che il buon Ratzi vuole far concorrenza all'Islam che é molto chiaro (se portato in certi casi alle estreme conseguenze interpretative) nel dichiarare che la donna é sottomessa all'uomo.

Ed allora, siccome sa bene il Papa che molti uomini nostrani rimpiangono quei "bei tempi" nel timore che si convertano tutti all'islamismo ha cercato di porre rimedio in qualche modo lol(amaro).

Ciao
Daniele

Mk ha detto...

Gians...lo so che avevi frequentazioni-notare l'uso dell'imperfetto:)))(lo so:sono un poco carognetta ma sò chiù vecchia di te di 3 mesi e me lo posso permettere.:))
Mò faccio una constatazione seria:ma sai a quanti piacerebbe mettere questo papiello stampato in ogni luogo dove qualche donna cerca di affermare se stessa e le proprie idee?Abbiamo sindacalisti di mer** che vogliono dettare legge in un mondo che maschile non è, facendo leva sulle pecorelle del gregge.Le donne che osano mettersi contro di lui devono pagare lo scotto e pagarne le conseguenze.Tali uomini sono esseri miserabili che solo per il fatto di essere tali, si sentono in diritto di dettare legge.Ma con me non la spuntano:la mia dose di sottomissione l'ho già scontata.Ma purtroppo nell'80% dei casi le donne-vuoi per una non indipendenza economica vuoi per la famiglia e per tutta una serie di concause che va dall'ambiente ai condizionamenti familiari, si resta sottomesse.E non sempre questa condizione le trovi nelle fasce più basse del ceto sociale ma anche in quello medio alto,dove il grado di istruzione è pari o superiore al diploma.Molto spesso la sottomissione è di tipo mentale una sorta di autocensura che noi donne ci imponiamo per quel retaggio atavico difficile da scrollare di dosso.
AHHHHH
sono stata spiegata?:D

Gians ha detto...

Daniele, sarà per questo che vedo un'altro mondo? lontano da dogmi, dalla "maria" intesa non come stupefacente (anche se dogmaticamente sarebbe la degna traduzione) più vicina alla vita di ogni giorno.

Gians ha detto...

Moni, ti sei spiegata alla perfezione. Una cosa non mi è chiara, sai cosa? la "naturale" sottomissione della donna che, tu invochi come eredità naturale. Non credo sia così, no lo credo in base alla naturale evoluzione della specie, quel ragionamento poteva essere sostenibile, in tempi diversi! no ora. Dipendenza economica a parte.

Mk ha detto...

Si Gians è così.L'indipendenza economica ti dà forza e coraggio di operare scelte .Ci sono donne che però dipendono mentalmente dall'uomo ,si appoggiano a lui in tutto e per tutto avallando quell'assenza di indipendenza mentale che va di pari passo con quella economica.Gians la parità è ben lungi dall'essere connquistata in tutti i livelli:lavorativamente, familiarmente.Ci sono poche eccezioni.Basta vedere l'uso strumentale che tante donne fanno di se stesse e del proprio corpo pur di arrivare non pensando che ci sono altri mezzi per conquistare gradini nella scala sociale.Siamo d'accordo:anche quella è una libera scelta.ma siamo sicuri che sia tanto libera?Siamo certe che tale libertà non significhi essere poi schiave della propia immagine e di fatto essere sottomesse ad essa e a standard che non abbiamo stabilito noi ma ci sono imposti da altri?basti vedere la Dal Basso che fa delle tette per antonomasia parte preferita degli uomini, un uso strumentale.Ci sono tanti tipi di sottomissione Gians.troppi.

Gians ha detto...

Moni, solo una cosa, i tipici uomini che per esempio vedono la tettona come loro ideale di "femmina" sono facilmente identificabili. Fanno parte di una categoria che la sensibilità femminile riconosce al balzo. Cosa è allora che le spinge nelle loro grinfie? frequentano gli stessi luoghi? parlano assieme dell'effimera bellezza o dell'ultima borsa da un milione di euro di prada o cosa?questo per dire che a mio modo di vedere gli strumenti per una donna/uomo per decidere con chi stare ci stanno tutti. Fatte salve le decisioni premature, gli incidenti di percorso, credo che la donna sappia come tutelarsi, e nulla la religione ha da aggiungere se non che è in torto.

Mk ha detto...

quando si tratta di sentimenti, le donne non si turelano Gians.ER' questo il vero problema.Quando ci si innamora cala un velo davanti agli occhi e quella che a posteriori definiremo sottomissione a priori è solo amore.E lì hai voglia a parlare di tutele.E' questa la variabile che fa la differenza.E quando lo scopri è troppo tardi:hai bruciato già qualche possibilità.E spesso non puoi tornare indietro.Questo spinge nelle grinfie:l'amore in nome del quale tanti sbagli si fanno si sono fatti e se ne faranno ancora.

metropoleggendo ha detto...

Mk e Gians che bel duetto. mi vengono in mente un bel po' di spunti e riflessioni, ma ho appena finito di lavorare e sono cotta. men vo a nanna. magari domani torno su qualche perversione, sottomissione e ratzingata con più calma. notte

amatamari© ha detto...

Sono riuscita a sfuggire alla sottomissione per qualche secondo, giusto in tempo per segnalarti questo:
http://photoshopdisasters.blogspot.com/2010/02/silvio-berlusconi.html

Adesso scusa ma devo lasciarti che il mio pompiere mi chiamaaaaaaa
:-)

Gians ha detto...

Moni, la velocità con cui hai risposto mi è sufficiente per capire e darti ragione in molto di cui parli. Non me ne vorranno i lettori uomini, ma da quanto dici, io per primo prendo lezione.

Mk ha detto...

Gians...non voglio convincere nessuno ma solo far ruotare il punto di vista fino ad arrivare ai 360°.Ho imparato a sviscerare i problemi e a cercarne tutte le sfumature per capire fino in fondo che significato hanno e che non significa razionalizzare ma appunto capire.E spesso è proprio quella che manca: la comprensiobne che esiste un punto di vista differente da un altro e che non necessariamente l'uno confuta l'altro ma spesso sono solo due facce della stessa a volte maledetta medaglia:)))
E con questo passo e chiudo .:)
Ti abbraccio e ti lascio la buonanotte.:)
@Metro buonanotte :)

Gians ha detto...

, mi permetto anche da parte di Monica, sappi che il livello è sempre questo è io mi fregio grazie a lei a te e di molti altri di proporlo alla lettura. Alla sventura di chi crede e pensa i blog morti e sepolti.

Gians ha detto...

Ama, davvero un disastro. Per un divo della comunicazione essere sputtanati da photoshop è davvero umiliante.

ps, non farti spegnere.

Gians ha detto...

Moni, vista la stanchezza lo dici molto meglio di me, per questo ti abbraccio e faccio mio il tuo commento. Notte. :)

enne ha detto...

Adesso è chiaro perchè una donna, ad un certo punto, decide di farsi uomo?
Per il resto sposo assolutamente Mokella.
Quand'anche non ci fosse dipendenza economica, ci sarebbe comunque quella che ci porta ad essere sempre quelle che mettono le pezze.
Ed io mi sono scocciata a morte.

ps. Ammetto di avere un debole per i medici.:-|

Mio Capitano ha detto...

Se si trova una donna disponibile ad ascoltare, ad accogliere, all'umiltà, alla fedeltà, all'apprezzare e all'attendere, la prenoto io.

metropoleggendo ha detto...

In effetti Enne, sto sogno del pompiere fa veramente troppo americano. mi sa che io non ne ho neanche mai visto uno di pompiere. non subisco il fascino della divisa (anzi...), ma se proprio dovessi scegliere, che ne so, i finanzieri sugli sci (non a piedi, mi raccomando). io sono molto d'accordo con Moni. aggiungerei solo che l'abbozzare (che è cosa ben diversa dalla sottomissione) è sacrificio in qualche modo necessario per far sopravvivere la coppia: solo che dovrebbe tendenzialmente essere bilaterale, affidato alla sensibilità di entrambi di smussare. ma siccome poi la asensibilità è quasi sempre femmina, si instaurano dei ruoli tra chi corre e chi lascia correre.
quindi non si tratta di genetica predisposizione alla sottomissione, né di senso di inferiorità o di dipendenza, ma di intelligenza amorosa. comunque io devo ancora incontrare un uomo che non senta la propria virilità offesa dal fatto che la sua donna guadagni più di lui e abbia più successo di lui, e questo alimenta il gioco ruolo forte-ruolo debole come da cliché ratzingeriano. buona giornata a tutti

Cleide ha detto...

Gians, il mio non soffermarni sulla Chiesa era voluto, infatti ho scritto che vedevo la cosa da un punto di vista laico. Non mi piace la parola sottomissione in nessun caso e con il carattere che mi ritrovo certo non mi appartiene. Intendevo più semplicemente dire che noi donne dovremmo forse rivalutare l'essere donne nel senso più alto del termine. L'accoglienza, l'amorevolezza, l'umiltà . Insomma non sarà il caso di smetterla di scimmiottare gli uomini? Inizio a pensare che forse potremo riguadagnare terreno nel rapporto uomo-donna.:)

Mk ha detto...

Caro Gians...vedo che la discussioone è molto sentita e sta cosa mi garba assaje:parlare dell'universo femminile in un blog maschile :DDDD

Anonimo ha detto...

A chi si chiedeva cosa divolo si fosse messo in testa il Pres. ha risposto il link di Metropoleggendo.
http://specchio.ilcannocchiale.it

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Gians ha detto...

Per tutti, mi scuso per la lentezza con cui ho rimosso il commento del "simpatico anonimo" a cui riferisco di aver preso nota del suo IP, un consiglio per lui: non riprovarci.

Gians ha detto...

Enne, già di tuo per come ti conosco, se solita farti carico del mondo, immagino cosa sia per stare con un uomo che non collabora.

Gians ha detto...

Capitano, le liste d'attesa sono piene. ;)

Gians ha detto...

Metro, appena inizi a far carriera e a guadagnar bene potremmo conoscerci, io non mi offenderei a fare il mantenuto. :)

Gians ha detto...

Cleide, scimmiottare gli uomini credo si riferisca al loro stile di vita, alla carriera e al tempo libero che in genere sono le due cose che normalmente accomunano tutti i maschietti dico bene? o magari no. Se è questo il problema mi chiedo perchè anche le donne non dovrebbero avere queste possibilità? viceversa, se ad alcune tipologie di donne accusi il fatto di copiare gli istinti menefreghisti tipici nostri allora sappi che la penso come te.

Gians ha detto...

Moni, io ci provo, spero solo d'essere all'altezza. :D

Gians ha detto...

Specchie, ben ritrovate, in quel periodo chiunque indossava un casco come quello. :))

impollinaire ha detto...

mi sa che sei un masochista, ciao

sam ha detto...

Perché alla zietta piacciono i pompieri, mio caro Gians.

Gians ha detto...

Imp, e dire che un tempo potevo contare su una tua mano, ora non mi porgi manco una spalla su cui posarmi e piangere. :)

Gians ha detto...

Sam, questa è bella quindi è davvero una fervente!

Efesto ha detto...

Ho fatto l'errore di leggere Simone de Beauvoir....
sarà per questo che anche i pompieri fuggono a gambe levate per paura di bruciarsi????

Gians ha detto...

Efesto, Simone de Beauvoir no lo tengo nel cortile, tuttavia quanto ho letto si wiki mi ha aperto una nuova finestra, per questo ti ringrazio.

metropoleggendo ha detto...

mio caro Gians, io la carriera l'ho già fatta, e pure di quelle brillanti e fruttuose assai. poi decisi che non volevo far nulla. e la disfeci. mi avresti dovuta conoscere un paio di vite fa

Gians ha detto...

Metro, questo è un peccato! ma non dirmi che in un'altra vita sei stata una sorta di san Francesco, potrei cambiare idea.

metropoleggendo ha detto...

san francesco portava il casco? no, però ho provato a slavare il mondo. non mi è riuscito granchè.

Cleide ha detto...

Buona la seconda Gians. Chiaramente il pensiero da parte mia è stato esposto superficialmente e meriterebbe un discorso più serio e articolato, ma quello era :)

Gians ha detto...

Cleide, non sei stata superficiale per nulla, o meglio credo d'aver capito quanto mi spieghi, e bada bene a me le cose vanno sempre spiegate, sono duro di fabbrica. :)

enne ha detto...

Oggi sono venuta improvvisamente a mancare.
metro, io sono sensibile solo ai camici dei medici: chi ha parlato di pompieri?
Poi fino a qualche anno fa odiavo le divise con tutte le mie forze. Poi, pian piano, ho imparato a razionalizzare.

Gians, mi sono persa la perla dell'Anonimo. Immagino non sia stata una grave perdita, per me.

hai ragione: un tempo ero affetta dalla sindrome di Atlante. poi mi son rotta le balle.

rossaura ha detto...

La sindrome di Atlante? Bella questa! Veramente più che rompersi le palle alla fine sarebbe meglio "scaricare", ma siamo in democrazia...
Ho letto sopra l'anonimo, bella testina, qualche volta mi stupisco ancora che esistano siffatte contraddizioni. Per quanto riguarda quel signore vestito di bianco gira voce che lui per natura e per mestiere non abbia una grande considerazione delle donne, che dire? questione di caschi. Dall'articolo segnalato mi par di capire che alle donne piacciono gli eroi, ma nessuna di loro ha detto che sogna l'uomo che indossa la tiara... :-) ma loro sono inglesi però.