mercoledì 20 maggio 2009

Black a porter




La sagoma del giovane black-block vestito di nero che lancia una molotov si staglia sullo sfondo di una città disseminata di roghi fumanti. È l'immagine-simbolo della nuova collezione primavera-estate degli stilisti Sardi Podda&Gaviano che vestono i black-block da diversi anni. Il gesto estetico, per i black-block, è tutto. Secondo alcuni storici di area black-block Lenin fece la Rivoluzione russa al solo scopo di farsi fotografare con il pizzetto appena rifilato mentre arringa la folla, della quale gli fregava assai poco. Scopo dei black-block è dunque attendere che un gruppo di idioti chiamino il loro meeting con il fatidico nome G8, fosse pure una riunione di condominio, o di vecchi e rincoglioniti rettori, che consentano alle loro sagome scure, davvero elegantissime, di stagliarsi su uno sfondo fumante mentre il loro amico li fotografa. Nei loro provini al computer, alcuni black-block si ritraggono mentre lanciano una molotov, avendo sullo sfondo Hiroshima o il bombardamento di Dresda, che li eccitano moltissimo.

28 commenti:

Marcoz ha detto...

Riflesso pavloviano?

raser ha detto...

ci sono riunioni di condominio dove i black block avrebbero paura a mettere piede...

gians ha detto...

Marcoz, direi di si, non vedo altri motivi, insomma è inutile andare a lanciare molotov laddove non si parla d'altro che della prossima partita a tennis o su quante buche disputare la partitella a golf. ;)

impollinaire ha detto...

ma tu non sei un black block? credevo, mi sa che ho l'intuito femminile con le sue cose

gians ha detto...

Caro Raser, hai tutta la mia solidarietà, ma fammi una cortesia, viste le tendenze del tuo condominio, sei disposto ad organizzare un G8 nella tua cantina? ;)

gians ha detto...

Imp caro, mi limito a seguire l'evolversi delle tendenze. :))

ps, non sottovalutare quelle cose.

Tess ha detto...

Il nero poi, sfina tantissimo. Si sa

Daniele Verzetti, il Rockpoeta ha detto...

Certe volte vengono agitati spauracchi per giustificare certe "azioni".... Poi black block a Genova erano, molti di loro almeno, infiltrati della Polizia.

medita partenze ha detto...

oggi i telecronisti hanno riscoperto il sanpietrino, lo facevano vedere a tutti i TG... ricordo nei mitici 70 che quando si facevano i lavori stradali a roma i sanpietrini spostati venivano chiusi in depositi per impedire che divenissero proiettili contro la polizia, che dovette rifare anche gli scudi per rinforzarli..

rossoantico ha detto...

Caro Gians, ti riporto dei consigli che il Presidente Emerito Cossiga elargiva a Maroni lo scorso autunno. Ogni commento è superfluo.

"“Maroni […] dovrebbe ritirare le forze di polizia dalle strade e dalle università, infiltrare il movimento con agenti provocatori pronti a tutto, e lasciare che per una decina di giorni i manifestanti devastino i negozi, diano fuoco alle macchine e mettano a ferro e fuoco le città. […] Dopo di che, forti del consenso popolare, il suono delle sirene delle ambulanze dovrà sovrastare quello delle auto di polizia e carabinieri […] nel senso che le forze dell’ ordine non dovrebbero avere pietà e mandarli tutti in ospedale[...]

Un caro saluto,
claudio

gians ha detto...

Tess, fossi un modello di Podda&Gaviano mi vestirebbero di certo in bianco: ;)

gians ha detto...

Daniele, non voglio, e non ho le capacita di accusare alcuno, come al solito la verità sta nel mezzo. Detto questo ritengo sia necessario far sentire la propria voce, ogni "paese" democratico lo prevede, i popoli muti sono quanto di peggio possa esistere, quello che mi piacerebbe vedere, sarebbe un coordinamento di idee, sparare sul mucchio non produce nulla.

gians ha detto...

Mp bello, i remake non mi sono mai garbati, ora credo siano passati 40 anni, quindi anche gli armamenti mi piacerebbe fossero al passo con i tempi. ;) proponi qualcosa?

gians ha detto...

Claudio, quella sarebbe l'apoteosi della nostalgia, quando i movimenti studenteschi avevano qualcosa ancora da dire e non venivano sopraffatti da elementi "ultras" cui unico scopo è creare disordine.

cuncetta ha detto...

dire che sono vandali è un eufemismo.
e quel nero non è affatto elegante, no.

la bislacca ha detto...

I black block esistono eccome: avevano diversi capi, oggi capi storici, che faranno anche gli eurodeputati.
Detto questo (Cuncetta, ndTB),
nel periodo di Genova io e mia sorella soprannominammo G8 uno zio materno (certo: mio padre è figlio unico).
:-D

gians ha detto...

Cuncetta mia, so bene che il nero non ti piace, anche io vado per i colori solari. :)

ps, ma almeno su di me il nero non lo vedi diverso?

gians ha detto...

Bisla, erano quelli che mordevano le gomme dei gipponi della polizia?

cuncetta ha detto...

ma amò tu sei elegante anche quando indossi quello splendido bermuda a quadretti di oggi.
:DD

giovanni p. ha detto...

purtroppo certe volte(anzi spesso)i black -block non sono altro che elementi di disturbo inseriti dallo stesso potere allo scopo di far passare una manifestazione di dissenso per qualcosa di sbagliato e sociamente pericoloso(vedi Genova dove per il g8 furono imboscati diversi poliziotti in borghese tra la massa a istigare alla rissa).

Mk ha detto...

Anche i pizzaioli vestono di bianco.
Comunque sabato ho l'assemblea del comitato .E se la chiamo C140 che succede,visto che viene pure il presidente della commissione scuola e la stampa?M'aggia sta accorta?°_°Chi 'o sape se giorg mi venisse a fare da guardia del corpo...:)))

gians ha detto...

Cuncetta mia, una volta tanto che apprezzi... :))

gians ha detto...

Giovanni, succede anche quello che dici,e purtroppo succederà ancora.

gians ha detto...

Moni, sono sicuro che a breve si parlerà di un incontro tra te e la gelmini, sono già sicuro su chi la spunterà. :)

impollinaire ha detto...

ehi che fine ha fatto il poster più veloce del web?

gians ha detto...

Imp, tranquillo, ho solo qualche guaio informatico. :))

Lanza ha detto...

Mi aspettavo che in fondo al post citassi almeno la fonte.O forse la modifica dei nomi degli stilisti è sufficente ad esimere da un'usanza tutto sommato corretta?Con simpatia,Roberto.

Anonimo ha detto...

Infatuation casinos? curb this advanced [url=http://www.realcazinoz.com]casino[/url] enchiridion and confine a cope with up online casino games like slots, blackjack, roulette, baccarat and more at www.realcazinoz.com .
you can also sift through our untrained [url=http://freecasinogames2010.webs.com]casino[/url] intermeddle with at http://freecasinogames2010.webs.com and be remunerative in unexaggerated compressed currency !
another originative [url=http://www.ttittancasino.com]casino spiele[/url] carry out across is www.ttittancasino.com , in lieu of of german gamblers, bank up eleemosynary online casino bonus.