domenica 8 giugno 2008

Barriere


Sotto la foto, la notizia




Rimuovere le barriere
architettoniche, ma anche
mentali, e sopratutto
religiose, è di fondamentale
importanza.

Nonostante questo, buona domenica.



47 commenti:

Espressione ha detto...

buona domenica!!!
eSp.

escopocodisera ha detto...

mah! sai, gians, questa decisione del vescovo mi sembra proprio assurda. da cristiana non riesco a capire, ma so che anche dietro ad un vescovo c'è un uomo ed in quanto tale può sbagliare allo stesso modo in cui ognuno di noi sbaglia. approfondirò la questione per esprimere un giudizio fondato.
e, nonostante questo, buona domenica anche a te.

medita partenze ha detto...

Non trovo assurdità, la trovo una decisione in linea con l'insegnamento cattolico sul matrimonio cattolico, fondato sull'obiettivo procreativo (nonostante le molte aperture di non troppi, è rimasto questo il nodo centrale).
Trovo semmai assurdo (ma è una posizione personale) che si dia credito ancora ad una istituzione sempre meno "umanistica" e meno spirituale e sempre più istituzione autoconservante e autoreferente. Ma questa è un'altra storia, non voglio chiaramente offendere nessuno :-)

gians ha detto...

hei esp, grazie, pronto per la partita di domani? :)

gians ha detto...

esco, va bene, io aspetto, ma a quanto pare, il vescovo ha semplicemente osservato il diritto canonico, almeno questo è quanto dice la curia di viterbo.

gians ha detto...

mp, dici bene, questo post non vuole portare nessuno allo scontro, personalmente trovo assurdo e contraddittorio, che proprio la chiesa, non abbia nessuna pietà per chi, in una simile situazione continua a mantenere una spiritualità, che chiunque avrebbe perso.

Ugolino Stramini ha detto...

Penso abbia ragione mp: un'organizzazione che raggiunge tali livelli di assurdo senza negare se stessa è marcia dalle fondamenta.
A me non fu chiesta nessuna prova di capacità copulativa; spero non me la chiedano ora che cominciano a vedersi i segni dell'età :-D

Espressione ha detto...

si sono pronto gians;),per quanto riguarda il vescovo,se magari prima di parlare in carrozza ci stà un paio d'anni come me,forse gli si schiarirebbero le idee...
eSp.

Tess ha detto...

Dice bene Ugolino.
Quante persone si sposano essendo impotenti ? O sterili ?
E perché solo ad un disabile viene negato ?
E' una discriminazione bella e buona. Tutto qua.
Buona (fatta) domenica Gians

cuncetta ha detto...

Non mi meraviglio per niente.
Un pò perchè ricordo ancora qualcosa di diritto canonico, un pò perchè la chiesa non è solita perdere occasioni per rimarcare le sue concezioni grette e medievali.

tesò la canzone è dedicata a me?!
:D

gians ha detto...

ugolo, vero, di quella organizzazione, ne rimane solo una facciata, una facciata di cui spesso ne vogliamo fare uso, anche solo per occasioni particolari, come un battesimo, un matrimonio o un funerale, dovremmo sempre, e in ogni circostanza sapere cosa questo comporta, quindi aderire a comportamenti così assurdi.

gians ha detto...

esp, che vada a fottersi, lui, e il suo diritto canonico, forza azzurri. :)

gians ha detto...

tess, ormai è andata anche questa domenica, forse perchè a loro interessa solo l'apparenza, forse perchè, non vanno a fondo nei pensieri delle persone, quando si cerca di indirizzare la felicità in unico percorso, spesso si ottiene l'esatto contrario.

rip ha detto...

Come nonostante questo? La domanica la dobbiamo alla religione (-:

gians ha detto...

cuncetta, hai la capacità di mettere le cose a posto in un battibaleno.

ps, mi guardo bene da certe dediche. :)

gians ha detto...

rip, allora, meno male che sta per finire. :)

cuncetta ha detto...

bene, questo denota un certo tuo attaccamento alla vita.
:D

Capastuerta ha detto...

Ciao Gians! Mi sono un po' persa nel fine settimana, ma ho ritrovato la strada:)

Leggendo il tuo pat mi viene spontaneo pensare che "Non c'è più religione!!!"

Va bene la coerenza agli insegnamenti della Chiesa, del diritto canonico e compagnia cantante... ma la coerenza applicata sistematicamente senza tener conto delle contingenze e delle variazioni dalla norma... è rigidità mentale un po' assurda.
Per non dire altro.

Caro, buon lunedì!
Capa

Capastuerta ha detto...

Scusa è... sono diventata disgrafica...pure! Volevo dire POST, non PAT!
Capa più sveglia

Monica ha detto...

La chiesa ha fatto un passo indietro e si è chiusa a riccio.Mi è capitato di assistere alla Messa a Cassino e il sacerdote l'ha declamata di spalle.Bruttissimo.Come se noi non contassimo nulla.E per la chiesa l'amore conta meno del moltiplicatevi.Come se lo scopo del matrimonio fosse quello. E te lo dice una che nell'amore ha smesso di crederci da tempo.
Buona settimana.
MK

impollinaire ha detto...

ahimè gians, l'uomo è una bestia che ha bisogno di steccati dentro cui credere di scorazzare, per me è meglio la chiesa delle spiritualità pret a porter fiorite negli anni, non vedo alternativa

escopocodisera ha detto...

sì, monica, consentimi, lo scopo del matrimonio è proprio quello: la procreazione, del matrimonio cristiano, ovvio. l'atto coniugale è allo stesso tempo unitivo e procreativo e le due realtà non possono essere scisse. altrimenti, non sposatevi in chiesa. ma, sta' cosa del vescovo di viterbo e del diritto canonico non riesco a capirla. come se a me togliessero l'utero per un tumore e, ammesso che sopravviva, negassero la possibilità di sposarmi in chiesa...

NicPic ha detto...

si avevo letto, fa il paio con la negazione dei funerali a Piero Welby. Io credo che la Chiesa cattolica si stia dando delle gran zappe sui piedi da un po' di tempo a questa parte, perdendo completamente di vista "pietas" e solidarietà, per inseguire un rinnovato rigore nell'applicazione della propria ortodossia.

emma ha detto...

e buon lunedì...

gians ha detto...

cuncetta, ma..ripensandoci, morire per mano tua, non deve essere poi tanto male. :)

gians ha detto...

capa, hai ritrovato la retta via? bene sei assolta. quello che trovo assurdo, è il metodo, con cui la chiesa affronta scelte e prenda posizioni tanto importanti per gli individui, nello specifico è bastata la vista di una carrozzina, a scatenare un rifiuto, nei confronti di un loro fedele. mi chiedo se da oggi, prima di celebrare un matrimonio, chiederanno le analisi.

gians ha detto...

monica, con tutto il rispetto, penso che non ne abbia mai fatto nemmeno uno in avanti, e questo mi dispiace per tutte le persone che come quel ragazzo voleva semplicemente sposarsi, nella fede in cui crede.

gians ha detto...

impollinaire, non volevi dirlo, intendi forse pecore? perchè come dice qualcuno, "se il pastore lo chiama gregge, ci sarà un motivo".

benvenuto.

gians ha detto...

esco, infatti, non ho nulla contro la chiesa, tranne che in questi casi.

gians ha detto...

nic, perdono sempre ogni occasione buona, per mettersi al passo.

gians ha detto...

emma, trovo un pizzico di amarezza nel tuo inizio settimana. :))

astridnausicaa ha detto...

è un'impresa, in questo paese...
Ciao caro, buona partita.

barbara ha detto...

A tutte le latitudini e sotto tutte le legislazioni, il matrimonio è valido se viene consumato: se non è consumato, il matrimonio semplicemente non c'è. Se ci si sposa e poi il matrimonio non viene consumato, può essere tranquillamente annullato: non sciolto, quello che si fa è di prendere atto che quel matrimonio non è mai esistito. Tutto questo non ha niente a che vedere con la procreazione, un matrimonio tra persone sterili è perfettamente valido. Quindi registrare un matrimonio che si sa in anticipo che non potrà mai essere consumato significa commettere un falso in atto pubblico, in quanto si attesta l'esistenza di una cosa che si sa non esistere. Esattamente la stessa cosa che sposare, in un Paese in cui non viga la poligamia, una persona che si sa essere già sposata.

vulvia ha detto...

Sarebbe cosa buona e giusta. S dice così, vero? Un bacio.

gians ha detto...

astrid, a scrivere in questo momento, le tue sembrano "le ultime parole famose" azz, in questo paese è tutto difficile, ma vuoi scommettere che da oggi si parlerà più del 3-0 che dei diritti civili? :)

gians ha detto...

barbara, devo dire che il tuo commento mi sorprende, non in quanto tale, ma semplicemente perchè da tanto tempo, ritenevi che le tue parole non dovessero entrare in conflitto con altri pensieri, in questo blog nulla è cambiato, quindi apprezzo il tuo rimetterti in gioco, e credimi, in questo se vuoi, ti faccio compagnia. Tornando al merito del post, io vedo una discriminazione grande quanto una casa, per il semplice fatto che non tutti gli impotenti, hanno anche la sfortuna d'essere paraplebici, quindi mi chiedo, quanti virgulti la chiesa ha sposato senza conoscerne la virilità?

gians ha detto...

vulvia, direi di si, amen! bacio. :)

barbara ha detto...

Il tuo non mi sembra un argomento: certo che sarà capitato di sposare qualche impotente senza saperlo, e allora? E' una buona ragione per sposare chi si sa che lo è? Quel matrimonio semplicemente NON POTEVA ESSERE CELEBRATO PERCHÉ MANCAVANO I PRESUPPOSTI PERCHÉ POTESSE ESSERLO. Tutto qui. Esattamente come non può essere sposato chi non abbia l'età legale per farlo, o chi non lo fa per libera scelta. Magari capiterà che qualcuno si sposa perché viene costretto e non si sa, ma se si sapesse riterresti lecito sposarlo? Sinceramente non capisco in che cosa consista lo scandalo - e ancor meno capisco l'accostamento con il rifiuto dei funerali religiosi a Welby. (meno che mai capisco la tua singolare affermazione che io abbia in qualunque momento ritenuto che le mie parole non dovessero entrare in conflitto con altri pensieri).

gians ha detto...

barbara, sei sempre la benvenuta, non mi piace continuare a mescolare vecchi discorsi, quindi tornando sull'argomento, perchè questo lo è, ti dico che non c'è nessun collegamento tra paraplegia e impotenza, su quali basi la chiesa si poggia? lascia stare barbara, stiamo al passo con i tempi, che è meglio.

barbara ha detto...

Beh, tu hai linkato un articolo e l'articolo dice che non può avere rapporti sessuali. Se hai altre fonti che dicano che non è impotente le devi mettere, altrimenti quello passa il convento e su quello mi baso.

Espressione ha detto...

Esiste una "piccola" contraddizione di fondo: il prete quando celebra il rituale recita" dovete stare insieme nella buona come nella cattiva sorte" più cattiva sorte dell'essere paraplegico e/o impotente:)indi per cui ne deduco che stì preti e vescovi le girano a seconda di come gli tira(!?!),il che non è serio e coerente:)sa di presa per il k:)
eSp.

gians ha detto...

barbara, a tale proposito leggiti il commento di ugolino. ha già risposto lui.

gians ha detto...

espressione, dillo pure: presa per il culo. :)

barbara ha detto...

Io ho letto il commento di Ugolino. Dubito invece che tu abbia letto i miei. Comunque chiudiamola qui, i dialoghi tra sordi decisamente non mi entusiasmano.

Anonimo ha detto...

a barbara ma non ti sembra di essere un pochino per non dire troppo pesante? e tira l'aria se no t'ingolfi.

barbara ha detto...

Certo che ne ha di argomenti, la Signora, per rispondere ai miei. Per non parlare della fantasia nel variare e articolare le Sue repliche ai miei interventi. Comunque Si tranquillizzi, mia cara: visto che basta la mia sola presenza a scatenarLe attacchi di ulcera, d'ora in poi potrà dormire sonni tranquilli. E brindare al successo dell'impresa - perché era questo l'obiettivo, vero? Non che non si fosse capito fin dall'inizio, ma ad un certo punto ho stupidamente ceduto alle insistenze dell'amico Gians affinché tornassi a commentare qui. Ebbene, non Si preoccupi: di cedimenti non ce ne saranno più. Mi stia bene.
A tutti gli altri auguro buon divertimento: continuate pure a raccontarvi le vostre storielle tra di voi, tutti insieme, in coro; continuate a darvi ragione tra di voi, tutti insieme, in coro; continuate a congratularvi tra di voi per avere avuto la stessa brillantissima idea, tutti insieme, in coro. Io, che i cori li ho sempre detestati, passo e chiudo.

gians ha detto...

barbara, hai deciso, mi sta bene! sei liberissima, le mie "insistenze" erano volte ad avere un tuo contributo, cosa che puntualmente non riesci a portare, ti trascini dietro, tanto di quell'astio, che le persone arrivano a non sopportarti. Per quanto dici nel tuo ultimo commento, dove tratti tutti da perfetti imbecilli sappi, che l'ho lasciato solo per risponderti. un simile prossimo sfogo su queste pagine, sarà immediatamente rimosso.