martedì 10 giugno 2008

Insonnia



"Sono lì, nel silenzio notturno, fermo di fronte
a uno schermo acceso come una finestra sul
giorno. Il mondo che si propone hai miei occhi
è bidimensionale, caotico, fatto di solo presente,
le parole sono scritte o pensate, o immaginate.
A leggerle è la mia voce interna altrettanto
improbabile."

E' così, che Vincenzo Cerami vive la sua
esperienza sul web, ignorando completamente
l'esistenza dei blogger, e di quante verità
si scrivano in questi luoghi.

35 commenti:

medita partenze ha detto...

non capisco perché parla di bidimensionalità del mondo del web, a me sembra multidimensionale, con decisamente più chiavi di lettura del non web (non uso apposta i termini reale e virtuale, mi sono già espresso qui e da me sul fatto che sono solo la strumentazione con cui si trasportano i sentimenti: anche scrivere una lettera sulla tavoletta di cera come gli antichi romani è virtuale!).
come persona (persona, lo ripeto, non cartone animato) che scrive e legge e viaggia e in parte vive sul web non trovo limitazione, ma proiezione - semmai - e estensione: in altri termini avrei più capito una vertigine per lo spazio aperto, più che un sentimento di vicoli e carrugi, come mi sembra di ricavare dall'articolo...
W i blog :-)

bp ha detto...

"fatto solo di presente", magari fosse così. c'è tanto passato, tanti ricordi che altrimenti non sarebbero mai stati raccontati..

cos' 'e pazz!

gians ha detto...

mp bello, infatti per uno scrittore vedere in modo bidimensionale un qualsiasi piano, credo sia una grossa limitazione, implicitamente dichiara che quanto scrive, fosse solo perchè, sta in un foglio non debba aprire la mente e descrivere una sensazione vera, che di bidimensionale non ha nulla, anzi, questa spesso coinvolge più sensi, della visione del grand canyon al tramonto.

gians ha detto...

bp bella, cose da pazzi sì, se solo si soffermasse a leggere quante storie di vita vera, ci sta in mezzo a tutto questo bordello, magari cambierebbe idea. :)

Mk ha detto...

e questa me la dedico..
Ciao,Gians
Mk

Espressione ha detto...

apparte la storia del bi-dimensionale dove inviterei il buon Cerami a farsi una partitina a Bio-shock su un buon pc da 2000 euri,poi vedrebbe le profondita'in terza dimensione della morte,gli riconosco però l'onestà del buon scrittore classico tradizionale che affronta temi perchè di moda o perchè richiesti dal mercato,di fatto non conoscendoli a fondo,però bravino a scriverli nonostante ciò,
ecco per l'appunto...
eSp.

cuncetta ha detto...

tutto dipende dall'approccio che si ha con il mondo dei blog.
se è uno scrittore a farlo con il puro scopo di trovare materiale d'ispirazione, la bidimensionalità c'è eccome.

bacio

GdS ha detto...

nel caso di Cerami, scrittore è una parola grossa...

Tess ha detto...

secondo me è solo colpa dell' insonnia

gians ha detto...

monica, anche io mi dedico, e mi approprio illecitamente dei pensieri del leopardi, attenta a scegliere. :)

gians ha detto...

esp bello, a parlare di ciò che non si conosce, spesso ci si fa delle gran brutte figure, poi è vero, che lui possa anche essere gradevole da leggere, ma in questa materia, dimostra di farlo per puro consumismo.

gians ha detto...

gds, dopo quanto ho detto, tu mi dai la conferma.

gians ha detto...

cuncetta, credo che lui si sia fermato a you porn e si sia ammazzato di pipe, mi dispiace per lui, che pure in quello, si sia concentrato solo alla bidimensionalità. bacio

gians ha detto...

tess, dell'insonnia, e dell'ignoranza, della presunzione di scrivere di un mondo che non si conosce, questo è quello che penso.

impollinaire ha detto...

mi sembra che giornalisti e scrittori considerino i blogger come una massa di onanisti che si scrivono addosso nel disperato tentativo di farsi notare, e anche se fosse? naturalia non sunt turpia, o qualcosa del genere

monica ha detto...

Non ti preoccupare,ho espropriato anche quelli!!!!!:)
Ciao
Mk

rip ha detto...

E anche queste automobili, così rumorose.

escopocodisera ha detto...

w i blogggg e chi li ha inventati! faglielo sapere a questo cerami...

gians ha detto...

dici bene impollinaire, si tratta solo di scegliere i porti giusti. ehehe.

gians ha detto...

monica, una sorta di esproprio proletario? :)

gians ha detto...

rip, ti disturbano il sonno o cosa?

gians ha detto...

esco, mò lo chiamo eheheh. :)

vulvia ha detto...

Devo dire che non mi piace molto come scrittore, poi il mondo dei blog è criticato aspramente da coloro che non lo conoscono appunto. Pregiudizi. Buona giornata. :)

babbo ha detto...

---Ciao gians.
Ci sono.
Saluti.
Babbo.

cuncetta ha detto...

e tu come lo conosci quel sito eh?!?

mhmm..

emma ha detto...

giansolino, lo sai che si sprecano le paroline di artista e scrittore e autore e genio? lo sai, lo so.
quindi temo sia, come dice la tess, solo insonnia.
che è anche una brutta cosa, visto che la conosco.

bp ha detto...

giaaans dove sei?

monica ha detto...

Un esproprio mentale Gians.Esclusivamente mentale...
Ciao
Mk

gians ha detto...

vulvia, siamo continuamente alle prese con i pregiudizi.. purtroppo. buona giornata cara.

gians ha detto...

hei babbo, felici tu ci sia, torna quando vuoi. :)

gians ha detto...

cuncetta, si capisce che lo conosco? :)

gians ha detto...

emma, vero, che spreco! tutte quelle paroline al vento. :)

gians ha detto...

bippina, eccomi, ti stavi preoccupando per me? grazie cara. :)

gians ha detto...

monica, meno male. :)

escopocodisera ha detto...

ciao gians!