domenica 27 febbraio 2011

Il suicidio della sinistra sta anche in queste cose





Sono andato a leggermi per intero il Trattato di amicizia, partenariato tra Italia e Libia, una palla unica credetemi. Tuttavia, a prescindere dal fatto che è stato fortemente voluto dall'attuale governo, non vi ho trovato alcun punto in cui l'Italia possa con questo documento essere amica del solo Gheddafi e non del popolo Libico. Non capisco quindi, perchè mai, proprio ora che i libici stanno liberandosi dal loro dittatore, la sinistra italiana chieda a gran voce la sospensione di tale importantissimo Trattato che, probabilmente solo ora potrà essere messo in atto.

20 commenti:

Arci ha detto...

il PD ha votato la ratifica parlamentare del trattato ad eccezione dei 6 deputati radicali e di Colombo.

Adeso che (il compagno) Gheddafi sta per cadere, evidentemente il trattato non va più bene.

PS: da Alter abbiamo scritto insieme ma io ti sono finito davanti ;)

PPS: nel mio penultimo post ho beccato BARBARA

Gians ha detto...

Arci, la mia "visione romantica" come dici tu, non mi permette di iscrivere nel libbro matricola dei comunisti un personaggio come Gheddafi, tuttavia quanto dici su quel voto in parlamento è sacrosanto, con l'aggiunta però dell'Udc di Casini, che seppure non sia nel pd, sta all'opposizione. Ora vedo che hai detto a Barbara..

disASTRID ha detto...

è inquietante tutto questo!
io mi trovo sempre misteriosamente sulle posizioni dei radicali, che strano...

Anonimo ha detto...

http://www.unimondo.org/Notizie/Accordo-Italia-Libia-solo-vergognosi-aiuti-vincolati-a-rischio-i-diritti-dei-migranti

consiglio di leggere anche questo...

bisous
WW

Anonimo ha detto...

anche questo non è male...
http://www.meltingpot.org/articolo15750.html
WW

AlterEgo ha detto...

beh, immagino che l'impegno alla non ingerenza negli affari interni della Grande Giamahiria araba libica popolare socialista sia poco fattibile, date le circostanze...

Erasmo ha detto...

In effetti, i trattati sono fra paesi e non fra governi. Se il nuovo governo sarà bello e buono come ci dicono, sarà solo un bene avere un bel trattato di amicizia con loro. Chi invece, dopo averlo votato quando c'era Gheddafi, non lo vuole più quando Gheddafi se ne va, è chiaramente pro-gheddafi. Come, del resto, 42 anni di ingloriosa storia stanno a dimostrare. E anche questo, recentissimo:

http://www.30giorni.it/it/articolo.asp?id=22542

Anonimo ha detto...

a non volerlo, adesso, sono tutti quanti

chi vorrebbe continuare a sostenere un criminale, come il colonnello?
la figura di merda peggiore l'ha fatta qualcuno, baciandogli le mani...

Erasmo, hai ragione sugli accordi tra i popoli (anche se non ricordo di aver visto un accordo, deciso a livello popolare...), ma vorrei ricordare che il colonnello e il nostro Impareggiabile avevano anche stretto accordi di tipo "privato" (sulle televisioni private, ricordate?)

anche gli infallibili della destra sbagliano, no?

in questo caso ha sbagliato anche il PD, che, vorrei ricordare, non è la Sinistra tout-court
WW

Gians ha detto...

Astrid, aggiornami sulle posizioni radicali. Queste sono talmente volubili che dal tuo commento delle 16.20 a ora potrebbero essere cambiate ancora.

Gians ha detto...

Ww, ho seguito il link e per quanto mi è capitato di leggere ci sono cose non prive di fondamento miste ad altre tutte da valutare, come per esempio la perdita occupazionale da parte della Libia nel caso le imprese italiane costruissero secondo come descritto dal trattato le grandi infrastrutture a spese dell'Italia. A tutti è noto che le imprese in questione seppure italiane, assumerebbero le maestranze in loco, non sarebbe infatti conveniente pagare la trasferta al muratore bresciano.

Gians ha detto...

Alter, ora come mai invece l'ingerenza straniera porterebbe più danni che benefici.

Gians ha detto...

Erasmo, grazie per quest'altro prezioso contributo, che sta solo a sottolineare l'idea di fondo: il trattato ridona dignità al popolo libico e non al singolo Gheddafi che, tuttavia nella sua ostinata lotta lo ha ottenuto.

Gians ha detto...

Ww, ti superi, negare un trattato d'amicizia al popolo libico ora sarebbe come dire che era tagliato su misura solo per tutelare il loro despota. Ma non ti rendi conto di questa sottile differenza?

AlterEgo ha detto...

nel linguaggio dei trattati, ingerenza è anche dichiarare che Gheddafi sta commettendo una cazzata.

Gians ha detto...

Alter, dire cazzata è probabilmente riduttivo, sta ammazzando la gente per strada.. tuttavia prendo in buona fede la ragione per cui si è atteso tanto prima di denunciare il genocidio: evacuare prima i concittadini, mi pare sia una motivazione che regge.

Alberto ha detto...

La propaganda è la propaganda. Purtroppo.

Tess ha detto...

il problema sono i respingimenti, gians

Gians ha detto...

Alberto, converrai con me che la parola propaganda suona davvero di Vecchio.

Gians ha detto...

Tess, i respingimenti? non capisco a quale tipo ti riferisci.

NicPic ha detto...

Arrivo buon ultimo. Sulla questione condivido la posizione di Furio Colombo che è stata espressa qui:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/02/22/improvvisamente-si-scatena-la-meno-prevista/93352/

Sulla posizione dei radicali, da te definita "volubile" ma senza motivarne il perchè, questa è ben rappresentata in questo video:

http://www.youtube.com/watch?v=CQXmFlhvC30