martedì 18 maggio 2010

No Facebook day




Ecco uno dei vantaggi dei blog rispetto a Facebook. Nessuno mai, verrà a romperti le palle dopo anni che non ci si sente.

51 commenti:

metropoleggendo ha detto...

illuso: tu prova a sparire e poi vedi come ti vengo a rompere le palle!

Lucien ha detto...

Vantaggio fon-da-men-ta-le!

Arci ha detto...

soprattutto (CENSURA, anzi AUTOCENSURA)

enne ha detto...

Ecco: la spiegazione che ti dovevo cade a fagiolo.
Il poke, su fb, è una sorta di breve saluto che poi viene notificato al destinatario.
Non me la sento di demonizzare il social network tout court, nè di assumere atteggiamenti da snob.
Ogni cosa della quale decidiamo di usufruire sarà sempre come la vorremo: invadente, o discreta.
Se, poi, c'è il rompiballe che ti stana, puoi sempre ignorare, o dire di essere un omonimo.
:)

Efesto ha detto...

Il progetto "Diaspora" mi inquieta di più.
Del resto io ci sono su fb, e ho fatto anche begli incontri.
Non è tutta cacca quella che puzza ;)

enne ha detto...

Quoto Efestuccia.

Gians ha detto...

Metro, sarebbe gradito fino a prova contraria, e credimi con la tua assenza ultimamente mi stavi lasciando il dubbio. ;)

Gians ha detto...

Lucien, vedo che siamo allineati o qualcosa del genere. Spero però di coinvolgerti quale consulente musicale per dare vigore ad una idea radiofonica ancora in fase embrionale.

Reby ha detto...

Fase 1 di facebook, un anno e mezzo fa: avevo ritrovato i vecchi amici e compagni di scuola
dopodichè sono cominciati i guai, per troppa confidenza a persone mai viste prima ed abbondanza di dati personali seminati qua e là (ero un'ingenua patentata)
risultato: ho chiuso il vecchio account

fase 2 di FB (da pochi mesi): ora condivido solo link interessanti
niente informazioni personali (no, veramente qualcuna, ma poche...)
ho pochissimi e fidatissimi amici
non rispondo nè faccio più giochini scemi
e vivo tranquilla e beata

Gians ha detto...

Arci, fino a quando ci si autocensura, potremmo dire che si è giunti al culmine della libertà. :)

Gians ha detto...

Enne, naturalmente volendo o potendo, ognuno mantiene il suo anonimato nella misura che preferisce. FB è sotto inchiesta per la diffusione di dati personali, a cui aziende, servizi di vigilanza o altro possono accedere. Sicuramente sui blog è possibile fare altrettanto..ma non è questo il punto. Solo pochi giorni fa parlavo con un amico che usa fb, solo per le faccende che descrivi, liberissimo di farlo, ma è l'opportunismo che concede il mezzo che personalmente a me infastidisce.

Arci ha detto...

l'autocensura è come il suicidio, un estremo atto di libertà ;)

Gians ha detto...

Efesto, da quando mi conosci? circa due o tre anni credo! allora non potrai anche volendo mettermi nel mazzo dei qualunquisti. Detto questo, fammi conoscere i dettagli di questa diaspora, sono curioso, non nè conosco i dettagli.

Gians ha detto...

Enne, aspetta a quotare. :)))

Gians ha detto...

Reby, il tuo commento è uno spaccato di vita su FB, immagino quello percorso milioni di utenti come te. Allora mi chiedo che senso abbia tutto questo. Con sistemi del tutto analoghi, gli incontri (se questo si desidera) possono nascere meglio ma molto meglio sui blog.

Efesto ha detto...

Non mi piace il nome Diaspora. Tratto da Wikipedia:
"Diaspora è un termine di origine greca (διασπορά) che descrive la migrazione di un intero popolo costretto ad abbandonare la propria terra natale per disperdersi in diverse parti del mondo.
Spesso confuso con il termine migrazione, la diaspora è in realtà un movimento forzato di un gruppo omogeneo religioso e/o etnico che si è assicurato la sua sopravvivenza, seppur gruppo minoritario, in una terra che non è la propria, si è adattato ed ha radicato la propria cultura".
Non mi sembra così epica l'eventuale migrazione del popolo di FB verso altre piattaforme che si proprongono lo stesso scopo.
Detto questo: non ho mai inteso metterti nel mazzo dei qualunquisti. Come ti è venuto in mente?

Gians ha detto...

, facciamo un accordo illiberale. continuiamo a scrivere i nostri pensieri, che a noi piace vivere. :)

Efesto ha detto...

scrivi a me?

Gians ha detto...

Efesto, il commento precedente è per Arci, ora mi preparo per te.. che bella questa attività. :)

Gians ha detto...

Efesto, non essendo al corrente dei meccanismi facebocchiani, non sapevo di questo allontanamento. Certo leggendo sui giornali un trend in negativo della piattaforma, ho capito che l'effetto "moda" ha concluso il suo ciclo. Ora tu mi porti a conoscenza che parecchi utenti sarebbero alla ricerca di altri modi e mondi su cui navigare, ma lo scopo ultimo quale è? se si parte da FB, molto probabilmente si arriva a qualcosa di simile. I blog e quì continua la mia difesa nei loro confronti, nascono prevalentemente per dare spazio alla voglia di scrivere, il farsi conoscere (spesso come anonimo) è solo voglia d'essere letto.

Reby ha detto...

su fb ci ho messo la faccia, il nome ed il cognome
mi sembra questa una cosa onesta

sui blog non è per niente facile trovarne autografati

ergo, i contatti non sono poi così "sicuri"
lo scopo non è l'incontro, ma la conoscenza reciproca
come si fa se ci si nasconde dietro nick improbabili (il mio compreso)?

Reby ha detto...

comunque sul blog si sta meglio
si scrive di più
si legge meglio e di più
ci si conosce, forse con molta maggiore gradualità rispetto a fb
io passo il mio tempo qui, comunque, mica là...quindi significa che il blog mi è più congeniale
(ma non chiudo l'account di fb, che oltretutto uso anche come messaggeria privata)

Efesto ha detto...

Continuo ad essere dell'idea che lo strumento è un'opportunità, l'uso che se ne fa dipende da noi. In questo giorni ho avuto uno scambio epistolare riservato (ossia per mail e non sulla bacheca) con uno scrittore che ha voluto accettare la mia amicizia su fb e che altrimenti non avrei saputo come contattare (e si che avevo una domanda importante da fare!). Per contro, ci sono blog idioti che inquinano la blogosfera.
In ogni caso non è certo da me, blogger incostante armai da un po' di tempo, che devi difendere il blog :)

Gians ha detto...

Reby, sui blog si scopre il piacere della lettura, le affinità nascono da questo e non altro. Tutto il resto, i ricordi, la vecchie facce, sono escluse. Si legge, o si chiude e si passa ad altro. Questo a mio modo di vedere è libertà allo stato puro, cosa che in social network come FB in qualche modo viene negata.Altra cosa libertaria, anche sui blog ci si può mettere nome e cognome, e faccia (io lo ho fatto anche da poco) senza per questo essere rintracciati e perseguiti da chicchessia, e questo non è poco.

Gians ha detto...

Efesto, mi devi scusare se ti sono apparso come un vecchio bacucco che no accetta le "novità" una cosa è certa, vedo i blog più virtualmete vicini alla carta e penna che no i social network. Che poi a me qualcuno dovrà spiegare come mai questi siti debbano specificatamente inserire la parola "Work" in quello che invece sarebbe puro tempo libero.

enne ha detto...

Riquoto Efesto.
Sto cercando di abbordare Filippo Timi, ma accetta solo fan. :-S

Efesto ha detto...

Non credo che chi non usa FB sia vecchio bacucco e gli altri siano "il nuovo che avanza".
In fondo non è così importante. Ultimamente mi sono iscritta anche ad un altro social network, solo che non ho ancora capito a che serve. Come vedi, anche io sono alquanto rinco ;)

Efesto ha detto...

@ Enne, non ero mai stata tanto quotata in vita mia !!!!!!
;)

Gians ha detto...

Enne, ma chi è questo Filippo, quasi sono geloso. :)

Gians ha detto...

Efesto, sono su un punto di svolta, non potendo confutare le tue ragioni, quasi faccio come la Carfagna a proposito delle associazioni omosessuali. Dammi l'onore d'aver cambiato opinione, o almeno quasi.. :)

Efesto ha detto...

Come poter rifiutare l'onore che, a singolar tenzone, la signoria vostra ha dimostrato di saper difendere con cotanta gagliardia.
PS: come vedi troppi libri fanno male :)))))

Tess ha detto...

gians, mica crederai di cavartela così, vero? No perché veniamo a prenderti sull'isola :-D

Gians ha detto...

Efesto, sui blog sono impavido come nella vita, ho come te la forza del non dover nulla. :)

Gians ha detto...

Tess, sulla mia isola sarei pronto a farti una capanna da mille e una notte.

metropoleggendo ha detto...

torno torno, solo piccole faccenduole di sistemazioni

Zelda ha detto...

ti leggo nello stato di giusta incazzatura cerso Fb, visto che sono incorsa in uno sgradevole incidente...e allora oggi quasi sottoscrivo!

flyhigh ha detto...

Ciao Gians...m'inserisco anch'io, sul tema fb, giusto per dire un'ovvieta' e cioe'che e' un po'una vetrina, come ci si comporta rispecchia la nostra personalita'...poi sta a noi ignorare o divertirci.

impollinaire ha detto...

ehi gians, sei tu? nonc i posso credere, da quanti anni è che non ci sentiamo?

impollinaire ha detto...

ehi gians, ma da quanti anni è che non ci sentiamo?!??!!?

impollinaire ha detto...

sei tu, sei proprio tu, incredibile, incredibile!!!!!

Alberto ha detto...

E infatti a me le hanno rotte. Ma se non ci vedevamo più e stavamo così bene senza sentirci...

enne ha detto...

L'attore più arrapante sulla piazza.

enne ha detto...

Efesto, come al solito io attiro se faccio l'umorista.
le donne che si piangono addosso non se le fischia nessuno. :-|

Gians ha detto...

Metro, certo che devi avere un pc davvero impegnativo da sistemare. :)

Gians ha detto...

Zelda, incazzato magari è troppo, diciamo che è un mezzo che non mi entusiasma.

Gians ha detto...

Flyhigh, vetrina di certo, anzi non trovo un paragone migliore. Grazie per il tuo commento.

Gians ha detto...

Imp, vecchia teppa, ma guarda come è piccolo il mondo, come hai fatto a scovarmi? :)

Gians ha detto...

Alberto, infatti se ci si è persi di vista qualche motivo di fondo deve esserci, la penso esattamente come te.

Gians ha detto...

Enne, vado a documentarmi.

enne ha detto...

Poi mi farai un resoconto dettagliato. :)

sam ha detto...

Sagge parole!
(però, se vuoi, puoi chiedermi l'amicizia su Fb)