martedì 27 aprile 2010

Delle discriminazioni





Le idee politiche sono tutte legittime, ma non tutte rispettabili. Per esempio che la giunta di centrodestra di Bergamo, abbia negato l'autorizzazione alla mostra fotografica titolata "Baci rubati" creata con immagini gay, non è rispettabile. L'alibi del sindaco che recita: "abbiamo posto attenzione alla sensibilità di bambini e anziani" Individua quindi delle categorie -bambini e anziani- da tutelare discriminando di fatto le persone omosessuali, relegandole a fenomeno da baraccone. Franco Tentorio, ti darei in pasto ai Village People.

16 commenti:

Ugolino Stramini ha detto...

Però Bossi e calderoli in fascia protetta sì; e dimmi che non sono discriminazioni, queste!

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

Stupidità portata alle estreme conseguenze e razzismo vergognoso oramai che esce allo scoperto.

Efesto ha detto...

Non capisco perchè gli anziani dovrebbero essere considerati immaturi come gli infanti. Ho sempre creduto nella saggezza data dall'esperienza e dall'età. Solo la sensibilità degli stupidi può essere turbata da un bacio rubato, e per quelli non è una questione d'età.
Per i bambini, non è proprio necessario che vadano ovunque, i genitori possono portarli al cinema a vedere i cartoni animati ...

Gians ha detto...

Ugolino, hai dimenticato Gasparri e Capezzone che vanno in onda in ogni tg, quindi praticamente quando gli italiani stanno a tavola, da questo potrebbero spiegarsi gli aumenti di patologie quali la gastrite ulcerosa.

Gians ha detto...

Daniele, esatto! colgo anche al balzo la possibilità di coinvolgere Ugolino dato che era testimone dei fatti, quando scrissi un post su un bar frequentato dalle comunità omosessuali della mia città. In sostanza sostenevo che l'esibizionismo di quel bar tra i suoi frequentatori non mi era sceso a genio (io ci ero capitato per sbaglio) e Ugolino mi fece notare che non ero mica obbligato ad entrare in quel luogo, bene, allo stesso modo quindi vedo questa vicenda, i bambini se non li porti a vedere una mostra, in genere non ci vanno da soli, per gli anziani non ho nulla da dire, si esclude addirittura la possibilità che un anziano sia pure contemporaneamente gay.

Gians ha detto...

Efesto, il senso è questo, ma l'ipocrisia di una destra che si definisce liberale, sta esattamente in queste prese di posizione, non si vuole ammettere che sostanzialmente si è rimasti all'idea di omosessuale=malato e quindi raggirano la loro vecchia ideologia, con questi metodi.

enne ha detto...

O alle sorelle Bandiera.
Gians, ma quanto caspita hai scritto???
Non riesco più a star dietro manco a me stessa, figurarsi agli amici...
:)

enne ha detto...

Riflettevo su quello che ha scritto Ugolino: forse il ghigno di Bossi o Calderoli in tutto il suo splendore sono un bello spettacolo?

Gians ha detto...

Enne, questo treno che probabilmente è troppo veloce anche per me, e che non riesco a tenere a freno, scaturisce dalla voglia di dire la mia, ma non ultimo dalla perversa smania di scalare le classifiche non lo nego. Spero tuttavia di non scadere in banalità, e il tuo rincorrere i vecchi post mi da coraggio. Tornando al post bossi e calderoli, finalmente sono stati messi in discussione, questo a Fini gli si deve riconoscere, e da suo ex estimatore lo ringrazio.

mk ha detto...

UQuesto è un razzismo subdolo...Sotto la facciata della tutela di fatto discriminano determinate categorie .Uso questo termine in maniera estremamente impropria perché nessun essero umno di fatto va categorizzato:)))tranne ovviamente i precari:))

Gians ha detto...

Moni, anche io scrivendo ho fatto una faticaccia immane per non utilizzare il termine, ma di fatto e se si tratta di contrabattere una ideologia vecchia e stantia, come per i precari si continua ad usare il termine.

Tess ha detto...

ma poi io dico, sapendo che è una mostra con immagini gay, e avendo vecchietti impressionabili in famiglia è proprio necessario che ti vengano appresso? Una sana serata a guardarsi ballarò niente?

impollinaire ha detto...

simpatica la chiusa, vecchia quercia da sughero, in effetti i bambini e gli anziani basta non portarli alla mostra, ciao

Gians ha detto...

Tess, che poi in certe serate Ballarò è ancora più sconcio di questa mostra.

Gians ha detto...

Imp, non sai quanto ci ho lavorato sopra. :)

Arci ha detto...

caro GIANS, l'idea che l'omosessualità sia una malattia è appartenuta anche a Freud che non era l'ultimo arrivato. Era la sua opinione, è l'opinione di tanti altri. Compresi molti omosessuali.

Oggi si preferisce pensare all'omosessualità come ad una preferenza, un gusto, un'attitudine. Ma anche questa è un'opinione.

Non ci sono verità assolute né in questi argomenti né in tanti altri. Non ne farei materia di fede. Né demonizzerei chi la pensa in un modo piuttosto che in quello opposto.

PS: non penso sia una malattia, e se pure lo fosse non mi affannerei a curarla.