venerdì 2 aprile 2010

Datemi un martello




Beh, si sapeva già. E da un bel pezzo. Viviamo in un sobborgo europeo, più clericale che laico, più bigotto che credente, più provinciale che cosmopolita, più chiuso che aperto. E se al natale si è tutti più buoni alla pasqua giocoforza si è tutti più carogne. Chi mai avrà inchiodato quell'uomo? a cercare il colpevole si è ancora in guerra. Una via crucis infinita.

40 commenti:

Mk ha detto...

La colpa è dei comunisti, Gians e delle trasmissioni come quella di Santoro per non parlare di certi magistrati che osano indagare contro la Chiesa.
Di che ti meravigli?:)))

Gians ha detto...

Moni, si anche quelli, ma pensavo a qualcosa di ancora più primordiale memoria. E per questo sono ancora più meravigliato. :)

Mk ha detto...

perciò l'uovo?vai nella direzione di chi è nato prima?se Dio o zio Silvio?:DDDDDDD

Arci ha detto...

che cosa ne vuoi fare?

sonogrimilde ha detto...

Difficile lasciare un commento a questo post. Ci vorrebbe la sana ironia, ma non mi viene. Nè, tantomento, credo sia il caso di lasciarsi prendere la mano da riflessioni seriose sull'ipocrisia ancora imperante nella ricerca di quella responsabilità.
Se tutto era scritto non ci possono essere deicidi. Il resto serve solo ad alimentare odio. Tuttavia, la storia, anche recente, insegna che i sentimenti primordiali dell'odio e dell'amore sono quelli che muovono le masse. E' solo una questione di comunicazione, nonostante le conseguenze.

Gians ha detto...

Moni, a cavalcare le opportunità salvifiche che la chiesa propone davvero non si trova l'uovo. Vero è, che una parte sinistra e per questo meno contaminata si tiene alla larga, ciò nonostante ha paura e molta, di dire la sua, infondo sono caragnate pure queste, cercare voti tenendo i piedi su due staffe.

Gians ha detto...

Arci, lo voglio dare in testa, a chi non mi và. :) Troppo facile il ritornello suona ridicolo ancora. Facciamo che nel contesto pasquale (ma anche ogni santo giorno) chi vuol fare qualcosa di suo non lo impone ad altri. ;)

Gians ha detto...

Grimilde, hai detto bene, pure io scrivendo questo post, mi chiedevo dove volevo andare a parare, se non andare a bastonare quei credenti che legittimamente ci fracassano le palle anche anche tramite una diretta tivù della via crucis capitolina. la stizza sta nel fatto che all'altra, parte quella agnostica, atea o almeno titubante uno spazio simile non sarà mai riservato sulle reti rai.

MK ha detto...

Siamo cattolici per tradizione non per vocazione.la chiesa farebbe bene a capirlo prima di scassarci con tutte le vie crucis che oggi hanno bloccato napolio e 36 quartieri.NOn ha manco piovuto che si facevano pure il bagno....:)

Gians ha detto...

Moni, immagino sarai pronta ad aprire la tua casa per la benedizione "postpasquale" :)

sonogrimilde ha detto...

Oggi ero al bar. Un signore ha attaccato bottone con tutti, il solito tipo che vuole fare a tutti i costi il simpatico. Il bar era pieno e tutti ridevano delle sue battute. Ha fatto gli auguri di buona Pasqua sottolineando che lui era assolutamente ateo e che non credeva a queste caz... della resurrezione. Poi è uscito e tutti hanno espresso il loro disappunto per tale posizione. Prima ridevano e poi erano scandalizzati. Gians, certe cose ce le hanno inculcate fin da bambini, al catechismo. Possiamo far finta di niente, ignorare, non andare a messa, ma di fronte ad un attacco diretto la nostra coscienza atavica reagisce.
E forse non è poi così sbagliato, con i tempi che corrono, questo rigurgito di identità religiosa.

Mk ha detto...

Sono sempre attenta alle benedizioni soprattutto a quelle che mi lanciano quando sorpasso sulla destra:)))

Mk ha detto...

sono sempre attenta alle benedizioni soprattutto quando me le lanciano dopo che li ho sorpassati sulla destra:))))

MK ha detto...

Gians sta piattaforma mi farà impazzire cu sti commenti.

Gians ha detto...

Grimi, a mio modestissimo parere è sempre detestabile l'imposizione del proprio pensiero, laico o meno che sia. Per imposizione intendo anche la "strabordanza" di spazi televisivi concessi e datti in concessione sulla parola. Se per te non è così sbagliato, allora si provveda a dare identici mezzi.

sonogrimilde ha detto...

Come pensi che sia possibile dare identici mezzi? Chi la organizza la diretta con la sfilata di Lucifero e i suoi satanassi di contorno? Certo non il TG1.
Ogni imposizione è detestabile, su questo hai assolutamente ragione Gians. Il problema è che, secondo me, quando si parla di religione scattano delle molle inconsce. Possiamo anche criticare il Papa, la gerarchia ecclesiastica, i preti e i loro misfatti, ma i dogmi fondamentali sono e reteranno sempre intangibili.

Mk ha detto...

mia figlia imita l'accento tedesco e mi fa:mamma e allora non uccitere.
e giù la risata:)Ecco.Se ci fossimo fatti più risate e avuto un approccio meno autoreferenziato con la fede e la chiesa forse tutto il carrozzone avrebbe viaggiato più leggero.

Gians ha detto...

Grimi, intangibili per certo, e democraticamente comunque restano discutibili, se non addirittura sovvertibili. E' chiaro che il nostro pensiero viaggi in sintonia , che altro dire..

se non che, appena posso ti aggiungo tra i miei preferiti. :)

Gians ha detto...

Moni, si ma anche no. Basterebbe che la chiesa restasse tale e i governi governassero senza le loro ingerenze. Utopia, visto che i voti si prendono da entrambe le parti. ;)

oude ha detto...

caro Gians,
vivere in un sobborgo europeo non è poi gran male per gente che vive ai margini di una galassia, ai margini dell'universo; più preoccupante quel "più bigotto che credente". hai ragione ma per le gerarchie è difficilmente ammissibile: si perdono clienti e, soprattutto, donatori.
per il resto non si può negare che la "favola cristiana" sia ben costruita, atta a toccare tutte le corde del sentimento umano. poco importa se è costruita sulle macerie o i contributi di precedenti leggende religiose: il "montaggio" cinematografico è perfettamente riuscito e, in duemila anni, ha tenuto in piedi una costruzione a prova di qualsiasi terremoto. non è la guerra che li spaventa, loro maestri di "crociate". penso che li ferisca e (spero) li distrugga la moderna "indifferenza".
anche se ti sembra che le cerimonie religiose abbiano un'indebito spazio mediatico ricorda quale spazio avevano nei secoli passati e che cos'era un papa ai tempi di Matilde di Canossa. adesso l'"omino bianco" di Roma è un residuato patetico avviato verso una serena "insignificanza".
buona pasqua o, se preferisci, buona pasquetta!

metropoleggendo ha detto...

la colpa di quel delitto è di che ne ha trasfigurato il messaggio. il tutto, come tanto altro, ben sepolto negli archivi d'oltretevere.

baci marini.

Arci ha detto...

Facciamo che ogni santo giorno chi vuol fare qualcosa di suo non lo impone ad altri.
Perfetto, ci sto.

Questo è il senso del liberalismo, per cui bisogna essere contro la teocrazia, contro il fascismo e anche contro il comunismo. Per quest'ultimo non bisogna accondiscendere sostenendo: si, hanno imposto, hanno massacrato, ma avevano altri ideali ... qualcuno ha sbagliato ma il principio era sano.
Bisogna essere chiari e coerenti, contro tutte le imposizioni. Sempre mettendo avanti le libertà individuali.
;)

Gians ha detto...

Oude, buon tutto, mi sento di augurarti sereni giorni, settimane mesi e anni, che davvero se nè ha bisogno. L'omino bianco questa volta credo si sia macchiato il vestitino, ma come sempre la fede occulterà e smacchierà anche questo.

Gians ha detto...

Metro, tu mi alterni mare e montagna con una disinvoltura fantastica. :) Bacia te.

Gians ha detto...

Arci, mi sentirei anzi mi sento di sottoscrivere ogni tua parola. Però di prego di concedermi ancora qualche bighellonaggio sui personaggi politici, sai io mi ci diverto. :)

Anonimo ha detto...

Tanti cari auguri di fioritura copiosa e impaziente, pasquale e non ;)
Rossella

metropoleggendo ha detto...

Giansino è che ormai ho fatto il cambio di stagione, tirato fuori tutta la mia meridionalità dalla naftalina ed eccomi già a godere delle prime spiagge

enne ha detto...

Sei riuscito a spiazzarmi: bravo.
Mi verrebbe da dire "la cattiveria degli uomini", ma sarebbe solo un retaggio delle mie frequentazioni di suore.
In realtà, come sai, negli anni ho rivisto e rivoluzionato ciò in cui credevo.
Per esperianza so che i bigotti e i clericali ottusi sono persone delle quali diffidare sempre.

Mk ha detto...

Gians...siamo troppo vicini al vaticano, siamo un feudo per così dire,ormai.
Vabbuò, nun ci pensamm:)))
Ti lascio una Buona Pasqua:)))
Mk

Daniele Verzetti, il Rockpoeta® ha detto...

All'epoca sembra che il o i colpevoli siano chiari. Quello però che noto é che oggi, ma già anche in passato, con quello che la Chiesa é e con i comportamenti e gli scandali che la riguardano nelle alte sfere e non solo, non passa giorno in cui non lo crocifiggano.

Auguri Gians
Daniele

enne ha detto...

Buon giorno di Pasqua, Gians: comunque tu lo voglia intendere.
:)

Gians ha detto...

Rossella, se non fosse per questo vento, sarei fiorito come un mandorlo. Grazie a te. :)

Gians ha detto...

Metro, tranquilla la merionalità non viene attaccata dai tarli. :)

Gians ha detto...

Enne, t'ho mai detto che avevo una zia suora? sappi che poche volte ha avuto la possibilità di vedermi, quando sapevo di una sua visita, mi nascondevo in luoghi remoti a tutti. :)

Gians ha detto...

Moni, si abbiamo fatto questa considerazione migliaia di volte, ma ora la vicinanza pare non sia l'unica ragione. Buone feste cara mia. ;)

Gians ha detto...

Daniele, hai perfettamente ragione, diciamo che molti lo usano come una ottima mascheratura. Un abbraccio e buone feste.

Gians ha detto...

Enne, grazie, è comunque un buon giorno. :)

Mk ha detto...

Gians...ma la vicinanza in un certo senso li sente obbligati a vivere fino in fondo vicende che a loro non dovrebbero interessare.In fondo non hanno il necessario distacco da sentirsi altro fuori da noi.Non sono italòiani ma di fatto lo sono e quindi esternano.:)
Buon pomeriggio

Gians ha detto...

Moni, esternano e sputano insomma fanno i conti fuori dalla loro pelle. Buona serata. :)

ps, pensavo fossi l'unico sui blog.

enne ha detto...

Sì che me lo avevi detto. :)
Io, invece,oltre alla iattura del collegio, ho avuto una nonna amica di un numero imprecisato di monache.
Ci riempiva la casa.
Ricorderò sempre i loro baci baffuti.