venerdì 18 dicembre 2009

Nuovi cartelli ministeriali




Il cartello recante l'iscrizione in tedesco "Arbeit macht frei" ("Il lavoro rende liberi") posto all'ingresso dell'ex campo di sterminio nazista di Auschwitz-Birkenau, in Polonia, è stato rubato da ignoti. Il ministro Brunetta spergiura d'essere estraneo ai fatti.

12 commenti:

enne ha detto...

Gians, questa è bella, oppure mi stanno passando le paturnie. :)
L'avevo letto anch'io: mah.
Che razza di gesto idiota.

Arci ha detto...

chi ce lo issava Brunetta fin la sopra ;)

Gians ha detto...

Enne, per chiunque si sia trovato dinanzi a quella scritta (a me è capitato) si prova un senso di rassegnazione e tristezza davvero profonda. Ora non capisco quale razza di barbara mente abbia potuto concepire un simile gesto.

Gians ha detto...

Arci, la tua deduzione è degna dei migliori investigatori. :)

Anonimo ha detto...

Le menti barbare ci circondano. Anche nel senso di straniere, ignote, incomprensibili. Oltre che violente.
Ciao. Buon fine-settimana

Biblioceca.ilcannocchiale.it

MK ha detto...

Il lavoro rende liberi.la precarietà disoccupati:)))Te garba?:)

egine ha detto...

mi vengono i brividi solo a vederla, il fatto è che tutto
diventa disneyland, che mondo complesso.

Gians ha detto...

Rossella cara, non saprei che rispondere, mi viene in mente solo che la mia naturale propensione nel riporre fiducia in chiunque, vacilla a causa di fatti come questi. Buon we a te.

Gians ha detto...

Moni, suona bene, ma non mi pare del tutto corretto dire così, diciamo che spesso si rimane precari a vita. Ma infondo, chi non lo è?

Gians ha detto...

Egine, è un mondo difficile (cit) e in tanti contribuiamo a vario titolo nel renderlo tale.

Arci ha detto...

caro ti è sfuggito il commento cartesiano al post precedente, quanto al Brunetta - da vecchio socialista - effettivamente potrebbe essere interessato alla libertà dei lavoratori ... prima di saponificarli.

Gians ha detto...

Arci, parli dei vecchi socialisti che fecero fuori la scala mobile? wow, sai quanto tempo libero e soldi ebbero in cambio? certo che lo sai, credo meglio di me. ;)