lunedì 14 settembre 2009

Farmacie di turno



Le sante farmacie. La salvezza del genere umano, sta nella loro istituzione. Migliaia di farmacie "moralizzate" sparse su tutto il pianeta. Unica controindicazione per gli utenti; Prima di entrare, per evitare alterchi indesiderati sul senso della vita, ci toccherà informarci sugli orientamenti religiosi e morali del gerente. Se cattolico (nel senso militante del termine) potrebbe infatti accogliere l’edito del Papa a estendere l’obiezione di coscienza anche al suo vapore, e rifiutarsi di fare commercio di "farmaci che abbiamo scopi chiaramente immorali". Tra la richiesta di Benedetto XVI di estendere anche ai farmacisti il diritto all’obiezione di coscienza, già riconosciuto ai medici antiabortisti e il pensiero pubblico non sussiste motivo di conflitto. Finché la Chiesa rivolge le sue "contrarie precauzioni" (fatte figli a iosa) ai credenti, non esiste (né è mai esistito) motivo del contendere. Ma quando la Chiesa sceglie di intervenire su comportamenti pubblici e provvedimenti di legge che riguardano tutti, il conflitto è semplicemente inevitabile. I cattolici hanno il diritto di non divorziare e non abortire, di non fare uso di anticoncezionali, di non sperperare nemmeno un frammento delle proprie convinzioni profonde a costumi o comportamenti che siano in contrasto con la loro pratica di fede. Ma identico diritto hanno i non cattolici di vivere secondo la loro coscienza, di praticare socialità, sesso, scelte affettive e di procreazione, nel seno di regolamenti e leggi che tengano conto delle sensibilità difformi e della molteplicità di culture di cui il nostro "paese" è costituito.


57 commenti:

Monica ha detto...

Ma hai scritto in tetesco o hai fatto un pò di errorini?:)))
Detto ciò,ti racconto un episodio che mi hanno riferito :una donna,insegnante precaria di religione,non ha potuto separarsi dal marito-uno str..patentato da str...-per timore di perdere il posto di lavoro.
Morale della favola:ora è in ruolo ma imbottita di farmaci antidepressivi che le impediscono di condurre una vita normale.
Ecco.E chest'è.
Vabbuò.Me ne vò.Buonanotte.:)
Incrocia le dita.
Domani vado a scegliere:))).
Mk

gians ha detto...

Moni cara, certo che i farmacisti sono una strana razza, come pure le insegnanti... sono inesorabili, grazie per la correzione, non si poteva leggere. :)) notte.

Marcoz ha detto...

Per far entrare dalla finestra ciò che non ne vuol saper di entrare dalla porta (chissà mai perché?), farebbero leva pure sull'obiezione di coscienza dei fruttivendoli, per far sì che venga negato persino il prezzemolo.

Per il resto, prova, Gians, ad andare a dire a un farmacista obiettore "Ok, fa' come vuoi, noi però liberalizziamo totalmente il mercato dei farmaci". Sai come s'offende?

Arci ha detto...

per fortuna da noi le farmacie sono imprese e non uffici di stato, per cui fino a quando la vendita dei farmaci "immorali" darà un utile li troveremo ... li troveremo.

La democrazia e l'economia di mercato riescono a correggere gli estremismi (ma non i cretinismi, purtroppo ... ma io insisto, sono un ottimista).
;))

Leftorium, il blog Riformista ha detto...

Vorra dire che i giovani potranno fare il servizio civile anche nelle farmacie. Verrano pagati in Gloria Padre e Ave Marie.

Left©

NicPic ha detto...

sottoscrivo caro gians, sai come la penso in merito

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Io sono stanco di questo atteggiamento violento e invadente del Vaticano!

rossoantico ha detto...

questa l'ho letta su facebook e mi ha fatto scompisciare dal ridere:
"se x la chiesa la pillola del giorno dopo e' gia' aborto, mi sorge un dubbio... la sega e' omicidio premeditato? ma soprattutto, il pompino e' cannibalismo"?
Ciao.

rip ha detto...

Mi chiedo come mai Ratzinger non imponga ai farmacisti cattolici di non vendere anche gli anticoncezionali. Ma sono paziente.

Lanza ha detto...

La farmacia dell'Ospedale della mia città non ha mai venduto profilattici o pillole anticoncezionali.Se dici qualcosa al farmacista ti risponde:"Decido io quali medicinali vendere,se li vuole comprare vada in un'altra farmacia"Non da ieri,da vent'anni almeno.Non mi meraviglio più di niente ormai.

Garbo ha detto...

Caro Gians,
la chiesa è intollerante per definizione, chiunque pensa di possedere una verità incontrovertibile è un fanatico che tuttalpiù può tollerare l'altro che sbaglia, a condizione che sia chiaro dove sta la verità e dove la menzogna, dove il bene e dove il male. In condizioni di "equilibrio" e di forza, la chiesa ha sfoggiato questo tipo di tolleranza, ma in condizioni di debolezza (come il momento attuale dove l'identità del cristianesimo è minacciata dalla maggiore religiosità e dalla più forte identità islamica) può irrigidirsi e cercare di pretendere un riconoscimento di sé come unica verità, imponendo dei veti, delle proibizioni, dei tabù a tutti. Non solo il richiamo ai cattolici dunque, ma tutti cattolici perché non c'è salvezza fuori dal cattolicesimo. Naturalmente, questa forma mentis non è puro appannaggio del cattolicesimo o delle religioni in generale, il fanatismo è purtroppo molto diffuso anche in chi si dichiara laico.
Ciao

fioredicampo ha detto...

Sottoscrivo con la massima convinzione.
Un saluto :-)

gians ha detto...

Marcoz, sarei curioso di conoscere quel ministro che farebbe una simile riforma, le lobby farmaceutiche sono potentissime e i farmacisti, da qualche anno sono divenuti pure parafarmacisti, secondo me è più probabile che la chiesa gli convinca a diventare pure dei paraculo. ;)

gians ha detto...

Caro Arci. è probabile che in nome del dio danaro, quanto dici sia quello che succederà, ma io non riesco comunque a essere tanto ottimista.

gians ha detto...

Caro Left, come ha ricordato Arci, le farmacie sono aziende private, quidi potrebbe capitare qualche pezzo pure del corano. ;)

gians ha detto...

Caro Nic, che bella sorpresa, certo che ricordo come la pensi, ma sentirtelo dire di tanto in tanto non disturba.. anzi. Bentornato.

gians ha detto...

Daniele caro, sono le solite entrate a gamba tesa, dai che ci facciamo le ossa. ;)

gians ha detto...

Claudio, questa è davvero splendida, io mi chiedo pure cosa sia allora il preservativo, forse un sistema di invecchiamento? nella chiesa non pensano siano meglio le botti di rovere? :))

gians ha detto...

Rip caro, forse perchè i chierichetti adorano farsi i gavettoni con i simpatici palloncini. ;)

gians ha detto...

Roberto, mi spiace per te; ti immagino alla ricerca disperata di condom di pessima qualità presso i distributori automatici dei tabaccai, non è bello. ;)

gians ha detto...

Caro Garbo, in effetti della parola "laico" a volte si fa un abuso eccessivo. Essere laici di per se, non credo significhi nulla, si deve sempre aggiungere al prefisso un identificativo. Ma i nostri politici ci insegnano che per tener buona la chiesa, si deve sempre mantenere quel filo di ipocrisia che tanto piace ai credenti. In sostanza se si dice di essere laici non si dice di non essere credenti, questo basta a tenere i buoni rapporti, e pure il popolo bue, in genere ci casca.

gians ha detto...

Fiore cara, conoscendoti immaginavo, anche se il testo è nato malconcio spero sia stato comprensibile ugualmente, ora cerco di darci qualche segno con la matita rossa. ;) Un saluto a te.

gians ha detto...

Per gli utenti del cannocchio, mi spiace ma siete da ore "server is too busy" insomma fate qualcosa, mi pare che il cannocchio vi schiaffi sulle vostre pagine della pubblicità non voluta. Ecchecazz. :)

Tess ha detto...

sì, siamo molto busy, as usual...Non sapevo che noi laici avessimo dei diritti, sai ? :D

sam ha detto...

Riguardo all'obiezione di coscienza allargata dal papa ai farmacisti, bisognerebbe cercare di capire se non si tratta di interruzione di pubblico servizio.
Alla fine, sono diventato piuttosto drastico. Sei cattolico? Non fare il medico, il farmacista, etc. Fai altro.

gians ha detto...

Tess cara, a seconda del tipo di laicismo, invece si. :)

gians ha detto...

Sam, non tutti sono professionali come Mike. ;)

enne ha detto...

Ma quale "malconceria": è perfetto, nella forma e nei contenuti.
mentre leggevo passavo in rassegna le facce dei farmacisti del mio paese (che schifo scrivere paese): quello me la dà, quello pure ma con circospezione, quella inizia a ridere istericamente e telefona al cognato, che è il circospetto. L'ultimo sicuramente no, perchè chi non è figlio di Maria o è un ladro o una spia.


Mi scusasse la latitanza. Ha postato subito dopo il mio rituale giro per le corsie (dire ronda non mi piace), quindi sono arrivata ventottesima.
E adesso dietro la lavagna, con le orecchie lunghe.

Gians ha detto...

Enne cara e bella, che dici? non ti pare che sia ora di fottercene di tutto, o quantomeno dei presunti benpensanti. :) Un bacio.

enne ha detto...

Ah, sfondi una porta aperta. I benpensanti sono i peggiori ipocriti sulla faccia della terra.
Notte, e un bacio.
Col permesso di chi sappiamo. :-)

enne ha detto...

Che è successo al blog di Cuncetta???
Spero sia solo un disservizio del Cannocchiale. :-(

medita partenze ha detto...

sottoscrivo e spero che le persone di buona volontà cancellino dalla loro "lista" le farmacie che si comportano così, non comprandovi più neanche un'aspirina!

rossaura ha detto...

Pensare che farmacisti e medici dovrebbero essere una categoria che dovrebbe rispettare le decisioni del malato o dell'utente. Se in farmacia ci sono certi farmaci, si dovrebbero vendere, sopratutto se non serve avere una specifica ricetta. Altrimenti perchè tenerli. Se uno ha una coscienza che lo limita perchè fare il farmacista o il medico? Pensa a quante cose contrarie alla tua morale si possono trovare. Anche la pillola anticoncezionale che molto spesso è curativa, anche i condom che in buona parte consentono la non tasmissione di malattie veneree e chissà quante altre cose ci sono in farmacia che dovrebbero per la Chiesa essere amorali, ma necessari per la salute.... oppure mi sbaglio? Forse mi sbaglio, ormai sbagliare è quasi una certezza in questo paese fasullo.
Ho seguito una vicenda che vedeva dei medici rifiutare una visita ginecologica ad una giovane donna perchè aveva rasato la zona dei genitali. Cosa che succede abitualmente prima di parti e cesarei e prima di interventi chirurgici o eritemi nella zona genitale. Ma chissà com'è.... si possono interpretare anche come deviate abitudini sessuali....
Che si tratti di eccesso di zelo religioso?
Poveri noi.
Ross

Arci ha detto...

caro GIANS,
abbi la cortesia di prendere nota di questo nuovo blog.
L'ho adottato perchè il Cannocchio (come quasi tutte le cose di sinistra in questo paese) non funziona e finirà per fare la fine dei governicchi Prodi e D'Alema.
E quindi Mi sposto sulla vs. piattaforma.
ciao ARCI

gians ha detto...

Enne cara, credo che Cuncetta si sia presa un periodo di riposo dai blog, e anche da me. ;)

gians ha detto...

Mp bello, non vedo altre alternative.

gians ha detto...

Rossaura, per me che mi occupo di cinema, sarebbe il colmo se arrivasse un dictat sui film immorali, si dovrebbe chiudere bottega. ;)

gians ha detto...

Caro Arci, prendo nota, e benvenuto su blogspot. ;)

Mk ha detto...

Faccio'a maestra: è deformazione professionale!!!:DDD
Ma hai letto delle mie vicende?Nun voglio fà 'e guerre ma mi ci tirano per i capelli...Comm aggia fà?°_°:))))
Quasi quasi andrei in farmacia...Naaaaaaa:)))
Abbraccio
mk

emma ha detto...

proprio oggi mi chiedevano quante volte ho desiderato di andarmene, ho risposto tante.
qualcuno che conosco lo ha fatto.
tocca credo avere coraggio.
se ve ne avanza me lo passate?

gians ha detto...

Moni cara, ti prego di correggermi sempre, non rinuncerei mai a una insegnante tutta per me, e per giunta gratis. Sono felice per le tue vicende, era ora. :)

gians ha detto...

Emma cara, il coraggio serve per restare, e noi lo abbiamo. ;)

Mk ha detto...

Gians caro ...scusa ma chi ti dice che la consulenza è aggratis?:)))
E poi credo tu debba dividermi con uno "stormo"di pargoletti urlanti...Sì sicur?:)))
Scherzi a parte un altro anno remi in barca.Uff :)
Buonanotte:)
Mk

Tess ha detto...

devo informarmi sul mio farmacista. Ora preparo un dossier su di lui :-D

enne ha detto...

Mi dispiace. davvero.

Nardi ha detto...

Brutta razza i farmacisti.

Anonimo ha detto...

Non credo che saranno molti i farmacisti a prendere sul serio
questa imposizione morale....
il guadagno è stato sempre più forte dei qualsiasi considerazione etica. Ciao :-))
specchio.ilcannocchiale.it

gians ha detto...

Moni, sai pensavo lo facessi per amicizia. ;)))

gians ha detto...

Tess, che sia dettagliato mi raccomando: data di battesimo, comunione e cresima. :)

gians ha detto...

Enne, già....

gians ha detto...

Fra, quelli di famiglia esclusi? ;)

gians ha detto...

Specchie, sarebbe l'unica speranza. Bentornate. :)

esco ha detto...

giansolì, anche se non ci sono, ci sono comunque...e anche se non ti leggo, passo comunque per un saluto. e che ti devo dire? ti abbraccio virtualmente e a presto.

Mk ha detto...

Questa dell'amicizia mi è piaciuta.:)))Iamm bell :)))1 a 0
per te!!!;)
Comunque da noi le farmacie dovrebbero entrare a giorni in sciopero perché la regione non paga.Arrivati a sto punto non so chi sia il carceriere e chi il carcerato...

gians ha detto...

Esco cara, come non mi leggi? questo fatto è gravissimo. ;) Un abbraccio.

gians ha detto...

Moni bella, con il virus dei porci in giro, questo sciopero mi pare davvero fuori luogo. :)

Mk ha detto...

Sono porci davvero...:)))
Comunque c'è una psicosi pazzesca in giro.Appena qualcuno ,magari nei centri commerciali starnutisce ,qualcuno si scansa o accellera il passo...:)))
Figurati quando ci sarà il picco...:)))
Mk