domenica 23 novembre 2008

Sole




E a saperlo c'è anche un caro amico. Il post precedente, volutamente scarno e "bucato" appositamente per dare spazio, non gli ha però solleticato la voglia, ma di questo ne ero certo, e anche il titolo del post "mutismo selettivo" ne era il presagio . Secondo il suo pensiero, solo la rivendicazione di un forte nichilismo e la capacità di assumersi le proprie responsabilità, senza mai demandarle alle volontà di un dio, ci potrà salvare dagli assalti cattolici. Premetto che non sono cattolico, e a prescindere da questo, condivido in larghissima parte quanto dice, a patto che non si ribadisca in ogni istante della propria vita privata e pubblica la propria ideologia e i propri convincimenti etici. Detto questo, sull'esempio dei cattolici, e per non dare la cattiva impressione di essere meno determinato nell'esprimere la mia identità, ecco alcuni consigli per alcune delle altre comunità presenti nel nostro paese. Inizio appunto dagli atei. Il buon ateo dovrà far notare ogni giorno ai vicini di casa che Dio non esiste, citofonandogli e imponendo che l'argomento venga messo all'ordine del giorno durante le riunioni di condominio. L'ateo davvero attento alla propria identità culturale non si limiterà a non battezzare i suoi figli, ma disturberà attivamente il battesimo dei figli altrui, distraendo il prete con argomenti di tutt'altro genere. Per quanto riguarda gli immigrati di ogni provenienza, per non scomparire nell'anonimato metropolitano la propria identità, devono indossare il costume tipico del Paese d'origine. il russo con il colbacco, l'arabo con il cammello, l'australiano con il boomerang, il brasiliano vestito da calciatore, l'argentino da gaucho, l'egiziano sempre di profilo, l'imprenditore del nord' est con un finanziere che lo rincorre. I blogger potrebbero salvarsi semplicemente, evitando certe derive "intellettuali" e riconoscendo anche a chi non voglia o non ne abbia gli strumenti, per farsi una ragione dell'essere semplicemente una evoluzione delle scimmie, magari tramite un semplice commento in un post dal titolo "Cuore sole e amore"

77 commenti:

escopocodisera ha detto...

scusami, gians, mi sono da poco svegliata, nessuno ha ancora commentato e non ho ben capito dove vuoi andare a pariare ops parare! attendo delucidazioni.

medita partenze ha detto...

Anche a me sfugge qualcosa, ma dico che la tolleranza è un valore etico, sociale, umano e positivo, che troppo spesso viene calpestato dalla politica, dall'egoismo e anche dalla religione, quando viene interpretata come "unica verità" che deve essere imposta e non invece proposta.
Ma il discorso è complesso, la storia insegna che l'imposizione ha superato quantitativamente la proposta. Non è mai troppo tardi, ma persiste il carattere istituzionale e politico della religione cattolica, in Italia soprattutto: è un fatto che rende la sua proposta spirituale un poì faticosa (ovviamente per me).
ciao bello!! :)

Mario ha detto...

Scusa, tanto per sapermi regolare, un agnostico come me come si dovrebbe comportare
;-) Mario

Capa_stuerta ha detto...

Il post risulta a tratti esilarante, ma la questione del mantenimento della propria identità è cosa delicata.

Un bacione e buona notte

Monica ha detto...

Ricapitoliamo.Vado a dormire in silenzio assoluto e mi risveglio col sole .Il volo pindarico è chiaro:medito in silenzio e poi proferisco il Verbo.
E questa ci azzecca:)
Mò parlann seriamente.
Io sono una scettica moderata, perché come in tutte le cose mi è difficile affidarmi e credere per.Vorrei capire ciò che non ci è dato di capire e credere a prescindere in determinati dogmi,per fede ma mi risulta ostico.Anche perché avere fede è un dono,un talento da coltivare.Ci sono persone che nei momenti difficili pregano e si affidano a quel Dio.Io non giudico,resto a guardare ciò che per me è incomprensibile eppure resto affascinata da questa capacità di mettere a nudo la propria anima e di dedicarsi.Il dictat della chiesa è chiaro:diffondere,portare la parola tra la gente, evangelizzare.Forse qualcuno si pone in maniera sbagliata , imponendo,perché ci sono vari strumenti per far capire.Uno intelligente per esempio è quello di Esco,che discretamente bussa .:)
Vabbuò.
Questa è la prima puntata:)
Cià
here comes the sun:)
Mk

gians ha detto...

esco, immaginavo che il post potesse coinvolgerti, non fosse per altro che il tema tratta di religione identità e ateismo. il mio unico invito comunque resta quello del soffermarsi sull'aspetto, legato a quanto ognuno di noi voglia far apparire di se stesso. questo solo per iniziare. :)

cuncetta ha detto...

Ne abbiamo parlato mille volte e sai come la penso relativamente agli intellettualoidi che fanno del blog solo un'ostentazione priva di alcuna onestà.
non capiscono che quella è una prigione dorata difficile da forzare.
vieta loro di scrivere e commentare alcuna cazzata per mentenere quella facciata di intellettualismo barocco.
contenti loro..

il mio genietto..
:D

IL LAICISTA ha detto...

Concordo su tutto, anche se ho capito poco.
Questa è vera fede, per un ateo non è poco.
E' il mio regalo di Natale, anticipato, va. :)

Mk ha detto...

Ua.stavo scrivendo una cosa ma non la scrivo più.la uso come ideuzza per un post:)mai pensato tutti e due a fre i team leader e brain storming alias 'o burdell dint'o cervello?:)
me ne vò

gians ha detto...

mp, le tue considerazioni sono vere e valgono in entrambe i casi, nessuno dovrebbe imporre nulla a nessuno. se le proposte sono state superate dalle imposizioni, è anche per il fatto che spesso ci si concentra sulle proprie, evitando il dialogo su qualsiasi altro tema. per evitare qualsiasi altro dubbio su questo post, posso dire, che i blog possono pure essere tematici, è nella libertà di tutti scrivere ciò si crede, ma quando non si è capaci anche solo per un momento, di staccare la spina dal solito argomento, credo ci sia il pericolo di diventare ripetitivi.

la bislacca ha detto...

Sono rinfrancata dal fatto che anche altri siano rimasti almeno un attimo perplessi. :-)
Sono pienamente d'accordo con le parole di Cuncetta. ;-)

gians ha detto...

mario, semplicemente come hai sempre fatto, il saper scrivere di determinati argomenti, e anche molto bene, non significa evitare tutti gli altri, anzi! :))

gians ha detto...

capa, sei arrivata subito al nocciolo del mio pensiero, insomma dove la lasciamo la spontaneità? a volte un commento di deve buttare lì senza pensarci troppo. sono sicuro che sbaglio decine di volte facendo questo, ma sono convinto che solo in questo modo posso apparire vero, insomma le maschere intellettuali mi indispettiscono. un caro saluto. :)

gians ha detto...

esatto moni, i dogmi sono quelli più ostici da digerire, ma per carità il bello è questo, ognuno è libero di credere in ciò che vuole. farlo con convinzione anche tramite i blog è un metodo apprezzabile come per qualsiasi altro argomento si voglia portare avanti. diverso è farlo con spocchiosità, tralasciando ogni altro argomento. per ora mi fermo...

gians ha detto...

cuncetta mia, che scemo, potevo chiederti di scrivere tu il mio post, a che servono tanti giri di parole. :))

gians ha detto...

laicista, allora ti ringrazio in anticipo, ma sono certo che leggendo i commenti, cosa che non è successo prima, il mio ermetismo lascerà spazio a qualche schiarita. :))

gians ha detto...

bisla, vedi la capacità di sintesi di cuncetta non è da tutti, io a volte mi perdo in giri larghi per non apparire troppo facilone nel trarre delle conclusioni. :)

Ugolino Stramini ha detto...

Notte tutti ;-)

Monica ha detto...

Se uno è spocchioso tramite blog ,figurati nella vita di tutti i giorni.Nei blog,se leggi tra le righe ,anche involontariamente mettiamo qualcosa di nostro della nostra essenza.E' per questo che con taluni c'è più feeling che con altri:è come nella vita di tutti i giorni.Questione di pelle.
Cià.vado a recuperare lo scritto che ho perso.E che pall:)
Mk

IL LAICISTA ha detto...

Sì, ma mi è sfuggito chi è il reo.

Vabbé, niente gossip, meglio: si dice il peccato ma non il peccatore. :)

gians ha detto...

notte ugolo, un abbraccio. ;))

gians ha detto...

moni, sarei curioso di sapere che ti sei persa. :) tornando al post, non sempre le cose stanno così, a volte sui blog, si vuole apparire con una identità e un pensiero che non è esattamente quello che si ha nella vita di tutti i giorni. quello che non capisco infatti è questa necessità di volersi sdoppiare, mi chiedo a quale scopo? se poi questa parte ci costringe a non essere davvero se stessi, e quindi a perdere quella necessaria naturalezza, che è alla base di ogni rapporto sociale? bacio moni. :)

gians ha detto...

laicista, :) si è meglio, anche se il post è stato ispirato da alcune considerazioni, tuttavia è generico e tale rimane. un saluto. :)

Monica ha detto...

Gians...mi ero persa il post che stavo scrivendo e che ho in parte recuperato.vabbè.Mi capita sempre.Tornando a bomba,mi chiedo perchè.Perché questa necessità di apparire chi non si è,perché forse si scaricano le frustrazioni di un lavoro che non gratifica?Di una vita che non piace?Di un malessere che non si conosce?io non lo so.Ma penso che chi mente in rete abbia l'abitudine di mentire sempre,anche nella vita reale e anche a se stesso.E dunque viva male comunque.Personalmente il blog mi ha aiutato molto a capire e capirmi,è stato uno specchio ,a volte infranto a volte appannato dinanzi al quale mi sono messa oggettivamente e ho rammendato un patchwork di me stessa approdando a oggi ed una parvenza di identità dalla quale poco mi discosto.E questo grazie a tanti compagni di viaggio.:)Mò chi si mette le maschere sul blog e fa finta di,continua a crogiolarsi nel brodo del niente e perde un'occasione per crescere e migliorare,un'occasione per trovare un brandello di identità.Augh.Ho detto.
E chest'è.
Buonanotte:)Anzi buodadotte!:)
Mk

Anonimo ha detto...

Sfoggerò un raro esempio di commento in due tempi:

Tempo 1 (cioè appena letto il post):
Quoto il commento di "illaicista": "Concordo su tutto, anche se ho capito poco.
Questa è vera fede, per un ateo non è poco.
E' il mio regalo di Natale, anticipato, va. :)"

Tempo 2(dopo aver letto qualche chiarimento nei commenti):
Ah, ora ho capito (maybe) meglio e quindi concordo e basta.

locandasulfaro

mk ha detto...

piove.......
ciao:)
Mk

egine ha detto...

sono sicuro che il blogger intellettuale sono io
codardo mi nascondo dietro le tette!

Tess ha detto...

diluvia...

gians, va bene con la tolleranza, ma ammetterai anche tu che un cammello in metro potrebbe cominciare a creare qualche problema
;-)

impollinaire ha detto...

mah nel dubbio non sono d'accordo, ma solo per amor di dialettica, ciao buona serata

gians ha detto...

moni, in questo caso specifico, non si tratta sole ed esclusivamente, di nascondere la propria identità, cercando d'apparire per ciò che non si è, piuttosto la presunzione di non voler mai scivolare in questioni più leggere, come se queste fossero riservate solo alle sole persone che perdono tempo su internet.

ps, qui viene giù il cielo. :)

gians ha detto...

locanda, se vorrai hai a disposizione tutti i tempi che desideri. :))

gians ha detto...

egine, io non volevo fare nomi, e svelare la tua identità, ma visto che ci sono ti chiedo se ti rimane uno spazietto, per potermi nascondere pure io. :)

gians ha detto...

tess, un governo attento elle esigenze dell'immigrazione, dovrebbe predisporre dei treni appositi. :))

gians ha detto...

imp, concordo con il tuo disaccordo, ma solo perchè sei tu. :))

Monica ha detto...

A proposito di leggerezza,vado a fare un bel brodino.:)
pure qua sta a crollà tutto.Piove spaventosamente spaventoso.
vado:)
Mk
p.s.:e se facessimo un post sui palloncini?Libera interpretazione ovviamente:D

escopocodisera ha detto...

ahhhhhhh, ora è tutto più chiaro, sì sì. infatti pensavo che, ma poi perché, ma anche no, certo.

così, un commento giusto per.

potevo anche risparmiarmelo. ma anche no.
sai, sto preparando la messicana e ho paura che mi si bruci. vado ma torno e ti dico come la penso.

gians ha detto...

perchè no moni? potremmo comunque alla fine trarne una piacevole discussione, senza scomodare i massimi sistemi. ottimo il brodino, spero sia vegetale, altrimenti non si decolla. :)

gians ha detto...

esco, sicura che la messicana, non la hai già mangiata? :)) va bene attendo allora. :)

ilMaLe ha detto...

Sole? Ma qui c'è la neve.

la bislacca ha detto...

Mi pare siate complementari. :-)
Buona serata.


Toh, mi era parso di vedere Stramini...
:-)

Efesto ha detto...

Dici che gli atei dovrebbero fare proselitismo?
Eppure l'ateismo non è una confessione religiosa ma una scelta individuale. ben divreso il laicismo.

Espressione ha detto...

il vero blogger andra' in giro col portatile piccolo appeso al collo a mò di medaglione rapper...

eSp.

escopocodisera ha detto...

la messicana l'ho finita da poco, caro gians, e ti assicuro che era buonissima, piccante al punto giusto. a parte il fatto che hai stuzzicato la mia proverbiale curiosità riguardo al capire a chi ti riferisca, mi soffermo (e non vado oltre) su di una tua precisazione: la necessità di tenere una maschera nei blogs. ecco. perché, mi chiedo? questa è una cosa che a tratti mi infastidisce. conosco tante persone, alcune da me linkate, che sui blog assumono un'altra personalità. e qui concordo con monica. forse nella vita reale non hanno abbastanza "sfogo" e si mascherano dietro una personalità che non gli appartiene. per quanto mi riguarda, e penso tu come moni e come pochi altri l'abbia capito, sono così come mi mostro, a tratti forse banale o fors'anche superficiale per il solo fatto che da me non troverete mai argomenti inerenti la politica, questa la lascio a chi la sa trattare. detto questo, inviterei, così come facesti con un tuo post tempo fa, a tirar giù le maschere e a cercare di essere veramente se stessi. a volte si è stufi di leggere cose che si sa già in partenza essere assai sofisticate. forse mi sono dilungata. ma tu mi stuzzichi...
eh, cuncè, c'aggia fa!

Monica ha detto...

Uanm.:)Mai vista Esco così prolissa!Gians..hai stuzzicato la nostra Esco!bene bene.Che dire di più.A parte la disquisizione sui palloncini che mi sembra contenga spessori di discussioni che potrebbero ricondurre al senso più profondo della vita perchè quando non gliela fa scoppia( e nella fattispecie umana potrebbe denominarsi rottura di palle:), ergo si potrebbe disquisire sulla semantica applicata e sulla deontologia del brodino.Cosa preferite contro questo freddo ?IL brodino vegetale scipido e scolorito o un sostanzioso brodo di pollo coi tortellini e parmigiano della serie mò schiattiamo?Sulla questione è già intervenuto Pico de paperis che preferisce il brodo di pollo vegetale,appositamente creato in laboratorio.Non a caso gli estratti di dado sono fatti col pollo vegetale.
bene .per ora è tutto.La seconda puntata dell'inchiesta vertirà sulla profondità dell'acqua del brodo.Un litro,mezzo litro.Qual è la quantità giusta per ottenere un buon brodo?
...........
MK(non bevo e non fumo ,sono lucida e questo è il guaio:)

escopocodisera ha detto...

mokèèèè, a messican' è assaje meglie!!!!!!!! sient' ammè. con tanto buon vino... ecco, bevo, fumo, ma sona lucida adesso come alle 6 del mattino!!!!!!!!!!!

cuncetta ha detto...

uèèè..
a vulìmm fernì o no??

medita partenze ha detto...

ecco, avete fatto incazzare concetta... gians scappa che è meglio!! :))))

Monica ha detto...

e mò che è succiess?
Stevm parlann di brodi e palloncini e messicane ma non le ragazze Cuncetta ,i fagioli ..:):):)
I fagioli con la colite non vanno d'accordo, Esco.:)
Mo me ne vac.:)boh
MK

gians ha detto...

leo, meglio la neve in una baita davanti un cammino acceso? o stare impantanato senza catene? da questo posso capire tanto di te. :)

Monica ha detto...

P.s.:giusto per non lasciare nulla di intentato,vi propongo un ambo :21-47 su Napoli e Firenze ,perché cuncetta,fiore di campo e io abbiamo postato contemporaneamente un commento alle 21 47 nel mio blog.:)
Ciaoooo!:)
Mk

gians ha detto...

si bisla, ugolo ha fatto una breve comparsa, sono sicuro che quando avrà il tempo necessario torna. :)

gians ha detto...

efesto, dico che ognuno in quel che crede dovrebbe, primo esserne convinto, secondo non suonare i citofoni. :) giuste le tue considerazioni.

gians ha detto...

esp, e all'urlo fanculo facebook andrà orgoglioso per le strade? :))

Efesto ha detto...

Gians, ogni tanto spunta Ugo Stramini.... ma è reale o un alter ego, un eteronimo come i personaggi di Pessoa o un blogger in carne ed ossa?
Perdona la caduta nella curiosità
;)

gians ha detto...

esco, apprezzo il tuo commento, a momenti è un post nel post. ci penso spesso a quest'aspetto, forse con fb hai avuto modo di approfondire certe conoscenze. credo che alla lunga le personalità vengano fuori, basta un momento di debolezza, e tutti i dettagli di una persona saltano fuori. a volte parlo di politica (a modo mio) per evitare discorsi che mi toccano più da vicino, ma se si sta attenti, anche tra i commenti i veri stati d'animo si intuiscono. ora il punto, detto questo è l'assoluta freddezza che porta determinate persone a non mostrare mai un punto debole, queste persone a mio giudizio, sono meno intellettuali di quanto vogliano mostrare. un saluto. :)

esco ha detto...

no gians, fb non c'azzecca nulla. le persone a cui mi riferivo sono persone che conosco realmente, del mio stesso paese, amici, che sul blog "interpretano" un ruolo. spesso, discorrendo con loro, un blog non è un diario, così come a volte lo vedo io, ma un palcoscenico dove assumono il ruolo di tal dei tali. all'inizio ci sono pure stata, dico a seguirli, ma alla lunga ti stancano. abbiamo bisogno di confrontarci con persone vere e reali anche in questo mondo che a tratti sembra irreale.
detto ciò, ciò detto, me ne vado a letto che fa pure rima.
buonanotte.

cuncetta ha detto...

esco..è che quando si accende una lucina, fosse solo quella del modem, più o meno qualcosa muta.
per il resto io non sopporto la maggior parte dei blogger proprio come non sopporto la maggior parte delle persone al di fuori del pc.
:)

monikella: 21..47..bene bene
non si sa mai.

gians ha detto...

moni, anche io ho avuto un problema con la mia minestrina, era poco brodosa e non riuscivo a inzupparci il pane abbrustolito. detto questo quando esco vuole dare il suo parere, nessuno la ferma e sono riuscito a darle lo spunto non posso che esserne felice. :) quello che mi dispiace è che devo andare al recupero, ho appena finito la minestrina. :)

gians ha detto...

esco, della messicana poi ci lasci la ricetta, non la conosco. )

Monica ha detto...

Cuncetta...m'arraccumann io sono un'ex pustera.:)Non escono, nun escono ma non si sa mai!:):)
Allora siamo in due a non sopportare la maggior parte della gente.Mio marito mi accusa di essere asocial; dice che la sbagliata sono io.Mò a mare alcuni amici chiacchieravano con i vicini di ombrellone e io con mp3 e libro.La mia frase preferita era io non socializzo.Mò essendo che mi sono un tantino appapiellata approfittando dello spazio testè messo a diposizione,Gians mi dispiace per la minestrina ma penso che a quest'ora non puoi andare oltre una tazza di latte.:)
Cià
Mk

gians ha detto...

cuncetta mia, che succede? quì è tutto sotto controllo di ognuno, non certo sotto il mio. :))

Monica ha detto...

Guagliò.me ne vac:)Nun ti scordà i palloncini e l'ambo.:)Non si sa mai che ci dovessimo azzeccà.:)
Buonanotte:)
Mk

gians ha detto...

mp bello, hai ragione ora mi tocca il lavoro più duro. :))

gians ha detto...

efesto, ugolino è una persona vera, dice quello che pensa, ti invito a leggerlo, poi lui è un caro amico, io gli rimprovero qualcosa, ma questo non deve in nessun modo condizionare nessuno. ma che lo dico a fare, non ho mai trovato nessuno condizionabile tra queste pagine. :)

gians ha detto...

esco, credo che i blog siano di una spontaneità vera e genuina solo nei primi mesi di vita, solo in quei momenti rivestono il ruolo di diari di vita vera e comune. c'e chi finiti gli sfoghi, a volte abbandona, e fa morire il blog e chi invece si sforza di mantenere un filo di comunicazione. in molti si sostituiscono o cercano delle derive giornalistiche, altri si buttano sulla filosofia. in ogni caso credo che dietro queste svolte, a volte dovute (non si può sempre trovare qualcosa da dire di se stessi) ci si debba sempre mettere in gioco, senza mai prendersi troppo sul serio, anche a costo di apparire superficiali. notte esco cara. :)

Davide ha detto...

cuore sole e amore?
Gians, portami il diario...e ti sposto di banco: lontano da Cuncetta.

MioCapitano ha detto...

C'è molto di vero in ciò che dici. Ma dimentichi una cosa: gli atei (io sono agnostico in materia) farebbero esattamente come dici e anche di più, se avessero più potere. E se un giorno avranno abbastanza potere, senza ombra di dubbio imporranno il proprio modello comportamentale agli altri.
Cioè, non ci sono i buoni e i cattivi. Ci sono solo gruppi umani (politici, religiosi, culturali, di qualsiasi tipo): e quando uno o più di questi gruppi assume abbastanza potere o consenso, che è quasi la stessa cosa, imporrà il proprio modello culturale agli altri, fregandosene dei buoni sentimenti. Io la penso così.

Monica ha detto...

Piove.Tutto è grigio.Che schifezza.
Pubblicità progresso:)
Cià:)
MK

gians ha detto...

davide, dici che è troppo sdolcinato? dai davide perdonami almeno questa volta. :))

gians ha detto...

capitano, il tuo punto di vista è fondato, in italia, ne abbiamo l'esempio più lampante. insomma basta che la santa chiesa romana, apra bocca tramite un suo portavoce, che subito la politica si pone delle domande, senza mai basarsi su il principio sancito dalla costituzione, che recita: "Lo Stato e la Chiesa cattolica sono, ciascuno nel proprio ordine, indipendenti e sovrani". purtroppo fino a quando la politica continuerà vedere le religioni come terreno da cui trarre consensi, rimarremmo fermi al palo. un caro saluto.

gians ha detto...

moni, dai in altri momenti, la pioggia può essere anche piacevole. :))

NicPic ha detto...

giaaaaaans! dico 71 messaggi. Non ho tempo, ma ce l'ho per un saluto.
A milano stamattina c'era il sole. Adesso no.

Monica ha detto...

La pioggia è sempre piacevole.Ma non quando devi andare a lavorare.Per esempio oggi è piacevole.Domani no, perché devo rientrare:)E' un piacere selettivo.Come il mutismo.
Salute!:)
Mk,

gians ha detto...

nic, che piacere sentirti, sei raro come il sole a milano, mi auguro tempo a parte, che tutto per te vada nel migliore dei modi. un caro saluto. :)

gians ha detto...

moni, starnuti permettendo credo rientrerò anche io, sempre che i miei colleghi mi sopportino e non mi carichino di forza sull'auto per liberarsi di me. :))

Tess ha detto...

Qui piove da due giorni. Aiuto.
Ora ci vorrebbe, non dico cuore e ammmore, ma almeno il sole

gians ha detto...

tess, dalle mie parti non va meglio, se leggi di sopra ne conoscerai pure i risultati. :))