domenica 1 giugno 2008

Esperienze


Sotto le bolle la videodedica

Anni di esperienze, dove vivi l'impossibile, e ancora ti sembra poco. Devi sfruttare il giorno e la notte fino all'ultimo respiro, invochi le tue ultime energie, per non concludere mai la giornata. Così ho vissuto fino a oggi, e continuerò a farlo, ho più della mia età, probabilmente ho avuto tempi di invecchiamento più corti della media, forse perché non ho mai rifiutato nessun tipo di esperienza. Così anche ora, mi ritrovo a vivere questo mondo, con lo stesso entusiasmo, e con la fortuna di condividere anche le vostre.



18 commenti:

monica ha detto...

Ho sempre vissuto di nicchia.Pochi colpi di testa ,su binari già posati,una via tracciata da altri per me.Non pensavo.Sopravvivevo.E fatica.tanta.Troppa.Ma poi il letargo della mente è terminato.Mi sarebbe piaciuto avere l'autodeterminazione di ora 10 anni fa.Non per rinnegare chi sono,ma per prendere altre strade.Esplorare altre opzioni.Ora sono impaludata nella realtà ma il mondo virtuale è diventata la mia avventura,la mia parte buia della luna.E sono io, senza alibi.
Buona domenica
Mk

vulvia ha detto...

Ci provo anch'io sai?
buona domenica. :)

gians ha detto...

monica, credo ci sia stato un periodo per tutti, in qui a decidere siano stati altri per noi, la voglia d'uscirne, l'hai trovata e direi che la tua parte buia, è per me piuttosto luminosa, ma tu, probabilmente intendi dire, che fuori dai blog, continui a non esporti, e a non dire sempre e comunque quello che pensi, i blog anche per questo sono una ottima scuola.

gians ha detto...

vulvia, vacci piano però, ci sono esperienze essai pericolose! :)) buona domenica.

medita partenze ha detto...

eh, i talk talk, bella gente e bello il video, questo vento che è metafora di viaggio, di trasformazione, di elemento esterno che modifica. Quelli erano anni in cui questo tema era forte, mi ricordo ad esempio il video degli A-ah "take on me", con l'ingresso nel mondo parallelo ma non meno reale del fumetto: another world..
Condivido il tuo entusiasmo per questo "mondo parallelo" del blogm, sono solo sei mesi che sono in linea e mi sembra impossibile aver vissuto i miei anni senza e poter vivere un giorno più o meno lontano senza. E noto come in giro ci sia un ampio e largo spettro di atteggiamenti e aspettative nei confronti dei blog.. forse un giorno varrebbe pensarci su.
Condividiamo, caro gians, condividiamo che fa buon sangue!!
;-))))

gians ha detto...

mp bello, dici bene, gli anni ottanta, un passaggio cruciale per chi ha vissuto quel periodo, un decennio che tuttora non riesco a definire, tra paninari conformisti, rock a billy e metallari che tentavano timidamente d'uscire allo scoperto. Un periodo dove schierarsi ed appartenere, era di fondamentale importanza, e se non indossavi il moncler o, il giubbino in pelle con le borchie, venivi considerato anonimo. Un periodo, dove anche le droghe, identificavano lo stato sociale delle persone, cocaina i paninari, eroina i metallari, un periodo musicalmente triste, tranne alcune perle. Ora invece sono ottimista, vedo aperture mentali, meno conformismo, e i blog ne sono un caso eclatante, persone che si conoscono e comunicano, persone, spesso di diversissima formazione culturale e sociale, che nel rispetto delle idee, si incontrano in questi "salotti", senza mai pensare ad altro, che non sia il reciproco pensiero.

Unaperfettastronza ha detto...

Io ho una mia teoria, sulle esperienze, e sulla frenesia del rincorrere il tempo, ed alla fine è inversamente proporzionale all'età (fisica, e soprattutto "non")


ti danno anche del matto. ed è il momento in cui godi di più
:D

Espressione ha detto...

ho vissuto anch'io così, e continuo,anche se con un pizzico d'esperienza in più ed uno di spensieratezza in meno...
ciauz.
eSp.

Anonimo ha detto...

Buongiorno Caro...commento tardi, ma commento:)
Condivido il tuo pensiero...
le esperienze rendono più giovani, anziché farci invecchiare.
Ogni mattina di sole rinasco e vivo come se fosse il primo giorno della mia nuova vita... O almeno ci provo (con la pioggia infatti è più difficile....)

Capa freeesca!

O.T.: Ué, Blogger non riconosce più la mia identità! Sono cambiata così tanto in due giorni di assenza oppure ho combinato qualche pasticcio?
Boh!

gians ha detto...

1ps, penso di capire la tua teoria, ma il "non" mi spiazza. :)

gians ha detto...

esp, infatti per questo dico, che accumulare esperienze, in qualche modo ci toglie la spensieratezza, che è di totale appannaggio, di chi in qualche modo, deve iniziare a sbattere il muso. :)

gians ha detto...

capa, non sei in ritardo, questo è un post bradipo, mi piace il tuo modo di svegliarti. :)

per quanto riguarda blogger, non saprei, ritenta. :)

rip ha detto...

Anche io ho una teoria: E=mc^2. Funziona benissimo, ma mi risulta che altri l'abbiano già proposta. Accidenti.

escopocodisera ha detto...

bello comunque condividere le proprie esperienze anche con chi non si conosce affatto...bello gians, belle le bolle con la videodedica che forse copierò...anche questo fa parte del fare tesoro delle esperienze altrui!!! 'notte.

gians ha detto...

rip, tu puoi fare di meglio credimi. :)

gians ha detto...

esco, a volte ci si conosce in modi particolari come questo, non è detto che sia da meno, copia tutto ciò che gradisci, è gratis. :)

esperimento ha detto...

In genere le esperienze arricchiscono. Invecchiano soltanto quando sono molto negative, no?

Tess ha detto...

io non ho nessuna teoria.
Ma sono d'accordo con 1ps. Il bello è quando mi danno della matta