lunedì 24 ottobre 2011

Che si muore in ogni modo



Le "battaglie" tra specie umana e macchine mi hanno sempre affascinato. I due elementi messi assieme sono parte integrante, dell'evoluzione stessa della nostra specie. Ogni volta che qualcuno della nostra specie perisce a causa di una macchina, si ha comunque la sensazione d'aver sbagliato qualcosa; la macchina è da noi ideata. Mai vorrei fare retorica sulla morte di un giovane sportivo, ma anche lui è stato stritolato dalla "macchina" e poco cambia tra la sua morte e quella di un metalmeccanico stritolato da una pressa, se non per il fatto che fa più notizia.

4 commenti:

Ciamau ha detto...

Vero quanto hai scritto, mi piace molto l'idea di una sorta di coevoluzione uomo-macchina, suggestiva.

Alberto ha detto...

Avevo più o meno un concetto simile in testa, ma tu l'hai messo giù in bella copia.

Gians ha detto...

Mau, suggestionabile!

Gians ha detto...

Alb, bella? diciamo passabile.