mercoledì 15 dicembre 2010

Quanto mi dai per una coscia?




L'introduzione del reato di stalking, che punisce le molestie gravi e reiterate, sta riscuotendo grande successo tra gli adolescenti italiani che in quanto tali non vedevano l'ora di sperimentarne l'esatto funzionamento. Il sistema è semplice e ingegnoso: la paghetta settimanale dei genitori non basta manco per le lozioni antiacne? diavolo! e la discoteca, la movida, le ricariche telefoniche, il piercing, l'happy hours come cavolo si può stare al mondo? Si usa il web. Una coscia con autoreggente postata sul web come minimo vale una ricarica telefonica da cinque euro. Una scena particolarmente erotica, sms gratis per un anno. Una scena a sfondo sessuale consente all'adolescente di turno i pacchetti all inclusive: discoteca, movida, ricariche telefoniche, piercing, happy hours e il brivido di testare il reato di stalking. Quando va bene si riesce a raccontare l'emozione. Quando va male, il loro telefonino resta l'ultimo elemento di indagine.

7 commenti:

wildestwoman ha detto...

cavolo!
potrei arrotondare lo stipendio (magro) da prof...

Gians ha detto...

Ww, e allora faccela vedè! non ti prometto altro che commenti da te. :)

wildestwoman ha detto...

mica arrotondo, coi commenti...

Gians ha detto...

Ww, di certo non con i miei, a volte fin troppo spigolosi.

Tess ha detto...

abbiamo creato mostri

Arci ha detto...

anche questa, nel suo piccolo, è prostituzione. quindi niente di nuovo sotto il sole

nicbellavita ha detto...

Senza andare troppo lontano, c'è un amico di mio figlio, tra l'altro con padre finaziere, che per mesi ha truffato la gente dicendo di essere donna, facendosi caricare la postepay e sparendo.
Inutile dirti i miei commenti.