martedì 12 ottobre 2010

La regola della castagna




A Luca Massaro

...Il blogger é un animale versatile che sta dentro il suo personale cerchio di resistenza, ma che si offre a suo stesso rischio e pericolo come nutrimento. Non proverà mai pace, se il frutto del suo impegno non sarà colto. Non avrà pace se il suo scrivere al buio non tornerà alla luce dei pixel. E poco importa in quanti vorranno coglierli, tutti affannati come sono a rincorre facili successi, vuoi mettere la calma di un bosco che indossa la porpora d'autunno? Un bosco amoroso e ospitale ma che quando pure diviene truce e vendicativo, con la sua quiete i suoi tempi, comunque non ti sbrana, perchè i suoi abitanti conoscono la regola della castagna: curala quando sta nel riccio ed è acerba, mangiala quando è matura ma non farne indigestione.

14 commenti:

Devarim ha detto...

che poesie :)

Luca Massaro ha detto...

Che piacevole continuazione...
Grazie Gians. Siamo qui.

wildestwoman ha detto...

da castagna a castagna: lasciatemi qui, nella soffice terra

resterò mascosta, ma l'anno prossimo diventerò albero...
cinghiali ed umani permettendo

è la mia massima ambizione, l'eterna trasformazione

(a tutti i miei compagni auguro lo stesso)

metropoleggendo ha detto...

ora mi ti magno

Gians ha detto...

Deva, tutta roba da sottobosco, laddove crescono muschi ecc. ecc. :)

Gians ha detto...

Luca, non ne sono certo, diciamo che l'ho detta li su due piedi. :)

Gians ha detto...

Ww, sono felice tu abbia trovato in noi il fogliame giusto, ma non sedimentarci troppo, l'invito è anche quello di sperimentare nuovi boschi, seppur con l'intento di tornare in quello conosciuto per non perdere la bussola. :)

Gians ha detto...

Metro, sbucciami. :)

metropoleggendo ha detto...

Gians non è che poi ti rompi i maroni?

Gians ha detto...

Metro, al massimo potrei chiudermi a riccio! non credo con te.

metropoleggendo ha detto...

perché sai che saprei come toglierti le castagne dal fuoco

Gians ha detto...

Metro, il gioco si fa duro e tetro, vorrai comprare il mio di dietro? io lo vendo per poco. (cit)

p.s. mi sei mancata, ora abbi pazienza, magari in questo periodo sono cambiato, magari sei cambiata tu. Il bello è ritrovarci a cercare una comunicazione.

metropoleggendo ha detto...

io ci sono anche quando non mi si vede Gians. non sono cambiata, né lo è la mia voglia di essere qui. come dici tu, sono le piccole dosi il trucco. come nei migliori rapporti di coppia

Mk ha detto...

mi spiace spoetizzarvi ma le castagne non mi piacciono.Un frutto di riserva?:)