venerdì 11 giugno 2010

Fegato spapolato



.

Un prurito lungo tutta la pelle la percorreva ogni "santo" giorno, invocava i santi inutilmente affinchè potesse dormire anche solo per un minuto, ma nulla, e allora a vederla così i santi li invocavo io, e a modo mio. Le corse per le trasfusioni quando le gambe non riuscivano a trascinarsi, l'acido ursodesossicolico le iniezioni di ferro e la carnagione bianchissima che era ormai solo un lontano ricordo, annerita dalla cirrosi epatica. Arrivare a pesare trenta chili di certo ti toglie le forze anche di pensare alla tua fine, al fatto che morirai con un rigolo di sangue che fuoriesce dalla tua bocca, non penserai a nulla di tutto questo e manco al fatto che qualcuno, sano come un pesce possa accanirsi contro di te. Mia madre non l'avrebbe pensato, e oggi come lei tanti, ma davvero tanti.

14 commenti:

nicbellavita ha detto...

Certe notizie tolgono la voglia di pensare a tutti, perchè, se si pensasse, i pensieri sarebbero davvero molto cattivi.

asi' ha detto...

...come disse PINO CARUSO..

L’Italia è la culla del diritto. Ecco perché spesso la legge si addormenta.

GIANS ,capisco la tua rabbia e indignazione...
un abbraccio!

Efesto ha detto...

Gians, evidentemente la mia prolungata assenza dal blog mi ha resa incapace di capire. Mi sono persa a leggere i commenti del tuo post precedente, e anche qui non so che pesci prendere. Ti lascio un saluto, spero che basti, mentre medito seriamente l'eventualità di eclissarmi per sopravvenuta incapacità di intendere.
Un bacio

Gians ha detto...

Bellavita, o cattivi, o molto più spesso rassegnati. Nel caso specifico leggere che in nome di un bilancio statale, si cerca di raccogliere le briciole da chi davvero non ne sperpera manco una, mi fa cadere le braccia a terra.

Gians ha detto...

Asì, un aforisma più azzeccato stenterei a trovarlo. Se poi aggiungi che certe disposizioni economiche, arrivano dall'alto della comunità europea, a legge si aggiunge legge, quanto al sonno quindi si moltiplica il tutto. Grazie Asì per esser intervenuto, sopratutto perchè sai di cosa ho scritto. Un abbraccio a te, magari domani mattina.

Gians ha detto...

Efesto, volendo potrei fare il riassunto delle puntate precedenti, ma te lo risparmio. Diciamo che nel precedente post, sono arrivato allo scontro con tale che continua a insultarmi gratuitamente su pagine web che non ho mai frequentato; questo il sunto. riguardo questo post invece, davvero basta un minimo di applicazione, non mi pare debba spiegarti nulla, è tutto banalmente scritto lì. Efesto cara, va bene la lontananza, ma se non arrivi più a capirmi, allora qualche problema me lo pongo pure io. Bacio. :)

Efesto ha detto...

Gians, scusami, ieri sera ero un po' in crisi e sono stata particolarmente egoista. Mi dispiace davvero.
Un bacio a te

fioredicampo ha detto...

So cosa significa e so quanto è terribile! Non ci sono parole.
Un saluto.

Anonimo ha detto...

un abbraccio da Reby

Alberto ha detto...

Certe volte le parole non bastano, o forse non si riesce a trovare quelle giuste. Ciao Gians.

Gians ha detto...

Efesto, non devi scusarti di nulla.

Gians ha detto...

Fiore, scordiamoci il passato, ma tenendoci vigili.

Gians ha detto...

Reby, a te. :)

Gians ha detto...

Alberto, verissimo, in certi casi basta un saluto, esattamente come hai fatto tu. Grazie.