giovedì 13 maggio 2010

Inquinamento spirituale




Del comunicato stampa, rilasciato il 12 novembre 2008 sul caso Radio Vaticana, si legge che, sia la parte Italiana che quella Vaticana esprimono viva soddisfazione, per le rilevazioni fatte sull'inquinamento da elettrosmog delle antenne poste a nord di Roma. Ma a rileggere con attenzione, il documento in pdf sulle misurazioni, si evince che in molti casi alcuni apparati trasmittenti risultavano non misurabili, in quanto spenti o in avaria. Come dire che il padre Pasquale Borgomeo, morto defunto, schiattato, teneva scientemente spenti gli impianti dannatamente potenti ed evangelicamente più portatori del messaggio di dio in ogni parte del mondo, per poi accendere il tutto appena possibile. Solo oggi, vengo a conoscenza che la situazione è cambiata, il cardinale Roberto Tucci è stato confermato responsabile e dovrà pagare le spese legali, in quanto ai rimborsi per le persone che ritengono d'aver contratto tumori di vario genere, ancora è presto, e francamente ho la sensazione che non se nè farà nulla.

11 commenti:

metropoleggendo ha detto...

la parola del signore val bene un tumore

Efesto ha detto...

Azz... Metro, questo si che è andare giù duro!!!!

Perchè sei così pessimista, possono sempre ricorrere ai miracoli!

O.T.
Gians, bello mio, non posso distrarmi un attimo che mi posti 2 occhi magnetici!
Vedi come la realtà spesso supera la fantasia ... :))))

Gians ha detto...

Metro, le tue massime stanno facendo il giro dei blog che contano. :)

Gians ha detto...

Efesto, credimi, è tutta miopia. Efesto mi mancavi, ma oramai mi hai abituato a queste assenza, inutile chiedermi che fai nei momenti in cui non ti leggo. Ti immagino a Parigi.

sam ha detto...

Anche questa è una storia di quelle, Gians...

Anonimo ha detto...

Gians, tesoro, magari .....
Sono stata risucchiata dal vortice del lavoro, e la sera sono talmente stanca da non riuscire ad articolare pensieri di senso compiuto ;)))
Efesto

MarioDG ha detto...

E io che mi facevo che usassero ancora quel tipo di colombe.
:-)
Mi spieghi perché loro che son così certi di andarci (in paradiso) sono quelli che hanno meno fretta?

Gians ha detto...

Sam, inutile dire che ne leggeremo ancora...

Gians ha detto...

Efesto, capisco, non parliamo poi del venerdì, per me giorno davvero pesante.

Gians ha detto...

Mario, in realtà a leggere i conti vaticani, loro un paradiso se lo sono già creati in terra, ecco la ragione di tanta calma. :)

enne ha detto...

Non so quanto c'entri, ma un mio amico, tempo fa, abitava nei pressi di Castelgandolfo.
Ogni volta che passavamo vicino alla residenza del papa si perdevano le frequenze della radio, e i cellulari andavano in tilt.
Lui, che è un ateo di quelli più feroci, pronunciava parole irripetibili.
Se a volte si controllava, era solo perchè c'era mio figlio, che allora era piccolo. :)