giovedì 18 febbraio 2010

Ipocrisie




Un solo cazzone tra 232 parlamentari ad essere beccato nel test-antidroga, i restanti 231 giurano di non frequentare centri benessere, ma soprattutto essendosi sottoposti volontariamente al test, hanno pensato bene, di trascorrere la serata precedente in famiglia.

38 commenti:

Tess ha detto...

certo che bisogna essere proprio dei pirla

Arci ha detto...

evidentemente il pirla, se ha rispettato i giorni prescritti di astinenza prima del test, o è troppo leggero o ne ha pippata troppa ...

Gians ha detto...

Tess, personalmente sono in attesa di conoscere il nome, magari si scopre che è tutta una provocazione per promuovere il dilemma della liberalizzazione delle droghe.

Gians ha detto...

Arci, visto che il test prevedeva anche l'analisi dei capelli, sono propenso a credere che il tizio ne avesse pippato appunto fin sopra. :)

Lucien ha detto...

Magari uno dell'UDC, visti i precedenti e visto che dicono di ispirarsi ai valori cristiani.

metropoleggendo ha detto...

ma se sono volontari qualcuno mi spiega che senso ha? ovviamente posso immaginare chi li ha pagati questi test. quel pirla secondo me neanche esiste: serve solo per dire che al massimo ci può essere una mela marcia in tutto il nostro pulitissimo parlamento

sam ha detto...

O coglione, o molto furbo.

Gians ha detto...

Lucien, nessuno meglio di alcuni esponenti di quel partito potrebbe essere il maggior indiziato, ma senza voler dare la caccia alle streghe, sono del parere che ognuno possa fare uso delle droghe che preferisce, a patto che mantenga una coerenza, anche nelle espressioni di voto a cui è chiamato a dare, da mandato popolare.

Gians ha detto...

Metro, l'operazione è infatti tutta di facciata, il ministro giovanardi, sull'onda emotiva degli scandali personali di alcuni politici regionali ha secondo il suo pensiero, voluto dare dimostrazione di trasparenza, ripeto, sono del parere che la gestapo sia una forma di polizia a me estranea, ma volendo o dovendo dare una dimostrazione di "purezza" allora il metodo andrebbe rivisto.

Gians ha detto...

Sam, in entrambe i casi, non si dimostra assolutamente nulla, volendo fare un test, io lascerei una mazzetta da centomila euro in uno scranno, e starei a vedere chi, dei parlamentari, la riporta al legittimo proprietario. Vuoi vedere che potrebbe essere il tossico? ;)

Efesto ha detto...

Gians, sinceramente, ma che ce ne frega se fanno uso di sostanze stupefacenti? Basta che se le paghino con i soldi loro.
E che non facciano gli ipocriti, prendendosela poi con il Cucchi della situazione.
Capisco se mi cancelli, forse sono troppo estremista.

Gians ha detto...

Efesto, non ho mai cancellato nessuno, figuriamoci poi te. In commento precedente ho voluto sottolineare la mia totale assenza di pregiudizi sui consumatori di droghe di qualsiasi ordine e grado, fatti loro! ho semmai voluto porre l'attenzione sul fatto che poi spesso il parlamento è chiamato a legiferare su questi temi, e che quindi si vorrebbe coerenza e chiarezza, altrimenti il rischio che sia un falso moralismo a prevalere, sarà sempre alla base degli scandali avvenuti ultimamente. In sostanza si è tutti liberi di fare ciò che si vuole, a patto lo si dica prima agli elettori.

Efesto ha detto...

In questa italia così ipocrita i panni sporchi non si possono più lavare neanche in famiglia. Con le liste bloccate figurati chi vuoi che lo dica sapendo di fare poi la fine di Morgan.

Gians ha detto...

Efesto, per quanto rincoglionito sia un Pannella d'annata lo fece con buoni risultati, insomma non mi pare la "gente" o almeno non tutta lo abbia rinnegato. Erano gli anno ottanta o forse anche prima, dove sta quindi l'evoluzione?

Efesto ha detto...

Hai ragione Gians, nessuna evoluzione, anzi, direi il contrario. L'Italia degli anni '80 era molto meno provinciale di questa.

Lucien ha detto...

Il punto è proprio quello: io sono antiproibizionista convinto e non sopporto la gente come Giovanardi e i suoi amici: puritani davanti alle telecamere e alle famigliole che li votano e poi sotto, sotto...

Gians ha detto...

Efesto, allora ci sarebbe da chiedersi cosa è capitato dopo quegli anni ottanta. Non certo per volerlo tirarlo dentro a forza, (io stesso sono stato un elettore di Forza Italia) ma solo come pura considerazione è arrivato un simil-bipartitismo a sostituire richieste concrete di seppur piccole percentuali di votanti. Il pur volenteroso partito radicale, che cazzo ci stava a fare nel primo governo berlusconi che grazie alle posizioni di alleanza nazionale era anni luce distante dall'antiproibizionismo. Da questo si capisce che gli attuali inciucci di potere, non inseguono un ideale politico comune, ma solo la smania di governo.

Gians ha detto...

Lucien, a questo punto saremmo pure legittimati nel godere della rovina di chi si pronunciava ligio alla regola morale, e che invece è stato beccato. Non fosse per le loro famiglie (spesso inconsapevoli) ci sarebbe da esagerare.

Efesto ha detto...

Io ce l'ho un'idea, seppure parziale, di quello che è accaduto dopo. Da una parte è caduto il muro di Berlino, e si è portato appresso non solo gli ideali ma anche la coerenza. Dall'altra parte la politica, sconvolta da tangentopoli, ha pensato bene di mettersi al riparo con una serie di riforme che hanno reso lecito quello che prima era illecito.
Si è creata una morale ipocrita per la massa, e norme non scritte per chi gravita nell'orbita dei potenti.
PS: mi sa che noi abbiamo condiviso alcuni errori nel passato ;))))

Gians ha detto...

Efesto, qualcosa del tuo commento mi sfugge, per esempio il rendere lecito ciò che prima era illecito, se vorrai illuminarmi starò a leggere. Sul nostro errore di gioventù, posso dirtelo alla Guccini: "avevamo l'incoscienza dentro il basso ventre", capisco che è più adatto ai maschietti, non per auto-giustificarci, ma l'importante è non perseverare.

Efesto ha detto...

E' un discorso un po' lungo, ci vuole tempo e concentrazione (e ora mi mancano entrambi)perchè coinvolge anche aspetti tecnici. Ti faccio solo un esempio: una volta nella Pubblica Amministrazione non esistevano i consulenti, gli incarichi dirigenziali dati fiduciariamente, gli affidamenti "intuito personae" ... si facevano i concorsi, e le raccomandazioni erano un reato. Poi c'erano una serie di organi di controllo che sono stati aboliti. Ora i politici sono senza regole nè controlli e con un barattolo di nutella di fronte. [E non gli bastava, pensavano di andare oltre, con la protezione civile s.p.a.]. Ma te l'ho detto, è un discorso lungo .....
A proposito, l'incoscienza nel basso ventre ce l'avevamo anche noi femminucce :)))))

Lindalov ha detto...

C'è sempre stato il sacrificio agli dei.
Oggi è meno simbolico ma altamente remunerativo.
:D

Gians ha detto...

Efesto, alcuni baracconi denominati s.p.a. esistevano già da allora, non meniamocela con il "si stava meglio quando si stava peggio" ricordo, perchè ente statale che doveva curarsi delle disparità tra nord e sud, una certa cassa per il mezzogiorno, questa ieri come oggi, altro non era che un escamotage per politici di ogni entità per promuovere il proprio serbatoio di voti. Detto questo, e per non arrivare all'infinito, ci si chiede, quando e come alcuni nostri diritti, come per esempio quello di fare uso di sostanze stupefacenti possa essere sdoganato, da leggi vincolate da una morale che più che civili e tolleranti, paiono fatte su misura per accontentare i veti della morale religiosa di santa madre chiesa.

Gians ha detto...

Lindalov, grazie del tuo commento, mi riservo di rispondere quindi non prima di una delucidazione da parte tua, ;) intanto benvenuta.

enne ha detto...

Di sicuro il cazzone ha i capelli, salvo che non gli abbiano prelevato peli da qualche parte.
:)
Una volta ero proibizionista, sai?
Poi sono cresciuta, ma se becco l'unno con una canna lo affetto come un salame. :)

enne ha detto...

Lo so: sono sempre il Nosferatu della situazione. :-|

enne ha detto...

Gians, il trio "avanti Savoia" è passato.
Scusa l'OT, ma sono moderatamente sconvolta. :-|||

Gians ha detto...

Enne, come tutte le madri, la mia compresa, resterai almeno per un attimo sconvolta e preoccupata, ma non farai potrai fare assolutamente nulla per impedirglielo. Questo credo valga se il ragazzo avrà già iniziato, ma in ogni caso non dovrai disperare, se cresciuto sveglio come immagino da cotanta madre, si accorgerà che la misura è importante in ogni ambito della vita che è stupefacente di se. Tu immagino che questo senso della misura glielo abbia trasmesso vero? se così non fosse in ogni modo, liberi tutti, credo profondamente nella autodeterminazione, di amici in rovina con genitori possessori di ottimi propositi ne conosco a bizzeffe. Solo una cosa: Fai in modo non ascolti povia e il principe con al seguito pupo. Drogato va bene, rincoglionito no! ;)

Mio Capitano ha detto...

Non so come si sia beccare questo tizio. Evidentemente non era informato sugli ultimi controlli antidoping.
Sento parlare di Morgan che sarebbe stato danneggiato dal fatto di essersi vantato di fumare crack. Non mi pare, è andato in televisione in lungo e in largo, due ore solo da Vespa, lo hanno santificato Bersani e la conduttrice sanremese, nonché qualche altro esercito di sacerdoti del Cocatromborock'nroll, tutti i giornali hanno parlato di lui e ancora ne parlano, ha avuto un lancio per il disco come non ce l'ha nessuno, interviste a iosa: se questo è essere emarginati, vado pure io subito in televisione a dire che fumo crack come Lippi fuma i sigari e mi faccio di coca come la Clerici si fa di pappardelle alla lardesca. Solo che ho la certezza assoluta che se lo dico io non gliene fotte niente a nessuno, né se fumo crack, né se faccio quack.

enne ha detto...

Liberi tutti, Gians: che cosa diventerà mai l'unno, con una madre radicaleggiante (comunque molto liberale, e non tanto per dire) e un padre "orrido dipietrista"?
Penso, non del tutto a torto, che le nostre idee influenzino anche il modo di agire.
E ti ho detto tutto. :-|
Tra l'altro penso che un po' di erba buona sia meno dannosa dell'abitudine agli alcoolici.

Gians ha detto...

Capitano, invece ti sbagli, io su di te che fumi crack ci scriverei subito un post. ;)

Gians ha detto...

Enne, non saprei, è da tento tempo che non vado per prati. ;)

Efesto ha detto...

Non era, e non sarà, mia intenzione nascondermi dietro il "si stava meglio quando si stava peggio".
Ci sono tante ragioni per le quali una società invece di emanciparsi diventa sempre più provinciale. L'Italia con gli anni si sta contraendo: economicamente, politicamente, eticamente. E per nascondere il vuoto si crea una facciata perbenista.

Gians ha detto...

Efesto, ti conosco abbastanza per credere a quanto mi dici, una cosa peò non mi torna se è vero che l'attuale governo viaggia intorno al 37 % di consensi, dove sta il restante 63? tutti zitti e buoni in attesa di tempi migliori? ;)

Efesto ha detto...

No, un 3% circa prova a farsi sentire, gli altri aspettano la manna dal cielo .....
;)

Zelda ha detto...

ci sono voci su chi è il cazzone, o meglio la cazzona, una che non posso vedere manco dipinta....se è lei, oltre aessere insopportabile, è pure cretina completa...
Ciao gians!

Gians ha detto...

Efesto, che poi io questa manna, non ho mai capito cosa sia. ;

Gians ha detto...

Zelda, non mi dire che si tratta della Carlucci.