martedì 2 giugno 2009

Tete a tete




Un triplo urrà per gli amici, intendo quelli vecchi e d'infanzia, ma anche quelli nuovi e di mezza età. Quelli talmente attenti a te e al tuo pensiero, che quasi mai hanno bisogno di porti domande, ne conosco già e da tempo le risposte. Eppure l'amicizia va "manutenzionata", pena, il declassamento a semplice conoscenza. Dirò una cosa banale, l'amicizia al pari di una relazione d'amore, si nutre di fiducia, non ha bisogno di detective impostati dietro ogni angolo di strada, per capire se ti si stia tradendo. Meglio quindi una domanda secca, magari incalzante, che piccoli sotterfugi. Fatta questa premessa, immagino che molti di voi si staranno chiedendo dove voglia andare a parare. Ebbene, non riuscendo a fare più distinzione tra amici vecchi e nuovi, di birra tete a tete o di tastiera, per fugare qualsiasi dubbio sulla mia sincerità, non nego che su questi pensieri e concetti, che definisco ironicamente "Giansosi" vi siano collage di pezzi scritti da chi, molto meglio di me lo sa fare. Insomma ho rubato qualche gallina, ma poi il mio profilo criminale è notevolmente migliorato. Quando nutrite dubbi, chiedetemi pure se ho la fedina penale pulita.

48 commenti:

escopocodisera ha detto...

ma di quale manutenzione parli? c'è quella ordinaria e quella straordinaria, ma c'è anche il risanamento, il restauro, la ristrutturazione...

[lo dici sempre anche tu che il primo commento deve essere soft].

Leftorium, il blog Riformista ha detto...

Dicono che il cane sia il miglior amico dell'uomo. Secondo me non è vero. Quanti dei vostri amici avete fatto castrare, recentemente? (Larry Reeb)


Saluti, Leftorium©

gians ha detto...

Esco cara, per certi versi parlo di quella straordinaria, visto che non è possibile farne ne di preventiva ne tanto meno programmata. ;)

gians ha detto...

:)) Left, e meno male che la pratica non è in auge, altrimenti sarei seriamente in pericolo.

cuncetta ha detto...

no le galline no che ho paura.
ruba qualche brilloccone che è meglio.
:D

gians ha detto...

Cuncetta mia, ora metto a punto un piano, vuoi essere mia complice? :))

medita partenze ha detto...

vai avanti così che vai alla grande :-))

gians ha detto...

Mp bello, come mi incoraggi tu, nessuno mai. :))

Efesto ha detto...

Ciao tutor, eccomi di ritorno. Come procede la manutenzione?
Un abbraccio

gians ha detto...

Efesto cara, bentornata, per quanto riguarda le manutenzioni è ancora tutto da verificare, sono cose delicate. :)

IL LAICISTA ha detto...

Da amico (virtuale) di mezza età te lo dico: non ho capito un tubo!
Devo avere qualche sinapsi mal funzionante. :DD

gians ha detto...

Laicista caro, la colpa è tutta mia, qualcosa di mal funzionante la ho io quando scrivo. :))

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Post divertente ma criptico; un aiutino :-)))?

la bislacca ha detto...

Forse ho capito, e la butto giù brutale, secondo il mio stile da signora: Cuncetta ti scrive i testi???
Però poi mi casca sulle galline come mia sorella?
:-)))

Cleide ha detto...

Che mi colpisca un fulmine se ho capito il nesso tra la prima e l'ultima parte del post. Appunto..dove vuoi andare a parare? E su questo quesito me ne vò a nanna.))

escopocodisera ha detto...

ecco, pensavo di essere l'unica a non aver capito! ma, si può capire cosa avresti combinato?
ciao.

Arci ha detto...

ruba pure, siamo tutti nani sulle spalle di giganti, ;))

Garbo ha detto...

Caro Gians,
in tempi di condono e di prescrizioni facili, qualsiasi cosa tu abbia rubato può esporti al massimo a qualche mese di servizi sociali (come Previti), tanto più che hai confessato pubblicamente. Riguardo a quanto sia facile rubare qualcosa a qualcuno, il caro amico Arci qui sopra mi ha appena rubato una metafora (ascoltata da me in questi giorni di intenso dibattito filosofico e politico); una metafora che a sua volta io avevo prelevato senza autorizzazione alcuna da Umberto Eco (lo confesso, ma niente pene alternative, è tutta la vita che svolgo un servizio sociale) ;-)
Un caro saluto

impollinaire ha detto...

be' visto che siamo in vena di ammissioni... sappi che una birra con te me la berrei, ma a manina sul lungomare di cagliari non ci verrei, la rima per addolcire la terribile rivelazione

gians ha detto...

Daniele, senza saperlo mi vieni in soccorso, trovi il post divertente al pari di altri scritti precedentemente, sappi che alcuni contengo strofe non scritte di mio pugno, questa è la verità tutta la verità, nient'altro che la verità. :)

gians ha detto...

Bisla, non conoscevi la fobia di Cuncetta per le galline, quindi sappi che è talmente spaventata da loro che neanche le nominerebbe, quindi non ci sei. :))

muna ha detto...

meglio aver rubato una gallina che decidere di farlo domani, per la questione dell'uovo oggi o domani, nel senso di ieri

gians ha detto...

Cleide cara, scusa ieri non ho letto il tuo commento, ho dovuto recuperare qualche ora di sonno "persa" la notte precedente, il nesso è molto semplice, anche se non amo spiegare i post, sta tutto tra la fiducia di un amico o lettore, su quanto si scrive in un luogo virtuale come un blog riportato alla realtà di ogni giorno, insomma è come se una tua cara amica leggendo le tue pagine virtuali ti chiedesse se quanto scrivi è tutto tuo o magari se attingi da altre fonti. Spero d'essere riuscito a spiegarmi sufficientemente. Un caro saluto. :)

gians ha detto...

Esco cara, inutile che mi ripeta, in qualche commento precedente credo di aver detto il perchè di questo post, comunque se non ti è chiaro sono quì. :)

gians ha detto...

Arci caro, innanzitutto bentornato, la tua è una giusta considerazione, purtroppo scrivo questo commento condizionato da quello dell'amico Garbo, si a volte la tentazione di rubare dalla mente dei giganti è forte. :))

gians ha detto...

Caro Garbo, ci sono scritti talmente perfetti, che talvolta risulta inutile cercare di superarli per esprimere concetti che questi grandi hanno già confezionato da tempo e in modo meraviglio, non si tratta di pigrizia intellettuale, ma solo di un riconoscimento al genio, che a me, ha permesso di scrivere decine di post, dove, gli ho inseriti senza specificarne la provenienza. Questa è la mia ammissione, e il mio "furto". Ora vado a iscrivermi come volontario presso un servizio sociale. ;))

gians ha detto...

Imp caro, non dirmi che non ti fideresti di me? questa allora è una congiura. ;))

gians ha detto...

Muna caro, in sostanza dici che le galline vanno rubate mentre fanno l'uovo? :))

la bislacca ha detto...

In effetti non ci sono, Gians. E' un periodo che mi sembra di essere diventata un fantasma.

gians ha detto...

Bisla, si vede che le catene che ti trascini parlano per te. :) e ci vedono quasi giusto.

Efesto ha detto...

La tua colpa è quella che hai confessato a Daniele???? Tutto qui ???
Ma non c'è reato nella diffusione della cultura, altrimenti gli scrittori, i musicisti, gli sceneggiatori, i registi, i pittori, gli scultori ecccccccccc... sarebbero tutti nelle patrie galere.
;)

gians ha detto...

Efesto, il mea culpa prevede l'averlo omesso anche ad un amico, ora vado per l'assoluzione.. ci spero. :))

Paolo Borrello ha detto...

Il post è inziato bene acon alcune considerazioni sull'amicizia che condivido a pieno. Poi mi sono perso e concordo quindi con chi ha già rilevato di non aver capito granchè, nel mio caso riguardo alla seconda parte del post.
Ciao

Ugolino Stramini ha detto...

Non ti sarai mica fatto beccare dal gallo?
Se il gallo è un gallo grande, il "gallone" che conosco io, quello è capace di fare molto chiasso, ma il becco è spuntato e gli speroni glieli hanno tagliati da tempo. :-)

gians ha detto...

Paolo, il post nasce volutamente criptico, poi continuo a spiegarmi nei commenti, e credimi non è una tecnica di fidelizzazione. ;)

gians ha detto...

Caro Ugolino, il gallo che conosco io è sempre quello da combattimento di una volta, anzi se possibile, è divenuto un sicario verbale ancora più efferato. Con grande piacere per il pubblico anche se non pagante. ;) Un abbraccio.

la bislacca ha detto...

Urca: catene parlanti.
No, è sempre meglio il mio spettro. :-|

gians ha detto...

Bisla, saresti un fantasmino davvero simpatico. :))

Mio Capitano ha detto...

ho letto i commenti per cercare di capire se qualcuno avesse capito di che cosa parli, ma mi risulta che nessuno ci sia riuscito.
A me rubano di tutto. Pensa che poco fa è stato visto un mio piccolo (e indegno) sketch recitato dalla Littizzetto a rai tre (e non scherzo). Potrei pure fare causa alla nota comica e al suo autore: probabilmente in tre o quattrocento anni di processi riuscirei a vincere una pacca di consolazione da parte di un giudice. Ciao.

la bislacca ha detto...

Un fantasmino che se adesso avesse una pistola in mano sparerebbe alla tv, ma solo perchè sta ascoltando quel pazzo di Diliberto.
Ok, il premier è quello che è e lo sappiamo, ma tu ti immagini Diliberto premier?
Preferirei farmi suora, darmi fuoco, andare a battere, fare cose folli.

gians ha detto...

Capitano caro, vale sempre la pena difendere il proprio diritto d'autore, specie se viene sfruttato da personaggi famosi e a scopo di lucro, io al pari di molti, non faccio altro che citare scritti ben costruiti in contesti che possano far sorridere e riflettere. Comunque complimenti, vedersi citati sui canali rai è roba da non poco. :)

gians ha detto...

Bisla, io tengo talmente tanto a te che, che per carità premier a parte non ti augurerei mai un simile destino. ;) Notte.

Tess ha detto...

che dire, mi piace pure ladro di polli...

Capa_stuerta ha detto...

Passavo giustappunto per manutenzionare....

Non è che mi sia proprio liberata di tutti gli impicci, diciamo che comincio a vedere la luce in fondo al tunnel.
Un bacione carissimo :)

gians ha detto...

Tess, mi raccomando non dimenticare una lima nel panino quando vieni a farmi visita. ;))

gians ha detto...

Capa, fai tutto con molta calma, sai dove trovarmi. Un abbraccio. :))

babbo ha detto...

LEGGO CON PIACERE MA NON MI ACCONTENTO, COMUNQUE SEI SULLA GIUSTA STRADA.
SALUTI.

BABBO

gians ha detto...

Babbo, sempre felice d'accontentare, sia chiaro, non sempre per essere felici gli individui debbono marciare per la stessa strada, è bellissimo anche incontrarsi in un incrocio e chiedersi come è andato il viaggio, appunto "chiedersi" e non pretendere il racconto. Un abbraccio. ;)