sabato 9 maggio 2009

Promesse e debiti



Come sempre più spesso avviene, le dispute sulla forma e le urla dei contendenti finiranno per celare la sostanza. Che è particolarmente dura, ma anche particolarmente semplice: la lista dei ministri e dei sottosegretari del governo italiano è stata o non è stata condizionata da favori sessuali? Se sì, lo scandalo sarebbe enorme in qualunque democrazia. Se no, lo scandalo non esiste e va archiviato subito. Il resto è un guazzabuglio neanche troppo divertente di moralità assortite e di complicità ghignanti. E così, alla fine, vedrete che dovremo fare a meno anche di quel "sì" o di quel "no". Non la verità, che è materia quasi astratta, ma la realtà sarà ancora una volta sottratta a quel che resta della pubblica opinione. Dei costumi sessuali del maschio Alfa del Paese, come di quelli di chiunque, non mi importa nulla. Non riesco neanche a giudicare i miei, figuratevi quelli degli altri. Ma mi importa moltissimo, invece, sapere se qualche ministro o qualche sottosegretario è stato nominato senza altro merito che un pedaggio sessuale pagato al potere. È una domanda che esprime soltanto l’istinto democratico basico, l’abc della correttezza istituzionale. Peccato vederla sparire dal dibattito

34 commenti:

Astrid Nausicaa ha detto...

Che tristezza... Lo credo che siamo l'ultima ruota del carro all'estero.

Mio Capitano ha detto...

Ma a chi ti riferisci? Alla Brambilla? A qualche velina? Ho visto il discorso del duce. Non so se mi devo preoccupare, ma mi è venuta una gran voglia di arringare la folla da un balcone. :-)

gians ha detto...

Astrid, per non dire quella di scorta, in ogni modo non dobbiamo angustiarci, siamo l'avamposto della denuncia. ;)

gians ha detto...

Capitano, se non soffri di deliri di onnipotenza (se non letterari) si faresti bene a preoccuparti. ;)

ps, mi riferisco ai ministri, siamo a quota 64 e il trend non accenna a diminuire.

Mk ha detto...

Ma poi promossi perché?Non mi pare che la Brambi abbia meriti sul campo per aver fatto schizzare il turismo alle stelle.E vogliamo parlare del ministero dela salute?Naaaaaaa.Mi inquieta molto questo video.Mi vien voglia di naufragare su qualche isola deserta senza pc e senza informazione.

raser ha detto...

ammettilo, sei solo invidioso perchè non hai nulla da offrire... o meglio, hai qualcosa di troppo, fra le gambe

gians ha detto...

Moni, mi hai fatto venire un dubbio. Chi è il ministro della sanità, devo ammetterlo lo ho dimenticato. ;) per quanto riguarda il video, pare strano vederlo in bianco e nero, pare girato oggi.

gians ha detto...

Raser, potrei sempre entrare a fare parte di quella schiera di politici "macho" che usano l'aggeggio come merce di scambio, sempre se le ipotesi vengono avallate dai fatti. ;)

Mk ha detto...

Il futuro ministro della salute sarà fazio.Per il momento è accorpato al welfare e c'è un tipo che si chiama sacconi....

rossoantico ha detto...

Toh! ho l'impressione che manchi qualcosa...

Quanto al problema che poni, io non mi scandalizzerei più di tanto.
Le promozioni per meriti... particolari, avvengono in tutte le categorie. Mi turbano molto di più le leggi vergogna, l'arroganza del potere, i privilegi della casta...
ciao
claudio

Cleide ha detto...

Signor Gians si attenga all'apparenza. La verità non è contemplata in questo paese.))

bruno ha detto...

"............è stato nominato senza altro merito che un pedaggio sessuale pagato al potere."
Se lo chiami potere invece di papi stavolta nomina te ministro.

gians ha detto...

Moni, sono stato assente finora, ma ti pare possibile che torni a casa e leggo un commento in cui mi si afferma che in pratica tra tutti i ministri (e sono tanti) non ve ne uno per la sanità? dico prima avevamo Veronesi, e oggi?

gians ha detto...

Claudio, da oggi visto che conosco il tuo nome, chiaramente se non ti dispiace continuerò a chiamarti per nome, il mio è uno pseudonimo non troppo complicato, (Gianluca) detto questo da curioso della vita quale sono ti chiedo cosa possa mancare, di seguito poso dirti che sulla mia pelle ma anche su quella di altri ho visto il merito surclassato dall'interesse, ho visto aziende prive di profitto per questa scelta, e per fortuna ho visto aziende che al contrario antepongono le capacità alle clientele, e anche ai titoli, godere di una sana competizione tra menti capaci e stare al passo con l'economia nonostante la crisi. Purtroppo queste ultimi di cui ti parlo non sono aziende nazionali. Buon we.

gians ha detto...

Cleide cara, per tutti i risvolti oscuri mi attengo solo al buon senso, (almeno spero) questo mi porta appunto a non parlare di verità che io non conosco, ma solo di realtà a cui tutti i giorni cara Cleide dobbiamo fare fronte. ;) buon we.

gians ha detto...

Bruno caro, non è per snobismo intellettuale, ma solo per mero distinguo non utilizzo certe parole. ;) Buon we.

la bislacca ha detto...

Duro,
massiccio,
incazzato.
Tutto un altro Gians. ;-)

rossoantico ha detto...

Caro Gians, ciò che dici è giustissimo e non è certo mia intenzione contestare le tue osservazioni..
Chi non vorrebbe che ai posti di comando venissero messe persone competenti e meritevoli?
Eppure, se guardiamo la lunghissima lista di ministri che si sono succeduti nei sessant'anni di vita della Repubblica, ne troviamo pochissimi veramente meritevoli e competenti. Molti sono stati fatti ministri per garantire finanziamenti a determinate correnti politiche, altri perchè graditi al vaticano, altri ancora perchè imposti da determinati centri di potere, ecc. ecc.
Secondo me, è riprovevole nominare ministro uno che ti succhia l'uccello, allo stesso modo è riprovevole nominarne uno perchè te lo ha "consigliato" un capomafia.
Saluti,
claudio

rossoantico ha detto...

La frase del mio primo commento: "Toh! Ho l'impressione che manchi qualcosa", considerala non detta. E' che mi sembrava mancasse un post. Mi sbagliavo. Scusa.

gians ha detto...

Bisla, non vorrei mai darti questa impressione, spero solo si riferisca al contributo su YT. :)

gians ha detto...

Caro Claudio, abbiamo sicuramente gli stessi pensieri riguardo alla meritocrazia, (bene inesistente nel nostro Paese) purtroppo il malcostume diffuso, ma anche il vizio tutto italiano di prevaricare le normali prassi e tentare di scavalcare il prossimo con scorciatoie, che spesso coinvolgono uomini politici o pubblici impiegati, fa sì, che in cambio anche di un proprio diritto, magari ottenuto con in anticipo grazie a qualche raccomandazione metta colui che ce l'ha fatto ottenere in una posizione di illecito credito. In sostanza quello che credo è che per vivere in un modo migliore la si debba smettere di fare i furbetti, solo in questo modo ognuno potrà rispettare i propri ruoli. un caro saluto.


ps, il post che ti manca, forse è quello che ancora devo scrivere.

medita partenze ha detto...

correttezza? dibattito?
;)

gians ha detto...

Mp bello, non essere disfattista, io ci credo ancora. ;) bentornato caro mio.

la bislacca ha detto...

No no: parlavo di te.:-)
Moki, forse la Brambi avrà fatto schizzare gli occhi fuori dalle orbite a qualcuno, causa autoreggenti.
Seriamente.
Con tutti i problemi che abbiamo, la crisi economica e la soglia della povertà, che si sta abbassando paurosamente, non mi sembra davvero il caso di nominare altri ministri. Anzi, bisognerebbe ridurli e decurtare drasticamente i loro stipendi da favola.

IL LAICISTA ha detto...

Sappiamo tutti, per esempio, che la Carfagna è ministro per le sue qualità oratorie e per le competenze di cui ha dato ampia e indiscutibile dimostrazione.
Basta con le calunnie, basta prendersela con le belle donne!
Anche questo è maschilismo!

sam ha detto...

non credo si potrà sapere. sinceramente ciò che credo conti è che all'estero, una come la Carfagna è vista per quel che è e quel che vale. Indipendentemente dal fatto che abbia fatto o meno la prova della monetina (Tinto Brass docet).
Un saluto Gians
sam

Tess ha detto...

la gallery dei simpatici dittatori è fantastica. Capezzone molto meno

impollinaire ha detto...

ma visto che i pedaggi di questo genere non sono certo un'invenzione recente, che gusti avevano i premier in passato?

gians ha detto...

Bisla, non posso credere che tu ora mi veda duro e incazzato, quando scrivo di solito me la rido. :))

gians ha detto...

Laicista, dici bene, la si deve smettere. largo alle belle donne quindi, tanto a noi sai che differenza fa. ;)

gians ha detto...

Sam, forse siamo noi solo troppo maliziosi, speriamo sia così perche all'estero stiamo solo facendo delle grandi figure di ... e quì mi fermo. :)

un caro saluto.

gians ha detto...

Tess, certo lui si prende troppo sul serio e pretende che pure chi l vede in tv abbia la stessa sensazione, non ha capito bene che gli italiani si sono rotti le balle di lui. :)

gians ha detto...

Imp, considerato che andando a ritroso troviamo Prodi, e quì credo ci sia poco da scovare, potremo dire che si deve ritornare indietro almeno al governo tecnico di Dini. ;)

la bislacca ha detto...

Forse Impo intendeva i Premier della prima repubblica.
Ossignore: non oso pensarci. :-|