lunedì 6 aprile 2009

Spiano case




Nessuna richiesta particolare, nemmeno 1200 vigili del fuoco richiesti in diretta Tv, nulla da aggiungere, se non l'augurio che l'immagine di sopra, non sia il futuro "piano casa" per l'Abruzzo. Buona fortuna a tutte quelle persone.

Integrazione al post:

Sono morte tante persone e questo basta. Morire sotto le macerie o sotto un'auto poco cambia. La disperante notizia, come al solito sta nella concentrazione. Morire da soli, anche in modo "ingiusto" magari travolto dal solito "ubriaco rumeno", nella scala dell'indignazione nazionale vale almeno un distinto, sia chiaro, schiattare sotto le ruote di un connazionale vale appena la sufficienza. Invece morire in compagnia non ha voti, se poi è la natura a decretarne la fine, si raggiunge l'ottimo, questo almeno nelle graduatorie dell'audience televisivo, in cui Bruno Vespa diventa un perfetto necroforo.

38 commenti:

Espressione ha detto...

first!!:)sì ma dio mio guardo i media si sono buttati come sciacalli,sembra che non aspettino altro che disgrazie per avventarsi con ore ed ore di evento mediatico..
io ero militare in friuli quando ci fu il famoso terremoto,è una cosa che ha segnato molto la mia vita..
adesso quando avverto una scossa come ieri,stò male troppo male,mi prende allo stomaco ed ho paura tanta paura..
ciauz.
eSp.

Mk ha detto...

Speriamo bene davvero.Che dire?

gians ha detto...

esp caro, son fatti, a dire il vero ero indeciso se abilitare i commenti, insomma in questi casi, e con "il morto in casa" mi pare superfluo aggiungere troppe parole.

gians ha detto...

moni cara, assolutamente nulla, non al momento, magari in futuro avremo il compito di vigilare.

Mk ha detto...

Gians...io sono proprio scatafasciata su questa cosa.stanotte è stata dura.Qui è ballato tutto.Terribile.e presagivo già che fosse successa una catastrofe.

gians ha detto...

moni, ora sentiremo di tutto e anche di troppo, quello che mi sono imposto di fare (da mio carattere) è andare oltre, come mio solito e nel mio piccolo sputo nel web sarà anche ironicamente, per quanto possibile, osservare con attenzione quanto viene fatto. non vorrei trovarmi da blogger ad assistere a una nuova Irpinia.

Monica ha detto...

Gians...io ti dico che stanotte l'ho sentita tutta la scossa.I lampadari a casa mia volavano.E' tremato tutto.E ho rivissuto quel terremoto e ho chiamato i miei perché non sapevo dove fosse stato l'epicentro e ho tremato perché ora sono più consapevole rispetto a 30 anni fa.E stanotte alle 3,40 stavo al telefono con i miei.Guarda è stato terribile .

gians ha detto...

moni cara, mi spiace per la rievocazione del ricordo che ti ha nuovamente coinvolto. ma quì si grida come al solito all'eccezionalità del disastro ben sapendo (non è cinismo) che ci sono delle zone ben individuate che corrono questo rischio, si grida al disastro chiaramente sempre dopo che avviene, sia chiaro anche io non sono mai stato una persona previdente, ma farlo quando tutto è già accaduto mi pare una inutile discussione, o meglio, utile solo per chi da questa triste vicenda non farà altro che ottenere una sua personale vetrina.

Monica ha detto...

Non avrei saputo usare migliori Gians.Davvero.In tal senso ho scritto pure io una cosetta.
Ti abbraccio .Vado a dormire .Buonanotte e bacio a Cuncetta.:)
Mk

gians ha detto...

moni cara, notte e recupera un pò di sonno. Un abbraccio.

Anonimo ha detto...

Ho visto una giornalista (?) - sciacallo - che al Gemelli di Roma poneva il microfono davanti alla bocca di un allettato, scampato al terremoto e ricoverato colà con tutta la famiglia, feriti tutti, al quale chiedeva, attraverso la maschera dell'ossigenoi: "Come si sente?".
Non hanno pietà.

impollinaire ha detto...

nel modo di fare cronaca nostrano c'è il peggio dell'america col peggio dell'italia, un bel mix

gians ha detto...

anonimo, non credo si debba generalizzare, proprio ora di rientro dall'ufficio come mio solito ascoltavo catepillar, inutile dire che è un trasmissione davvero molto ben fatta, da questo posso dedurre che i giornalisti seri probabilmente hanno preferito la radio alla ribalta della televisione.

gians ha detto...

imp caro, credo che questi signori immaginino il loro pubblico seduto davanti alla tv con il secchiello dei pop corn in mano, saranno dei deficienti? :)

MK ha detto...

Eppure c'è chi ha la sindrome del sopravvissuto e guarda quello che è capitato ad altri sentendosi molto fortunato.
Buonasera :)
mk

Cleide ha detto...

Come ho già detto altrove, non ho resistito ad abbassare l'audio. Le immagini sono terribili e al danno non ho voluto aggiungere la beffa. Mi pare normale che se ne parli, ma poi dovrebbe prevalere il buon senso all'audience.
E quel container in cima al post..buona fortuna davvero.((
Salutami Cuncetta.)

gians ha detto...

moni cara, inutile dire che quando la scampi apprezzi maggiormente le fortune, non credo al destino, ma al culo si. :)

gians ha detto...

cleide cara, rassegnamoci, sarà il tormentone dei prossimi giorni, chiaramente si deve fare informazione, questo è legittimo, non ci resta che aspettare il prossimo scoop, sperando che questa gente non venga dimenticata.

Penultimo ha detto...

Ho visto qualche piccolissimo brano della trasmissione di Vespa e mi è parsa in assoluto la peggiore trasmissione sul terremoto, anche se ammetto di aver seguito davvero poco e che potrei sbagliarmi.
Non mi è piaciuto per niente il modo in cui la televisione informa, si fa per dire, sul terremoto. Ci ho trovato i peggiori difetti della televisione attuale, l'insana morbosità e spettacolarità tipica dei reality show. La televisione fa schifo, non c'è che dire. I
migliori tra gli intervistati mi sono sembrati alcuni vulcanologi, tra cui una sismologa intervistata su Rai Due di mattina: mi è parsa una delle pochissime persone lontane dalla retorica e dagli eccessi linguistici di questi giorni.

Mk ha detto...

Beh...nella vita è tutto un susseguirsi di fattori B.E io giovedì ne avrò mooolto bisogno!:DDD

cuncetta ha detto...

in questo caso nulla vale di più del non detto.

medita partenze ha detto...

tutto uno spot, inclusa la morte. Niente di nuovo sotto il sole, lo sappiamo, soprattutto in questa epoca surreale e bizzarra.
quando gli spot finiscono restano tante lacrime e tanto dolore

gians ha detto...

capitano, sono giorni in cui anche il più illuminato degli scienziati finora in ombra, trova il suo momento di celebrità, peccato che l'informazione scientifica venga sempre relegata a questi "dopo-disastri".

gians ha detto...

moni, che succede giovedì? mi sono perso qualcosa?

gians ha detto...

cuncetta mia, a dire il vero, spesso tu anteponi il non detto come migliore soluzione ad ogni mio post. :)

gians ha detto...

mp bello, sono andato a cercare qualche tg del dopo terremoto in irpinia, non ci crederai potrebbero riandare in onda ora senza che nessuno noti nulla.

Mk ha detto...

Uè Cuncetta cara!Comm staje?:)))
Gians, giovedì ho il presidio a palazzo s.giacomo e in concomitanza abbiamo ottenuto l'incontro con l'assessore all'istruzione.Speriamo bene che accolga le nostre proposte...

gians ha detto...

moni cara, allora sai cosa mettere in borsetta, ne avevamo già parlato. :)) comunque ancora un "in culo alla balena" sperando come al solito che non vada di corpo in quel momento. :)

cuncetta ha detto...

tesora..

gians non mi fare il solito egocentrico :D

gians ha detto...

cuncetta mia, come dici tu in genere, è solo una constatazione. :))

MK ha detto...

Nennella come va?Io scoglionata all'ennesima potenza:)))La clava da borsetta sempre appresso,Gians:)))ma anche un in bocca al lupo andava bene!:DDD

cuncetta ha detto...

hai ragione monikè..
è che gians è truce.

gians mò nun'accumincià ca storia da vittima. :D

gians ha detto...

moni, vada per il lupo, sperando sia solo e non in branco. :))

gians ha detto...

cuncetta mia, stai tranquilla almeno quì non mi sputtano del tutto. :)

Monica ha detto...

No niente branchi e neanche cani sciolti...Qua si viaggia tutti insieme ...:))))Avevo scritto qualche altra cosa ma qua si è oscurata la vallata.Si è bloccato il pc...L'aggia buttà.
Cuncetta cara...:)Me ne vò a fare bebè:))))Bacio e sogni d'oro:)
Gians buonanotte pure a te ,figlio degli anni 80 a 'na coscia!:DDDD
Mk

gians ha detto...

moni cara, sto pc sà da rottamare. ora saltello sulla mia unica coscia chi ti dice che ne abbia due? :) dimenticavo ascoltati il brano di sopra sul nuovo post e fammi sapere. :)

ilMaLe ha detto...

Non c'è (purtroppo) nessuna Provvidenza Manzoniana di soccorso. Ci sono però tanti palazzinari che costruiscono edifici senza usare materiali e tecniche antisismiche in tutta la zona sismica d'Italia (che è poi mezzo paese). Ogni 5-10 anni in Italia c'è un terremoto. Sikamo in una faglia, non c'è niente da fare. Però se iniziassimo a investire in edilizia valida forse sarebbe un inizio. Un ospedale inaugurato nel 2001 non può venire giù con una scossa di 6,2 magnitudo.

la bislacca ha detto...

Il motto di Vespa di fronte alle disgrazie altrui è: "Piatto ricco, mi ci ficco".
Un saluto, Gians.