lunedì 16 febbraio 2009

Migliaia di alabarde




Poiché - da tempo - mi tocca consolarmi con molto poco, ho avuto un moto di sollievo leggendo le misurate parole del sindaco Alemanno a proposito di violenza e stupri. Benché il nostro premier ami circondarsi di famigli, portavoce, reggicoda, maggiordomi, in una sola parola di dipendenti, evidentemente non è ancora riuscito a pagare personalmente lo stipendio alla totalità dei suoi alleati. Qualche uomo di Stato attinge ancora il proprio reddito dalle casse italiane (per questo, del resto, vanno difesi i dipendenti pubblici) e non direttamente dal padrone d’Italia. Tra questi deve esserci Alemanno, che alla notizia di una sua "convocazione" a corte per ricevere istruzioni circa l’ordine pubblico, ha cortesemente fatto presente che il sindaco è lui e dunque rivendica una qual certa competenza, e responsabilità, su quelle forze del disordine chiamate ronde che Berlusconi e Maroni vorrebbero disporre qua e là per l’Italia come il bambino, durante l’estasi ludica, fa con i soldatini. Non ho un’opinione precisa di Alemanno, ma in compenso ne ho una precisissima sui Berlusconi e Maroni. Il mio pregiudizio nei loro confronti è oramai così robusto, e forse irragionevole, che se le eventuali manganellate fossero le manganellate di Alemanno e non quelle di Berlusconi, direi, a costo di mentire, che sono meno dolorose.

34 commenti:

Efesto ha detto...

Secondo me fanno il gioco delle parti. Ma alla fine la sostanza non cambia. Sempre manganelli sono :(

la bislacca ha detto...

Bravo, Gians. Cominciamo col dire che Alemanno è un politico (al di là delle sue idee, condivisibili o meno). Gli altri? Ex imprenditori o imprenditori in carica: avventurieri.
Spero che il PdL si smembri, e che dalla sua polvere possano venire fuori persone con testa pensante in modo autonomo, disposte a mettersi insieme per lavorare a favore di uno Stato laico e liberale. Un gruppo, per la cronaca, si è già allontanato.

Monica ha detto...

Eh ve tocca.Capotribù in nero.:))))
Così come Alemanno.A me nun me garba nessuno.Ma mi sa che i prossimi della lista da spuntare siamo noi.Tutti seriali.
Mi sarebbe piaciuto assistere alla conversazione:
"Allora consentimi tu metti una pattuglia,qui un battello lì, un altro davanti al grazioli per proteggere le veline che escono nottetempo dalla mia casa."
Ao e che ti penzi che decidi tutto te?se permetti le ronde le metto io andò me pare.D'accordo? dinanzi al grazioli,un battelo lì, una pattuglia lì.l'ordine lo decido io!:))))"
Più o meno.:D
Mk

gians ha detto...

efesto, abbi pietà, so bene che fanno quel gioco, infatti parto dicendo che devo consolarmi con poco. Non mi piace parlare in modo generico dei rappresentanti degli elettori, e pre questo ogni volta che trovo uno spunto di democrazia nelle loro parole, mi ci attacco come una patella allo scoglio. :)

gians ha detto...

bisla cara, sono ormai mesi che osservo l'operato di Fini, non nego che lo ho sempre considerato un ottimo polito, come non nego d'avere qualche foto in cui sono raffigurato assieme a lui. Purtroppo il tanto auspicato smembramento non vedrebbe lui come possibile leader, si sa che dopo la presidenza della camera, la pensione è molto vicina. Bertinotti docet. :)

Efesto ha detto...

Gians caro, ti sono vicina .....

gians ha detto...

moni cara, ovunque veda o immagini sceriffi di quartiere o bulli mascherati da giustizialisti mi vengono i brividi, quindi questi ultimi provvedimenti mi fanno paura, tendono a dare nelle mani degli esasperati la possibilità di difendersi da soli, e si sà che in questi casi la ragione è l'ultima delle possibilità che si mettono a fuoco.

IL LAICISTA ha detto...

Quoto @la bislacca e spero che la stessa cosa avvenga con il PD.

Mk ha detto...

Non marceranno armati ma ho paura che le armi o i corpi contundenti potranno essere di gran lunga gettonati.Di contro non oso pensare a quartieri disagiati,come Scampia per citare un quartiere napoletano, con le bande e le ronde .Sai che ne vuò vedè.Veramente scatterà il coprifuoco.Uff.
A proposito ma l'alabarda spaziale vale?:)))

cuncetta ha detto...

vi dirò..a me Alemanno non mi sta dispiacendo.
sempre meglio di quel carciofone di veltroni pis e lov

ps: che mi significa che ultimamente ti tocca consolarti con molto poco?
:)

gians ha detto...

laicista, che dal branco possa uscire qualche lupo ancora privo dell'istinto primordiale, mi pare difficile, nelle speranze credo poco, tuttavia come ho detto apprezzo affermazioni sporadiche di libertà e democrazia.

gians ha detto...

grazie efesto, anche io. salutami il muso. :)

gians ha detto...

moni, la paura potrebbe essere quella, di quartieri disaggiati ne esistono ovunque, ma forse dalle tue parti la percentuale potrebbe essere ancora più pericolosa. L'alabarda non vale, caz.... spaziali sono benvenute. :)

gians ha detto...

cuncetta, ma che dici? quello è un'altro fascista che ha solo fatto una dichiarazione meno idiota del solito.

Monica ha detto...

Altro che alabarde spaziali,Giansolì.Cà ci vogliono gli scudi crociati.Purtroppo pure da voi niente male le elezioni,eh?Mah.mazzate su tutti i fronti.
Vabbuò.me ne vò a fare bebè:))
Buonanotte:)
Mk

cuncetta ha detto...

ma io, soprattutto alla luce degli ultimi eventi, mi sono scoperta molto fascistona.
quindi..

gians ha detto...

notte moni, sono ancora all'oscuro di quanto succeda, mi pare che ancora non siano stati dati i risultati finali. :) a domani.

gians ha detto...

cuncetta adorata, non ti vedrei mai tra quelli. :)

la bislacca ha detto...

E basta con la parola "fascista". Se non ce la scordiamo niente cambierà mai.Ti faccio presente, caro Gians, che alcuni di AN, e dico solo alcuni (non certo, per esempio, quel minus habens di Gasparri)stanno mordendo il freno.
Ancora: il gruppo che ha detto bye bye a Silvio è una propaggine del Partito liberale.
io ci spero, scusate.

sam ha detto...

sempre manganellate sono, però.

gians ha detto...

bisla, come darti torto, in effetti i toni sarebbero dovuti cambiare da tempo, che peccato però dover usare il condizionale, i comunisti esistono ancore e quindi pare inutile anche il nostro tentativo di nascondersi dietro un dito. di certo il centro non è la soluzione per gli estremi, ma si potrebbe prendere esempio da alte nazioni, dove sia che la destra che la sinistra hanno finalmente assunto il ruolo che li compete, lontani da vecchie ideologie e aperti al nuovo. Mi auguro possa succedere anche da noi. notte.

gians ha detto...

sam, ma vuoi mettere quanto sia più felice per chi le riceve, sentirsi dire, io non volevo?

impollinaire ha detto...

visto il clima carnevalizio, se vuoi allenarti alle manganellate sono pronto a fare sedute giornaliere con la mia clava di gommapiuma, per il comprenso vanno benissimo prodotti locali, sportive condoglianze per le elezioni

Arci ha detto...

Nonostante tutto questo, caro Gians, nella colta Sardegna (l'isola di Gramsci che ha dato 2 presidenti a questo paese) votano il figlio del commercialista di Berlusconi piuttosto che i falliti del PD.

Vorrei la tua opinione sulle elezioni.
grazie.

Cleide ha detto...

Il dado è tratto e non dispiacerebbe neanche a me il tuo parere sulle elezioni. Io sto di sasso. Avrei bisogno io di una manganellata oggi.((((

Anonimo ha detto...

Mah sono peggio berlusconi e maroni di alemanno? Io non trova grandi differenze.
Ciao.

Paolo Borrello
www.paoloborrello.ilcannocchiale.it

Espressione ha detto...

bello il cavallo romanista (giallo-rosso)..
le ronde?
una volta era la malavita che organizzava la "protezione",si vede che è un governo di malavitosi..
i fasci intanto si scatenano sprangando di quà e di là...
eSp.

gians ha detto...

imp caro, il tuo è un pensiero davvero gentile, in effetti arrivare allenati non sarebbe male, per il compenso va bene, troveremo di certo qualcosa che ti possa piacere. :)

gians ha detto...

caro Arci, la tua considerazione è giusta, se poi consideri anche l'astensionismo di quella parte ex mineraria della Sardegna nota come serbatoio di voti della sinistra, puoi immaginare facilmente cosa sia successo. La mia opinione è molto semplice, la sinistra avrebbe vinto agevolmente con un candidato che non fosse Soru. partendo dalla sfiducia che ha fatto crollare il governo regionale, lui cinicamente ha rassegnato le dimissioni per evitare d'andare alle urne a giugno e quindi evitare di fatto le primarie del suo partito, ben sapendo che con le elezioni a febbraio, sarebbe stato lui l'unico candidato possibile, ora per l'ennesima volta ci si ritrova sconfitti dalla destra non perchè questa abbia messo in campo capacità superiori, ma solo per le divisioni di un pd che anche a livelli regionali è tutto da rifare. Un caro saluto.

gians ha detto...

cara cleide, non buttarti giù, del resto non ci cambia poi tanto la vita, guarda il lato positivo, possiedi qualche terreno in riva al mare? ecco potrai farti la casa per le vacanze. :) la mia modesta opinione per quanto valga la ho lasciata ad Arci. :)

gians ha detto...

Paolo Borrello, io una si, riguarda un piccolo particolare, uno è sindaco, uno è primo ministro e l'altro ministro, sarebbe auspicabile che il buon senso partisse dall'alto. Grazie della visita e benvenuto.

gians ha detto...

Esp, certo che per fare un albero ci serve un seme, e se questo è il seme, purtroppo non può nascere nulla di diverso. un caro saluto. :)

Monica ha detto...

ol nait long...amm perz e mò se ne vann tutti a casuccia e nuje ci attaccamm perché ci è rimasto solo muss...ehmehm arcorarcor men.
Buonasera:)

gians ha detto...

moni cara, era nell'aria, avevo questa sensazione fin dal principio.

ot, a tutti gli amici del cannocchiale, i commenti sono irraggiungibili.