giovedì 30 ottobre 2008

Raffinatezze




Con aria triste e ormai rassegnata, per le ultime vicende politiche, vado a fare colazione in un bar del centro. Bimbetti di sei-sette anni, figli di benestanti almeno a vedere i loro vestiti e le loro facce d’angelo, si gridano “che cazzo vuoi” tra i tavolini, tessendo un fitto tappeto sonoro. Leggo buono e tranquillo il mio giornale e cerco di evitare la parte (risaputa) della morale che medita sui tempi degenerati. Per altro, qualche sera prima su un canale televisivo avevo seguito, di scorcio e per pura documentazione sociologica, un film d’azione americano, in prima visione, nel quale gli organi maschile e femminile, compresi i loro modi d’uso, le loro possibili collocazioni anatomiche, il loro stato di servizio, venivano evocati ogni cinque secondi da una sceneggiatura fatta al massimo di una decina di parole, la più elegante delle quali era culo. E dunque, perché mai gli infanti urlatori dovrebbero ricorrere a manzonismi, o rivolgersi al compagno di giochi come in un romanzo di fine ottocento o anche solo come in una conduzione di Scotti, quando la fonte alla quale si abbeverano non prevede variante alcuna? Stavo per alzarmi e suggerire ai piccini, tra le parole da loro predilette, di optare senz’altro per "culo", che è più allegro e meno discriminante, ma poi ho pensato che era meglio starmi zitto: i genitori avrebbero potuto fraintendere le mie intenzioni. Certe raffinatezze sono fuori corso, e presto la parola culo sparirà anche dai dizionari, un vero peccato, anche considerando quanto tutti noi ne abbiamo un enorme bisogno.

70 commenti:

raser ha detto...

potevi suggerirgli il sinonimo "silvio"

cuncetta ha detto...

Non ho capito se la sera ti dedichi alla visione di qualche pornazzo di quart'ordine o se hai velleità moraliste alla savonarola.
:D

PS: facevano anche i capricci, i bimbi?

bacio

Mario ha detto...

Che cazzo di amici frequenti? Alla proposta di raser il mio, di culo, si è rifiutato all'istante di collaborare manco con la purga. Non confondiamo il culo con lo stronzo.

Monica ha detto...

Bene . Ma buonasera a tutti.Che atmosfera celestiale.:):)Proporrei,tanto per essere estremamente anacronistica nonchè falsamente perbenista,un'energica risciaquatura dei panni nell'Arno.Ovviamente , considerando lo stato attuale dei fiumi italiani in quanto ad inquinamento e scorie varie ,credo che le parole più pulite che ne uscirebbero sarebbero quelle sucitate.
Ergo,mi defilo educatamente con l'occasione mi è gradita per porgerVi i miei cordiali,ossequiosi e distinti
saluti........:):)
Mk

la bislacca ha detto...

Grande Cuncetta. :-)

Purtroppo rilevo la assoluta veridicità di quanto hai detto. Mio figlio e i miei nipotini non parlano esattamente l'italiano di Dante. :-S
E la colpa è anche nostra, cioè di noi genitori.

Espressione ha detto...

Bisorrebbe andare un pò più tutti, a culo di tutto...
eSp.

medita partenze ha detto...

come dire "il culo al centro"... tutto ciò mi sembra molto.. retto :-))

ehehe, gians, chiedo perdono per la caduta di stile ;-)))

gians ha detto...

e no raser, sarebbe troppo discriminante. :)

gians ha detto...

cuncetta, sai bene che faccio la sera, e cosa combinerei a quei bambini capricciosi, detto questo il perbenismo mi impone di dire culo, se ci pensi è molto meno discriminatorio di ca.. :)

gians ha detto...

mario, se conosci l'amico raser, non ho bisogno d'aggiungere altro, altrimenti vai a leggerlo, sarebbe per te un ottima conoscenza. :))

gians ha detto...

moni, meglio l'arno dell'ambro, li ameno non ci sono oche selvati solo ultimamente ammaestrate dalla lega per beccare tutti gli extracomunitari che invadono la padania. :)

gians ha detto...

per carità bisla, questo post non vuole in nessun modo sottolineare i cambiamenti lessicali, ma solo come dici la tolleranza dei "nuovi" genitori.

gians ha detto...

esp, quando si dice in culo al mondo, ho sempre pensato ad un luogo felice. :)

gians ha detto...

mp, sempre meglio una caduta di stile che una caduta dall'aereo. ho letto delle tue vicende. :)) sono sicuro che concorderai con me che questo paese ha bisogno urgente di una colonscopia. :)

Monica ha detto...

Colonscopia previo due litri di purgante.E in tempi di ritorno al fascismo strisciante, non sono sicura che non sarebbe olio di ricino!:)
Purtroppo si è persa proprio la parvenza di pudicizia legata al nominare determinati nomi che ricordano deteminate cose.Ormai la caduta di barriere determina un'accellerazione dell'ingresso dei bambini nel mondo degli adulti senza però dotarli degli strumenti adeguati per rielaborare il sucitato mondo.Dunque ecco che quei vocaboli da quelle bocche ci danno la misura esatta di come il mondo sia involuto verso una omologazione non solo dei consumi bensì di valori che di morale hanno forse ,a proposito di cu...,solo la carta igienica.:)
Ti lascio la buonanotte,Gians.:)Mi devo preparare per fare la zombi nella prossima notte.:):):D
Baci
Mk

IL LAICISTA ha detto...

Che mi sono perso a non averti conosciuto prima!
E che posso dire? Pagherei per saper scrivere come te (sia chiaro, sono al verde, eh).

Un post delizioso!
M'è venuto, ecco.

Mario ha detto...

Se raser mi da l'aggancio io prima provo la battuta poi passo a leggerlo però da lui era tornato serioso.
deve passare la nottata
Mario :-)

gians ha detto...

moni, allora da zombi ti faccio da collega. oggi nonostante tutto non ho sonno. anche questa sera mi sono ritrovato a sentire la medagliata di anno zero, intervistare una giovane ragazza. l'imbarazzo si poteva tagliare a fette, le sue parole erano una semplice parodia di cose trite e ritrite, probabilmente scandite dalla semplice lettura dei suoi sms, sul tema riforma scolastica della gelmini. quello che mi spaventa, è il fatto che la nostra generazione, (quella degli anni ottanta) stia perdendo di vista alcuni punti di vista fondamentali.far crescere troppo velocemente i nostri figli è un grosso errore, loro devono crescere con i loro tempi. notte moni.:)

gians ha detto...

laicista, ti confido che arrossisco per molto meno. :) sono tutto sommato un sentimentale.

gians ha detto...

mario, sai bene che è una questione di pelle, ma credimi a volte a insistere si guadagna. :) notte.

Anonimo ha detto...

Divertente, ma non troppo.... già abbiamo bisogno delle parole, ma anche e soprattutto degli oggetti che nominamo.Un caro saluto:-))
http://specchio.ilcannocchiale.it

emma ha detto...

direi che c'hai ragione, in prigione, come diceva la nannini!

emma ha detto...

direi che c'hai ragione, in prigione, come diceva la nannini!

emma ha detto...

e anche doppio, uff!

Monica ha detto...

Gians...non l'ho visto anno zero.Mi sò stufata di sentire blablablabla.Intelligenti ma semp chiacchiere sò.Sono diventata mamma a 30 volutamente,per scelta ,perché pensavo che i 30 anni fossero un'età giusta per essere genitore consapevole.Ma niente,neanche la mia dimestichezza con i pargoli, prepara realmente.Perchè li governi,dai loro regole.Cerchi di dare loro tutti gli strumenti per discernere ciò che è giusto e non è giusto fare,ma la realtà e loro accellerano più di te.Noi siamo vecchie locomotive,loro Tav.Ci travolgono.E dove non arriva il dialogo,arrivano le punizioni.Ma ora.Oggi che è ancora gestibile con i suoi 9 anni e mezzo.Ma dall'anno prossimo?Quando affronterà le scuole medie?Che evoluzione avrà?Già ora comincia ad avere atteggiamenti di scontro, di rottura delle regole.E tremo davvero pensando all'evoluzione futura.Mah.Ci penserò poi..
Cià:)
Mk
p.s.:la prossima volta scrivi un post meno impegnativo.Quando fai riflettere nun è buon!:)Soprattutto 'e venerdì:):)

gians ha detto...

specchie, buon fine settimana, a dire il vero ci vuole culo anche in questo, dalle mie parti piove quindi non sarà uno dei migliori.

gians ha detto...

emma, posso usufruire del lodo alfano? :))

gians ha detto...

moni, io stesso a volte mi stupisco da cosa mi viene fuori dalla tastiera, anche per questo tento sempre di lasciare libera l'interpretazione, in modo che anche la c.... sia concessa in ogni commento. hai scelto la via chiaramente più impegnativa, e non nego che mi faccia piacere. io figli non ne ho, ma credo che se dovessi averne userò l'unico metodo educativo che conosco, quindi quello adottato dai miei genitori, una sorta di "carota e botte da orbi" a seconda dei casi. :))

Tess ha detto...

ahahahahaha, fantastico gians

Mk ha detto...

...che è quello che qui si dice:"mazz e panell fann 'e figli bell,panell 'e mazz fann i figli pazz!"
Ho scelto la via più impegnativa?Forse sì.Perché mi pongo nella duplice veste di maestra, educatrice e genitore.Ed inevitabilmente,quando si parla di bambini,di ragazzi,non mi riesce di essere meno che meno seria.E quando fanno proclami contro gli insegnanti fannulloni o scoppiati o delle strumentalizzazioni dei bambini,mi arrabbio.E mi offendo.Perché troppo spesso ,anzi sempre ,tutte le politiche adottate hanno come unico punto di riferimento la razionalizzazione,i tagli,l'accorpamento ,i finanziamenti.Ma non si parla MAI e poi MAI di centralità del bambini.Di fare qualcosa PER il bambino.Per riportarlo nella sua dimensione infantile.Come dovrebbe essere.Li vogliamo belli, precoci, modelli,sportivi e capaci di intendere il linguaggio adulto.Invisibili quando siamo stanchi ,telecomandati quando si deve esibire come scimmia ammaestrata.Sono target per le aziende e gli assetati di marketing pubblicitari e pupattoli per usufruire dei bonus bebè, per rimpolpare le fila balilla.Mah.E sì che ne ho visti bambini e ragazzi e ti dico che le ultime generazioni,figlie di coloro che potrebbero essere figli nostri(quanti ventenni già genitori senza essere davvero stati figli)sono già irrimediabilmente irrecuperabili.
E chest'è, Gians.Se sò troppo seria damm nu strill 'ncapa!:)Ritornerò a pazzià!:)
Baci
Mk

meditapartenze ha detto...

gians (e non solo) domani passa da me che ho trovato per i muri una cosa esilarante sulle parti anatomiche..... :-))))

gians ha detto...

tess, grazie, hai visto cosa combinano i bambini, altro che 5000 euro in prestito. :))

gians ha detto...

moni, sono convinto che tu faccia davvero bene il tuo lavoro, il commento fa capire chiaramente quanto tu conosca molto bene l'aspetto legato alla crescita. mi chiedevo, a proposito di bonus se questo governo abbia anche intenzione di rispolverare, lo jus primae noctis. :))

gians ha detto...

mp, mi incuriosisci, non mancherò di certo. :))

Efesto ha detto...

Perdindirindina Gians, il tuo post e i commenti mi hanno inibito ....

rip ha detto...

Avresti dovuto dirglielo. Davvero.

gians ha detto...

efesto, immagino siano stati soprattutto i miei a causarti l'inibizione. :)))

gians ha detto...

rip, avranno tempo per capirlo da soli. :)

la bislacca ha detto...

Faccio mea culpa.
Sono un po' sboccata anch'io. A volte, eh?

cuncetta ha detto...

bimbo, a nanna su.
ca sinnò..

Monica ha detto...

Faccio bene il mio lavoro?Spero di sì.Tante cose sono da imparare ancora.Spero solo che quando non ce la farò più a gestire i bambini,a colmare il gap generazionale,avrò la possibilità di lasciare tutto e percorrere strade alternative.
Buonanotte:)
Mk

MioCapitano ha detto...

I ragazzini moderni sono scostumati? Forse è la vita che è scostumata. Ciao gians.

Capa_stuerta ha detto...

Culo culo culo!

E' tanto liBBBeratorio....

E speriamo davvero di averne a sufficienza per riuscire a cavare i piedi da questo periodo di... beh, insomma, si può dire anche merda?

Un bacione tesoro :)

Efesto ha detto...

Ho scritto un appello da me. Tu puoi aiutarmi???
Buon tutto quello che ti pare ;)

gians ha detto...

bisla, a me non pare, e poi il discorso riguarda bambini che volenti o meno si ritrovano ad essere degli adulti ancora con il panno. :)

gians ha detto...

cuncetta, ti ho preso in parola, a momenti mi svegliavo alle 2 del pomeriggio. :))

Anonimo ha detto...

Ciao Gians, ma di che ti preoccupi.... fra poco i nostri piccini sapranno a menadito l'inglese, così potranno arricchire il loro linguaggio di tante belle paroline succose in un'altra lingua.
http://specchio.ilcannocchiale.it

gians ha detto...

moni, scusa il ritardo con cui ti rispondo, ogni nuovo lavoro è una grande sfida, ci si deve rimettere in discussione, può essere stimolante, ma io credo che tu starai a fare l'insegnante a vita, non è un cattivo augurio, e solo che ti ci vedo, secondo me tu sai bene capire le evoluzioni dei ragazzi, ti vedo al passo loro, se non più avanti. :)

gians ha detto...

capitano, certo loro non si sono inventati nulla, sono sempre gli adulti a condurre il gioco, dispiace che questa conduzione porti a certi risultati, senza generalizzare, ma il rispetto dovrebbe essere alla base di ogni buona educazione. un caro saluto e fammi sapere come si evolve il racconto. :))

gians ha detto...

capa, chiaramente si può dire, questo non è e non vuole essere un post bacchettone nei confronti delle nuove generazioni, me ne guarderei bene, anzi se è possibile direi che per certi versi, la loro spontaneità e sfrontatezza è preferibile ad una mancanza di personalità, quindi dico che il culo sia con tutti noi. :))

gians ha detto...

efesto, senza nemmeno leggerlo ti dico di si, ora arrivo in soccorso. :))

gians ha detto...

specchie, sempre che con il maestro unico, anche questo gli venga precluso, ma nello specifico non sarebbe un male assoluto. :)

Monica ha detto...

E' un augurio!Pure precaria ma almeno a vita!:)Più avanti?Forse sì,sicuramente più di tante colleghe che ormai sono reperti fossili vantando l'età della carrierà come curriculym supremo.Ieri per esempio entrai nella sala in comune dove accogliamo i bambini vestita di nero con il cappello da strega.Tutti ammutoliti: colleghe ,bidelli e bambini.Dopo una risata generale e il via a fare finta di essere streghe e maghi.Se non c'è gioia nel nostro lavoro ..beh allora è meglio rinchiudersi nelle segrete!
Cià
Mk

Capa_stuerta ha detto...

Aspè, aspè... non c'era ironia nei tuoi confronti :)
Era una battutta fine a se stessa...
Sul linguaggio giovanile (infantile, direi)siamo d'accordo. Ad esempio, a ricreazione, sento dei bimbi di 11 anni dal visino angelico sparare delle blasfemie da far accapponare la pelle... E dire che son venuta su in mezzo a un mare di cugini maschi e quindi ho un repertorio da portuale :) (Il fatto è che poi sul lavoro sono professionale, ovviamente).

gians ha detto...

capa cara, ma allora che ci sto a fare se non provocare quantomeno un minimo di ironia. :)) tranquilla cara, ci siamo capiti benissimo, anzi ora mi hai dato un idea su un prossimo post.. ti farò sapere di certo. :D

gians ha detto...

moni, ci pensi che in altre circostanze saremmo stati compagni di banco? ma ti immagini se avessimo avuto una insegnante che ne viene fuori come te, vestita con un cappellaccio da strega? sono certo che non si sarebbe più liberata di noi, forse tu riesci a dare a quei bimbi quello che le nostre insegnanti sempre "ingessate" non riuscivano a darci, non cambiare di una virgola, ti prego. :))

Monica ha detto...

Io ho fatto la primina.:)Già...shock infantili li chiamerebbero!
Scherzi a parte,credo che dovremmo ogni tanto guardare la vita con quell'ingenuità e quella meraviglia che solo in tenera età si può avere.E per tenera età intendo non oltre i 3/4 anni.Dopo già sono necessari interventi correttivi,non formativi.Ogni tanto ci si dovrebbe porre nei confronti del vivere senza tutti quegli artifizi mentali che i tanti condizionamenti della vita "adulta"lasciano.Anche andare in altalena in un parco pubblico può essere un momento.(vado infatti insieme a mia figlia :)Le impalcature mentali che abbiamo ,i finti pudori spesso ci impediscono di avere un approccio gioioso e bisogna ogni tanto avere il coraggio di osare.Mò che sò str**** come portare un cappello da strega o cose più impegnative (e lì osare è più difficile-Cunc mi capirà) è irr-rilevante.Infatti non ti nascondo che prima di indossare il cappello un pò di remore le avevo:sai per paura di rendermi ridicola .Ma poi mi sono detta :ma che me ne f**** e sono andata.Per questo credo che non cambierò mai!!:):)Ormai pure gli interventi correttivi su di me non sortiscono effetti!!:)
Good night:)
Mk

Dyo ha detto...

Buona notte, Gians.

Capa_stuerta ha detto...

Ti ho dato un'idea su un prosssimo post?!?
Ma come sono contenta che servo a qualcosa :)))

Buona domenica tesoruccio!

Davide ha detto...

la bocca col sapone, dovevi lavargli...

la bislacca ha detto...

Dyo ero io.
Ho lasciato un commento con il vecchio account.
Insomma,buona domenica.

gians ha detto...

moni, buongiorno e buona domenica, certo continuare a vedere la vita con gli occhi di un bambino aiuta sempre e non significa essere infantili, a volte siamo tuttavia costretti ad distaccarci pensando sia la scelta migliore per prendere certe decisioni, questo limita la spontaneità, ed è un grosso errore.

gians ha detto...

buona domenica capa, se ci fosse ancora bisogno sono pronto a ribadirlo. :)))

gians ha detto...

davide, tu dici? non credi sia un metodo troppo invasivo. :))) buona domenica.

gians ha detto...

testa o croce, buonanotte e buona domenica, sai ormai i tuoi nik gli ho scolpiti tutti in mente e nel segnalibri. :))

Mk ha detto...

Gians...buongiorno e buona domenica a te.:)
è un terribile errore ma solo chi non vive davvero,non sbaglia e dunque infiliamo collane di errori e cose buone.Qualche collana si sfila ,le perline saltellando se ne vanno.Qualche perlina si infila sotto al divano ,qiualcuna la si rcupera ,si riinfila ,nodino.Si va :):)
Abbraccio
Mk

ilMaLe ha detto...

La TV di oggi è la vera prostituzione: la Carfagna difatti ne è un'esperta.
Ma che film hai visto? Mi incuriosisci.

gians ha detto...

moni, l'idea delle perline che si infilano e che si perdono è davvero geniale, somiglia tanto alla vita. :)

gians ha detto...

leo, una animazione bellissima, merita davvero si tratta di wall-e. :)

Monica ha detto...

Gians,grazie:)Ero particolarmente ispirata.Sai lo porto sempre ad esempio questo"paraustiello":)Così si dice a Napoli il paragone!:):)
Lesson two:)
Cià
Mk