mercoledì 2 luglio 2008

Mi faccia vedere il suo ministero




"Non soltanto - ha osservato il ministro - e' un fatto di ordine ma anche di uguaglianza sociale tra ragazzi, soprattutto ora che va tanto di moda l'abbigliamento firmato già in giovanissima età. Dare pari condizioni di partenza può essere una proposta interessante"
Devo essere io che ricordo male. Sono nato nella generazione dei grembiuli,
e mi pare di ricordare che i "colletti bianchi " erano comunque distinguibili.
C'erano quelli in puro cotone bianco immacolato, e quelli che ti raschiavano il collo,
in purissima plastica anche essa bianca, ricordo i colori usati fino all'ultimo
centimetro, e gli astucci sempre nuovi e pieni. Si vede che il ministro, che magari accompagna i suoi figlioli a scuola, con l'auto "blu" si pone qualche problema di coscienza.

37 commenti:

cuncetta ha detto...

Cos'è questa una proposta di azzeramento delle classi sociali?
O è solo un tentativo per dire agli italiani con altre parole: dato che non vi aumenteremo gli stipendi obbligheremo i ricchi a travestirsi da poveri?!

Ricordo come fosse ieri le frecciatine dei compagni di classe alle medie verso i miei quaderni NON firmati ed i miei vestiti NON firmati.
Poi andai al liceo in una città operaia, comunista, dove la ricchezza era un'assoluta eccezione e finalmente respirai.

PS il mio giansolin hood...mmhhmmm.
:D

davide ha detto...

sensazione povera italia.



(ma quanto mi fate sorridere tu e cuncettina)

medita partenze ha detto...

condivido i ricordi della generazione G (come grembiule), a cui aggiungerei (quanto a differenze sostanziali) il fiocco posticcio (già annodato fisso e che si attaccava con la spilla) e quello vero a cravatta.. :-)

Tess ha detto...

Per non parlare della schifezza che stanno per perpetrare sui precari meglio buttarla sul grembiulino sì/grembiulino no.
Potrebbe diventare il nuovo tormentone dell' estate

gians ha detto...

cuncetta, la cartella durava tutte le elementari, mi pare come minimo strano, che questo parta da un governo di destra.

ps quanto tempo ho perso, sarei potuto essere il tuo compagno di banco. :)

gians ha detto...

mp bello, ricordo chiaramente che tirando il fiocco di un mio compagno, regolarmente decollava il suo colletto in plastica, ma questo è un post serio, quindi non mi dilungo. :)

gians ha detto...

teresa, proprio quì voleveva volare l'uselin della commare, (scusa non ho idea di come si scriva) mi pare che nella "squola" italiana ci sia ben altro da rivedere.

basta vedere come scrivo io. :)

gians ha detto...

davide, lapidario. :)

bp ha detto...

eggià tieni ragione, anzi ragionissima...
e poi pretendere l'uguaglianza sociale da un grembiule a me m' par' nà strunzat!

Efesto ha detto...

Come ho già scritto in giro, ho fatto asilo, elementari e medie dalle suore spagnole. Avevamo la divisa personalizzabile: gonna blu, camicia bianca e golf blu, ma le marche erano a dicrezione (mi ricordo che qualcuna aveva la gonna di Gucci!!!).
Alla prossima sfilata Pitti Bimbi vedremo degli splendidi grembiuli, e il top si ragiungerà a Milano nella prossima stagine.
Notte gians, a domani

Dyo ha detto...

Alle medie, laddove qualche preside già iniziava a fregarsene beatamente della divisa, la nostra, donna di sinistra convinta, impose a tutte un bel grembiulone nero-depressione.
Poi andai in collegio e lì la divisa non era nemmeno opzionale, ma rigorosamente brutta e di qualità scadente, al punto che avremmo potuto prendere fuoco in un niente.
E' solo una proposta inutile, comunque, dal momento che molte scuole medie consigliano almeno uniformità nel vestire, senza indossare per questo grembiuli mortificanti.
Ai tempi delle medie di mio figlio, che ha appena finito il secondo superiore, vestivano tutti in jeans o pantaloni scuri, e maglietta blu.
Notte Gians.

impollinaire ha detto...

mi sa proprio che sono l'unico retrogrado in giro, mi sento tanto solo, ma rimango comunque assolutamente favorevole al ritorno dei grembiuli e delle divise, si capiva comunque chi era ricco e chi povero, ma non c'erano griffe a ricordarlo in ogni momento

escopoco ha detto...

scusate, ma il ministro a quale ordine di scuola si riferisce? alle elementari si usa il grembiule e quando fa troppo caldo (maestre coscienziose!) pantalone blu e maglietta rigorosamente bianca per tutti...

comunque quel grembiulino delle "binx" (così le chiama mia figlia), piacerebbe molto alla mia piccoletta che a settembre comincerà le materne...
buona giornata, caro.
e comunque sono favorevolissima per il germbiule, con tanto di fiocco, anche alle superiori!

escopoco ha detto...

ops. ordine, grado, fa lo stesso...

pensando all'ordine, eheheh.

emma ha detto...

sinceramente il grembiule mi piaceva.
ma temo a questa italia governata non sia rimasto altro a cui attaccarsi per poter aver qualcosa da dire.

Espressione ha detto...

mio figlio ha il grembiule nero obbligatorio con il colletto bianco.
è l'unico bianconero che ha accesso in questa casa...
eSp.

gians ha detto...

bippina, come dici tu le cose! :)))

gians ha detto...

infatti efesto, le differenze ci saranno sempre e comunque. stiamo a vedere che succede. :)

gians ha detto...

dyo, quella della divisa a rischio incendio è bellissima, ritengo, ci siano persone come questo ministro, che vivono in un'altro mondo. chissà se pensa davvero di appianare le differenze sociali con un simile provvedimento.

gians ha detto...

imp, basterà semplicemente, che il primo scolaro di turno, con il papà ben messo, sfili dalla tasca del suo grembiulino, il cellulare da 800 euro. :))

gians ha detto...

esco, l'ordine è il grado, non è dato saperlo, comunque felice che il grembiulino sia piaciuto alla piccola. :)

gians ha detto...

emma, quello che mi spaventa infatti è che con tanto che c'è da fare, ci si dedichi a delle sfumature , davvero ridicole. la scuola, ha bisogno di ben altro.

gians ha detto...

esp, parlane con il preside, visto mai, magari riesci a convincerlo, si tratta di cambiare solo un colore. :))

cuncetta ha detto...

giansolì..

Anonimo ha detto...

A me grembiule e fiocco stavano sulle balle: con il primo ti impigliavi ovunque e crepavi dal caldo, e con il secondo ci finivi strozzato quando ti azzuffavi con i compagni.

locandasulfaro

rip ha detto...

Niente grembiuli, ma il giubbino nero l'ho messo pure io. E io sono il prodotto di quell'obbligo :-D

gians ha detto...

locandasulfaro, ricordo bene che alcuni compagni, alla fine dell'anno col caldo torrido, sotto il grembiule portavano solo le mutande, erano quelli riconoscibili, perchè non benestanti, e in mutande sono rimasti.:)

volevo incontrarti, pare ci siamo riusciti, grazie della visita a presto.

gians ha detto...

cuncetta tesoro, sono quì. :)

gians ha detto...

rip, eri un dark, o quantomeno un rock a billys, ti ho scovato. :)

mk ha detto...

Tutti omologati come i cinesi,Gians:)
Buonanotte e saluti da Gaeta!:)
MK
p.s la connessione mi ha fatto la grazia!:)

gians ha detto...

monica, il tuo commento è come una cartolina fresca di brezza di mare, divertiti. :)) viva l'internet mobile.

Dyo ha detto...

Probabilmente la stampa ha solo dato risalto ad una notizia irrilevante. Credo sia normale aspettarsi, o sperare, che la rivoluzione della scuola non sia tutta qui.
Ci mancherebbe, voglio dire...

ablar ha detto...

... e comunque nel frattempo: I PINGUINI STANNO MORENDO!

Tess ha detto...

buon uicchend

gians ha detto...

dyo, mi piace il tuo ottimismo. :)

gians ha detto...

ablar, non sapevo di questo, dammi maggiori informazioni.

gians ha detto...

tess, grazie, ricambio. :)