mercoledì 9 luglio 2008

Aghi




Periodi vissuti, perennemente con ago e filo tra le mani, sempre a tentare di ricucire strappi, le parole sono come lame, come il vento impetuoso su di una vela, e se non riesci a fermarle, ti trovi sempre a rincorrerle.

44 commenti:

astrid ha detto...

C'è poi chi dà poco peso alle parole. O anche ci ci gioca 'a morra': pietra-forbice-carta. E così via...

Ugolino Stramini ha detto...

A volte una piccola parola esce solo dopo una lungo processo mentale ed emotivo; cerca di esprimere tutto quello che ha dentro e finisce irrimediabilmente per essere fraintesa, malintesa o, peggio, inascoltata.
E tu pensi sempre: dove ho sbagliato?

cuncetta ha detto...

Conosco poco la meditazione delle parole.
Le mie hanno vita breve.
Nascono e si esprimono instantaneamente.
ma che te lo dico a fare?!
:D

bacio

escopocodisera ha detto...

ciao gians.

Efesto ha detto...

Qualcuno un tempo diceva che le parole sono pietre. Purtroppo spesso le persone le lasciano partire come frecce che ti trafiggono e poi se ne dimenticano. E tu invece le hai pesate una per una, hai dato loro un significato e non puoi far finta che non siano arrivate.
Bacio gians caro.

gians ha detto...

astrid, infatti quelli sono giochi d'azzardo, ma quando si parla e ci si esprime non è una scommessa.

gians ha detto...

ugolo, ho letto il tuo post, combatto sul commento da inserirci proprio in relazione a questo post, in realtà, credo che l'essere inascoltati, sia di gran lunga la peggiore delle ipotesi.

gians ha detto...

cuncetta, noi sappiamo il peso che dobbiamo darci, e ci va bene così . :)

gians ha detto...

esco, ciao cara, cosa hai sui fornelli? :)

gians ha detto...

efesto, una delle lezioni che ho imparato, ma forse neanche troppo, e dare il giusto peso alle parole, lo faccio sempre quando le ricevo, magari devo allenarmi quando le dico.

bacio. :)

Anonimo ha detto...

non ho il problema di doverle rincorrere, almeno quello.

locandasulfaro

medita partenze ha detto...

il problema è sempre quello: comunicare, ma aver eaualcosa da comunicare e una ragione per farlo!
(PS - per me le parole sono pietra!)

gians ha detto...

locanda, magari ti ritrovi in una situazione dove loro rincorrono te, questione comunque non semplice. :)

gians ha detto...

mp bello, le parole sono tutto, sono gli elementi della terra, devastanti come ogni elemento naturale, roba non facile da usare. :)

Efesto ha detto...

notte anche a te gians caro, sogni d'oro .... me lo diceva sempre la mia mamma da bambina, poi non me l'ha più detto nessuno :(

Espressione ha detto...

mi piacciono quelli che si cuciono le ferite da sè,come Rambo...
sei stato da me nominato...
ciauz.
eSp.

davide ha detto...

L'osservazione muta l'osservabile e qualcosa di simile occorre con le parole..

escopocodisera ha detto...

sto ancora ridendo...ahahah...possibile però che quando passo solo per un saluto, tu debba pensare sempre che ci sia qualcosa sul fuoco???!!!
stavo semplicemente cercando...un ago nel pagliaio...e mo' ridi tu...ah.

rip ha detto...

Potere alla parola (cit.)

emma ha detto...

valore sommo anche nella parola non detta

impollinaire ha detto...

accidenti gians, hai detto qualcosa che non dovevi dire? per metterci una pezza puoi sempre sostenere che eri in trans posseduto da qualche spitito maligno o qualcosa del genere, se lo dici convinto ti credono

astridnausicaa ha detto...

Hai visto che dedicona ti ha fatto Esp?

egine ha detto...

giansolino caro, pesa bene queste parole "vado in vacanza" la risposta
la puoi dare da me, un abbraccio

gians ha detto...

efesto, non disperare, magari chissà un giorno.. ma una è certa, come la mamma, nessuno era capace d'amarci. :)

gians ha detto...

vero esp, roba da uomini duri, un sorso di wiscky della peggiore marca e via. onorato ora corro a vedere. :)

gians ha detto...

davide, infatti ciò che noi vediamo e solo il riflesso, chissà se sia possibile farlo anche in quello che diciamo.

gians ha detto...

esco, ehehe, la prima immagine che mi hai dato di te è ormai incancellabile, ora ti vedo a ricamare, sempre se hai trovato l'ago. :))

gians ha detto...

rip, dipende da chi ha la parola, alcuni non esercitano alcun potere. :)

gians ha detto...

emma, chiaro che il silenzio a volte è d'oro. :) ma che noia però.

gians ha detto...

imp, ottima idea, solo che per levarmi gli spiriti, ci vuole un "esorciccio".

gians ha detto...

vista astrid, e risposto da lui, sono davvero rimasto piacevolmente sorpreso. :)

gians ha detto...

egine caro, arrivo tosto a leggere. :)

Tess ha detto...

meglio avere il vento forte che ti fa andare di bolina che finire nell' angolo morto.
Poi va bene pure il taglia e cuci.
Poi

gians ha detto...

tess, che fatica però, ho leggevo che le prime parole sono nate 500mila anni fà, chissà quante stronzate sono state dette. :)

medita partenze ha detto...

ehehe :-)) e prima dei 500.000 non è che non c'erano le stronzate, solo che le mimavano!!
ciao zingaro felice :-))

Efesto ha detto...

ahahahah!!! Bella MP, mi è piaciuta.
Notte caro gians

gians ha detto...

mp bello, siamo nello stesso campo, nomadi del web, penso che prima al posto delle parole usassero la mazza, magari si capivano anche meglio. :)

gians ha detto...

notte efesto cara, ma prima d'andare a letto portami a spasso la meraviglia. :)

Dyo ha detto...

A volte vorrei che le mie parole fossero bombe atomiche, Gians.

Efesto ha detto...

Ciao Caro, passa da me, c'è un premio per te!

vulvia ha detto...

Si è vero, poi a ricucire non mica detto che ci si riesca sempre...
Ti ho premiato, mon cher. Vieni e ritira passando dal Via! :)

gians ha detto...

dyo, roba da soluzione definitiva ehehe, che si fottano le mezze parole. :)

gians ha detto...

efesto, un grazie di cuore, vorrei ricambiare, ma vedo che anche tu sei pluripremiata ehehe. :)

gians ha detto...

vulvia, sicura non debba stare fermo un giro in prigione? ehehe, grazie, onoratissimo. :))